Il mio account
Profilo nel curriculum: esempio di descrizione personale CV

Profilo nel curriculum: esempio di descrizione personale CV

Che differenza c’è tra “lei è assunto” e “le faremo sapere”? Una sola: un profilo sul curriculum! Ecco come farti rincorrere dai selezionatori risparmiando sui biglietti da visita!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

Daenerys della Casa Targaryen, Nata dalla tempesta, Prima del Suo Nome, Regina dei Primi Uomini. Nell’ultimo anno ho distrutto Approdo del Re. Dal 298 la Non-bruciata, madre di 3 draghi e comandante di un’armata di 8.000 Immacolati.

 

Se Daenerys avesse bisogno di un profilo sul curriculum per il Trono di Spade suonerebbe pressappoco così. E c’è da essere sicuri che i recruiter di Westeros ci penserebbero due volte prima di scartarla.

 

D’accordo, c’è il rischio che si presenti con un paio di bestie sputa fuoco, ma suvvia, chi non vuole fare colpo a un colloquio?

 

Ma a meno che tu non sappia far schiudere le uova di drago, sarà meglio trovare un altro modo per far inginocchiare i selezionatori ai tuoi piedi!

 

Continua a leggere e imparerai a:

 

  • Scrivere un profilo sul tuo curriculum degno di Grande Inverno.
  • Agganciare i selezionatori per scavalcare la Barriera.
  • Non farsi soffiare il lavoro da un Lannister!

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum perfetto
Modello di curriculum perfetto

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Hai bisogno di qualche altra dritta? Perché non dai un'occhiata anche a:

 

 

1. Che cos’è il profilo in un curriculum

 

Che cosa ti rende unico? Perché dovresti essere la persona giusta per ottenere l’impiego? Che cosa sei davvero in grado di fare? Quali sono i tuoi obiettivi?

 

Queste sono le domande a cui il profilo deve essere in grado di rispondere se vorrai ottenere l’impiego.

 

Il profilo di un curriculum è un breve paragrafo posto nella parte alta del tuo CV; in tre o quattro frasi ti permette di raccontare i tuoi maggiori successi e le tua abilità professionali.

 

Si tratta dunque della tua presentazione professionale, un biglietto da visita per attirare immediatamente l’attenzione su di te e fare in modo che i selezionatori proseguano nella lettura del tuo curriculum.

 

In poche righe dovrai essere in grado di venderti, raccontando i tuoi maggiori successi, le esperienze lavorative più brillanti e le tue formidabili abilità, in modo tale da sbaragliare la concorrenza.

 

Dove mettere il profilo sul tuo curriculum?

 

Il profilo deve essere in bella vista nella parte alta della pagina, quella che l’occhio umano vede per prima. Puoi posizionarlo appena al di sotto dei tuoi dati personali.

 

Quanto deve essere lungo il profilo?

 

Ancora una volta ricordati che stai combattendo contro la velocità dei selezionatori, che impiegano solo qualche secondo (7.4, secondo le stime) per una prima scrematura delle candidature. In questo caso dovrai quindi limitarti a tre o quattro frasi ad effetto per il tuo CV: 200 parole sono un numero ragionevole per scrivere un profilo efficace per agganciare i recruiter.

 

Come formattare il profilo professionale nel tuo CV?

 

Per quanto riguarda il tuo profilo, puoi mantenere le stesse formattazioni del resto del curriculum, scegliendo un carattere semplice sans serif per CV e seguendo qualche piccola regola d’impaginazione:

 

  • Arial o Times New Roman 11 o 12 punti.
  • Margini a 2,5 cm sia a destra che a sinistra.
  • Interlinea a 1,15.

 

Una volta completo, non dimenticarti di salvare il tuo CV nel giusto formato, il PDF, per evitare errori nella formattazione.

 

Il profilo è efficace per ogni offerta di lavoro?

 

Sì, sul tuo curriculum vitae il profilo non può proprio mancare.

 

Ricordati anche che il CV non può essere inviato “con lo stampino” a tutte le azienda, ma deve essere personalizzato con il giusto layout a seconda dell’offerta di lavoro: racchiudi allora nel tuo profilo solo quelle esperienze che sono in grado di intercettare i bisogni della tua futura azienda.

 

2. Come scrivere il profilo sul tuo curriculum vitae

 

Senza avere una idea precisa e la corretta impostazione, scrivere un profilo professionale efficace potrebbe dare non pochi grattacapi.

 

Ecco allora il primo segreto da svelare: il profilo va scritto alla fine, quando hai già completato la stesura del tuo curriculum! In questo modo avrai l’opportunità di rileggere il tuo CV, ripensare alla tue esperienze vincenti, alle competenze personali ed estrapolare gli elementi più significativi.

