Il mio account
Font per Curriculum: stile e dimensione del font per il CV

Font per Curriculum: stile e dimensione del font per il CV

Arial, Calibri. Perché vengono utilizzati questi tipi di carattere? C'è una logica dietro la scelta del font per curriculum? Scopri con noi la ratio della scelta con questa guida.

Marco Di Martino
Marco Di Martino
Esperto di Carriere

La scelta del font è cruciale per un CV. Utilizzano l'abito giusto, il tuo CV avrà sicuramente successo. Ma spesso accade che si sceglie un template, si usa il font predefinito, e si perde spazio che sarebbe stato utile per inserire il dettaglio che mancava per farti ottenere il lavoro.

 

Come ovviare questo problema ed imparare a scegliere il carattere perfetto per ogni candidatura? Semplice, leggendo questa guida! Qui infatti troverai:

  • Una guida completa alla scelta del font per curriculum in base all'annuncio di lavoro
  • Una lista di quali sono i migliori caratteri da utilizzare per un documento professionale
  • Esempi di facetype per capire cosa comunica il tuo font.

 

Adesso scegliamo il tuo typo.

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum perfetto
Modello di curriculum perfetto

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Sei alla ricerca di qualche suggerimento utile per il tuo CV? Ecco qualche altra dritta:

 

 

Esempio di Curriculum Vitae

 

Evelina Padovano

Estetista

Latina, Lazio, Roma

+39330 00 00 000

evelinapadovano@mail.eu

www.instagram.com/evelinapadovanomakeup/

www.pinterest.com/evelinails/

 

Profilo

 

Estetista e Visagista con 9 anni di esperienza professionale in trattamenti viso e corpo, make-up correttivo ed estetico. Ho partecipato come Estetista e Visagista ad oltre 25+ matrimoni, occupandomi del Make up della sposa e degli invitati, su richiesta, per un totale di oltre 50 trattamenti estetici dureante una sola giornata. Lavoro al centro di bellezza "I colori di Latina" in cui sono sono la responsabile per il Visage, e supervisiono il lavoro di altri tre membri dello staff.

 

Esperienza professionale

 

Visagista e Responsabile Estestista

Centro Estetico "I Colori di Latina"

Febbraio 2011 - Presente, 

Latina, Lazio, Italia

Visagista e Responsabile estetista. Gestisco un team di 3 persone orari ed appuntamenti per oltre 250 clienti alla settimana per percorsi estetici.

 

Risultati e Responsabilità:

  • Consulenza ai clienti per percorsi estetici e trattamenti al viso
  • Consulenza personalizzata per strattamenti di visage per rimozione delle impurità della pelle
  • Responsabile della sicurezza e della manutenzione di 5 macchinari per cura del viso dal valore di oltre 25.000€
  • Gestione di un portfolio clienti abituali di oltre 250 persone
  • Gestione della community del Salone per foto, sconti e iniziative di marketing che hanno portato un aumento degli introiti del 20% in due anni

 

Visagista ed Estetista

Freelancer

Aprile 2012 - Presente

Latina, Lazio, Italia

Visagista freelancer per eventi privati e pubblici.

 

Risultati e Responsabilità:

  • 10+ eventi pubblici in collaborazione con alcune case di make up per mostrare gli effetti di prodotti di cura della pelle e Trattamenti viso 
  • Affiancamento estetista responsabile su macchinari per impurità del viso
  • 25+ eventi privati come Visagista per preparazione e make up della sposa e degli invitati per un lavoro medio di 50 make up ad evento

 

Educazione

 

Diploma Estetista Specializzata

Settembre 2010 - Settembre 2013

Accademia Liliana 

Latina, Lazio, Italia 

 

Diploma triennale specialistico da Estetista e Visagista. Ho ricevuto, con il diploma, l'abilitazione all'esercizio commerciale in proprio o come Direttore Tecnico di un centro estetico

 

Diploma di scuola superiore

Settembre 2005 - Luglio 2010

Liceo artistico "Orazio"

Latina, Lazio, Italia

 

Competenze professionali

 

  • Visage - Avanzato
  • Trattamenti viso - Avanzato
  • Vaporizzatori facciali - Avanzato 
  • Make up - Avanzato 
  • Vendita diretta - Intermedio
  • Gestione del tempo - Avanzato
  • Marketing nel settore estetica - Avanzato 

 

Certificazioni

 

  • Cambridge Institute - Livello di conoscenza della lingua inglese B2 - Ottobre 2016 

1. Scegliere il font per curriculum che fa per te

 

In una candidatura, la scelta del font equivale allo scegliere l’anello di fidanzamento. Non sai ancora se sarai sposato con lei, te lo auguri, e vuoi fare una bella figura. E proprio come per l’anello di fidanzamento, basta un piccolo dettaglio a trasformare un idillio in tragedia.

 

Il font - al pari di una competenza informatica - parla al recruiter, che in pochissimi secondi, 7,4 per l’esattezza, riesce a scansionare ciò che gli serve nel tuo CV e capire se sei il candidato ideale. E il Font del CV parla, perché usarne uno a caso è sintomo di sciattezza.

 

Il carattere del curriculum ha una triplice funzione:

  • leggibilità al tuo documento
  • Scandisce il tempo di lettura del documento
  • Ti aiuta a superare il Software ATS

 

Dare leggibilità significa rimanere in un numero di pagine prestabilito. Il miglior font per curriculum è quello che ti aiuta ad espandere o comprimere le informazioni meglio di una filarmonica, in modo da poter rimanere con il tuo CV a una o due pagine in base al grado di seniority.

 

Scandire il tempo significa interagire col font. Corsivo, grassetto e sottolineato ti aiutano ad esaltare ciò che vuoi mettere in risalto in candidatura. L’ATS, infine, è un software usato dalle aziende per scansionare i CV e fare una cernita di questi, prima che arrivino al recruiter.

 

Molti caratteri, per quanto deliziosi, non passano la scansione di questi software. Ciò vuol dire che scegliere un carattere per il curriculum è di fondamentale importanza, anche in un curriculum semplice.

 

Quali sono i migliori font per curriculum?

 

  • Arial, è il font perfetto per un CV, essendo uno dei caratteri più usati
  • Arial Narrow era standard nel curriculum vitae europeo
  • Verdana, un font pulito e comune
  • Times New Roman, font serif comune per CV e altri documenti

 

Nella scelta del miglior font per CV questi caratteri sempreverde sono il meglio. Ma questi font hanno anche un problema: sono font molto vecchi, quindi già molto usati e quindi già visti. Dovrai imparare quindi come combinarli al meglio per creare un CV attraente.

Consiglio dell’esperto: Times New Roman in particolare è un font messo spesso sotto attacco. Il font per i CV in Word 97-2003 è stato criticato spesso e volentieri. Il Creative Director Brian Hoff sostiene che usare questo typeface per tutto il documento equivale a dare l’impressione di noncuranza e sciattezza.


2. Usare il miglior font per CV

 

Helvetica

 

helvetica

 

Helvetica è uno dei font classici migliori per creare un curriculum. Inventato alla fine degli anni cinquanta, non è estremamente utilizzato in Italia, ed è per questo che risalta sempre e farà spiccare il tuo CV.

 

Helvetica è anche il font di Coca-Cola, Harley Davidson e Lufthansa. Molti ritengono Helvetica un font noioso, altri lo definiscono un classico senza tempo.

 

Perché sceglierlo? Perchè Helvetica è il carattere per CV ideale per un CV artistico

 

Perché evitarlo? Perché non è un font reperibile su tutti i computer. E’ installato sui Mac, e dovrai comprare il font per attivarlo su Windows. Il che lo rende un font per curriculum vitae utilizzabile solo in PDF, dato che usando un file di testo il formato potrebbe perdersi.

 

Arial

 

arial

 

Inventato nel 1982 da Nichols e Saunders, Arial è diventato uno standard di scrittura in tutto il mondo. E’ un carattere utilizzato per creare annunci pubblicitari e scrivere documenti professionali.

 

In Italia, Arial è di uso diffuso, dato che è di serie su gran parte dei software di scrittura: da Apple Pages a Microsoft Word, passando per Google Docs, dovunque scriverai troverai questo typeface da poter utilizzare a tuo piacimento.

 

Perché scegliere Arial? Diversamente da Helvetica, Arial è un font CV perfetto. Con lui potrai creare un CV in ogni formato. E dato che ha molte versioni (Arial Black, Arial Narrow e Arial Alternative) è facile da combinare.

 

Perché evitarlo? Data la sua universalità, Arial è un font fin troppo utilizzato nella creazione di documenti.

 

Verdana

 

verdana

 

Nel 2026 Verdana compirà 30 anni. E secondo delle statistiche è un font presente sul 99% dei PC Windows e sul 94% dei Mac attivi in questo momento nel mondo. Pensa quante persone hanno utilizzato questo font. 

 

Per oltre un decennio è stato il font utilizzato da Ikea, su cataloghi e cartelloni. Verdana è un font sans serif leggendario e semplice, che allevia la lettura e che oggi è disponibile su gran parte dei siti di hosting per creare blog. 

 

Perché scegliere Verdana? Seguendo lo stesso ragionamento di Arial, Verdana è perfetto in ogni circostanza. Lo è per scrivere un blog informale, lo è per scrivere il documento professionale che potrebbe cambiarti la vita.

 

Perché non utilizzare Verdana? Allo stesso modo di Arial, la sua disponibilità lo rende noioso. Inoltre, è anche più difficile da accostare rispetto ad altri typeface sans serif.

 

Garamond

 

garamond

 

Molti si sforzano di creare un carattere Serif per provare a superare Garamond. Ma se questo font ha oltre 500 anni ed è un evergreen della tipografia ci sarà un perché. E’ un font da utilizzare per le professioni creative o per chi lavora nel mondo della comunicazione.

 

E’ un font molto utilizzato anche nella tipografia, e in Italia viene utilizzato spesso anche per la pubblicazione di libri e nel mondo accademico.

 

Perché utilizzare Garamond? Per tre motivi: accessibilità, immediatezza e perché nonostante passino gli anni, resta un font bellissimo.

 

Perché non sceglierlo? Perché è un font che ha ormai oltre 500 anni d’età. Se vuoi rimanere nello stile leggendario di Garamond, potresti pensare di provare altro, come ad esempio Cormorant.

 

Georgia

 

georgia

 

Altro font classico e in Serif, commissionato e consegnato nel 1993 da Microsoft, è un altro esempio di carattere che prendendo ispirazione da Garamond, si è imposto tra i vari typeface. E’ il font del sito del New York Times ed è in inciso su delle installazioni a Victoria Park.

 

La combinazione Georgia/Verdana è presente in decine di migliaia di Blog, ed esattamente come Calibri e Times New Roman, quando si pensa a questo carattere per CV, si pensa al “font di Word”.

 

Perché utilizzare Georgia? Perché esattamente come Times New Roman è un sans serif leggibile e molto chiaro, anche in grassetto, dove per definizione i typeface serif soffrono. Inoltre, è un sempreverde che viene scansionato dagli ATS con semplicità.

 

Perché è sconsigliato? Perché per essere generosi, è, esattamente come nell’esempio di Verdana, obsoleto e superato.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

3. Provare a dare un twist al CV con altri typeface

 

Century Gothic

 

century gothic

 

Font minimale per eccellenza, Century Gothic è l’esempio di typeface perfetto per un curriculum moderno. Nonostante i 30 anni di età resta sempre attuale per via di quel look futuristico, senza arzigogoli e che va dritto al sodo.

 

Molto simile a Futura, è ottimo per creare un CV. Ma Century Gothic detiene un altro record: può essere considerato il font più verde del pianeta, dato che per definizione e design, utilizza il 30% di inchiostro in meno rispetto ad altri font molto diffusi.

 

Perché scegliere Century Gothic? E’ un font bellissimo, che anche se non giovane rimane moderno nonostante il trascorrere del tempo. Cosa c’è di meglio per chi vuole stupire con la propria candidatura?

 

Perché non utilizzare questo font? Perché come tanti altri font particolari e sperimentali, questo font non è utilizzato nelle versioni base dei programmi di scrittura. A meno che tu non scelga di usare un CV in PDF, questo font non fa per te.

 

Didot

 

didot

 

C’è un motivo per cui Hilton, Dior, Zara, Armani, Guess e Yves Saint Laurent usano tutti Didot. Potrebbe essere perché questo font richiama lo stile e l’eleganza? Nonostante sia un Serif, è un font che sia dalla sua creazione è diventato un instant classic.

 

Non è un font che troverai gratis. E’ un font a pagamento e che per questo viene usato raramente. Ma se lavori nel campo della moda e vuoi dare charme alla tua candidatura, Didot è il modo giusto di farlo

 

Perché usare questo font? Perché è elegante e nonostante sia un typeface serif, passerà la scansione degli ATS data la sua facilità di lettura.

 

Perché guardare altro? Il gioco potrebbe non valere la candela.

 

Lato

 

lato

 

Lo avrai sicuramente visto in giro per il web. Ad esempio su siti web di tutta Italia e blog di tutto il mondo? Il font reso famoso da Google è un font non presente sui principali software di scrittura, ma è scaricabile gratuitamente.

 

Lato è stato creato da un designer polacco con l’intenzione di creare un font “estivo” e fresco. E infatti Lato è anche la traduzione di estate in polacco. 

 

Perché usare questo font? Perché tra tutti quelli visti è il più nuovo, e quindi il più fresco.

 

Perché non usarlo? Evita di usarlo se non vuoi utilizzare un formato in PDF, per cui questo stile di carattere non verrebbe aperto dai recruiter.

 

4. Selezionare la dimensione del carattere del CV adatta a te

 

Un curriculum ben leggibile ha le dimensioni di carattere tra 10 e 12pt. I caratteri, se troppo grandi, renderanno il CV meno professionale. Ma se troppo piccoli, non saranno leggibili. E’ bene scegliere carattere e dimensioni in base allo spazio vuoto rimasto nel tuo CV compilato.

 

Esattamente come è possibile combinare i font, è possibile fare lo stesso per la grandezza del carattere del curriculum. Faresti bene a non esagerare e non avere più di due o tre dimensioni.

 

Ad esempio, potresti scegliere di rimpicciolire:

 

In questo senso la differenza tra i font serif e i sans serif si fa sentire. I font serif, se rimpiccioliti troppo, potrebbero essere poco gradevoli da leggere, mentre, per loro natura, questo problema è meno preponderante con i caratteri senza grazie.

 

Per giocare ancora di più con lo spazio, potresti utilizzare grassetto e corsivo per evidenziare le sezioni del CV che meritano di essere messe in risalto. La scelta della grandezza del carattere nel curriculum, in combinazione con questi strumenti, aumenteranno la qualità del tuo CV.

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Scegliere un font per il tuo CV è molto diverso dallo scegliere un carattere per il tuo blog. Scegliendo il carattere sbagliato potresti compromettere la tua candidatura. Scegli correttamente il font tenendo conto:

  • Che un recruiter impiega pochi secondi per leggere il tuo CV e che prima ancora del responsabile delle risorse umane, il tuo CV sarà passato alla scansione di un software ATS
  • Che non tutti i software di scrittura ospitano nativamente tutti i caratteri possibili ed immaginabili. Spesso dovrai procurarti il font che desideri da te, e in quel caso faresti bene ad avere un CV in PDF
  • Che i font classici saranno anche noiosi, ma sono a prova di bomba nella candidatura. Se vuoi il massimo dalla tua candidatura, potresti creare delle combinazioni di font
  • Che la grandezza del font deve essere adeguata ad un foglio A4. 10 o 12 punti sono il tuo raggio d’azione nella creazione del CV

 

Siamo ai saluti. Se vuoi mostrarci qualche altro font e condividere con noi quale usi nel CV, perché non farcelo sapere? Puoi mandarci un esempio di font nei commenti. Alla prossima!

Valuta questo articolo: font per curriculum
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Marco Di Martino
Marco Di Martino
Marco è un Copywriter italiano con anni di esperienza in Marketing e Comunicazione. In Zety si occupa della realizzazione dei contenuti per il mercato italiano: Curriculum vitae e lettere di presentazione adatte al mercato del lavoro del bel paese.

Articoli simili