 

A questo proposito allora ecco una serie di semplice regole per costruire una presentazione ad effetto:

 

  • Introduci te stesso sin dalla prima frase, raccontando chi sei e qual è la tua posizione lavorativa.
  • Inserisci le tue skills, hard e soft, l’esperienza acquisita nel corso del tempo e i tuoi migliori risultati.
  • Aiutati con numeri e percentuali per dare al tuo futuro datore di lavoro un’idea immediata di come potresti essere utile all’azienda.
  • Scegli le parole chiave con cura, cercando punti di incontro con l’azienda.
  • Aggiungi i tuoi obiettivi professionali, citando il nome della tua futura azienda per far capire che è proprio ciò che desideri (e che non hai spammato ogni azienda col tuo CV).

 

Andando al sodo, puoi organizzare il tuo profilo come il baricentro che unisce i vertici di un triangolo composto da:

 

  • Chi sei.
  • Che cosa puoi offrire alla tua futura azienda.
  • Quali sono i tuoi obiettivi lavorativi.

 

Ecco allora un esempio pratico per il profilo del tuo curriculum vitae. Il nostro candidato è alle prese con le selezioni per il posto di addetto alle vendite per una importante azienda internazionale:

 

Esempio di profilo nel CV da venditore

GIUSTO
Persuasivo venditore con oltre 10 anni di esperienza nel settore commerciale. Lo scorso anno ho superato tutti gli obiettivi di KPI del 15%, diventando venditore del mese per 4 volte da febbraio a maggio. Grazie all’ultima vendita del valore di 250.000 euro ho ottenuto la promozione a capo area. Desidero offrire le mie competenze strategiche per far decollare ABC Money.
SBAGLIATO
Da molti anni sono un venditore e amo la mia professione. Lavorare a stretto contatto con le persone mi dà la carica e mi spinge a fare sempre meglio. Conosco le maggiori tecniche di vendita, ma sono sempre dell’opinione che un buon prodotto si vende da sé.

Avrai notato quanto sia diverso l’impatto sul lettore tra il primo e il secondo esempio.

 

Partiamo dal caso scorretto: il nostro candidato dice di essere un venditore, ma in questo caso la sua strategia di marketing fa acqua da tutte le parti, dato che si dimentica di raccontare quali siano i suoi migliori risultati. Se rimani generico non attirerai mai l’attenzione su di te.

 

Per contro, nell’esempio corretto lo stesso candidato dà in pasto ai selezionatori i suoi maggiori successi, quantificando sempre i risultati raggiunti.

 

In queste poche righe devi dimostrare di essere determinato, di possedere delle abilità e di non vedere l’ora di metterle al servizio del tuo nuovo datore di lavoro.

 

Ecco allora quale potrebbe essere l’equazione che fa al caso tuo:

 

Aggettivo+Mansione/Titolo di studio+Anni di esperienza+Successi+Competenze+Cosa hai da offrire al tuo futuro datore di lavoro.

 

L’algoritmo si applica anche nel caso che tu non abbia ancora una grande esperienza, magari se sei ancora fresco di studi, con un curriculum da neolaureato, come qui di seguito:

 

Esempio di descrizione nel curriculum da studente

GIUSTO
Estroso neolaureato in Design e Moda con il punteggio di 110/110 alla NABA di Milano, ho già avuto una esperienza di stage a Gucci, dove mi sono occupato della progettazione di 12 nuovi modelli per la collezione autunno, ottenendo il 95% di feedback positivi dai miei superiori. In soli tre mesi ho ampliato a dismisura i miei orizzonti, con nuove abilità stilistiche e di disegno di outfit per ogni occasione. Sono desideroso di offrire la mia energia e creatività per un marchio celebre come Balenciaga.
SBAGLIATO
Sono da poco laureato e con tutte le mie forze vorrei entrare nel settore della moda. Sono da sempre appassionato di abbigliamento e se mi assumete so che sarò in grado di non deludere le vostre aspettative, dato che metto il cuore in tutte quello che faccio e non esco mai senza l’abbinamento giusto.

Ancora una volta, niente numeri, niente risultati concreti ma solo vaghe promesse di un futuro brillante. Ma in soldoni, cosa puoi dare alla tua futura azienda? Qual è il tuo valore aggiunto?

 

Se vorrai ottenere l’impiego, sono domande a cui non puoi non dare risposta.

 

In questo caso allora, partendo dal tuo titolo di studio, puoi costruire questa sezione intorno a:

 

 

Anche questa volta, tieni bene a mente la regola di base: tutto ciò che indichi deve essere in relazione all’offerta di lavoro e fare in modo che tu ottenga del valore aggiunto.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

3. Costruire il tuo profilo sul curriculum partendo dall’offerta di lavoro

 

Come hai visto negli esempi qui sopra, il tuo profilo deve avere punti di incontro con l’offerta di lavoro per la quale ti candidi.

 

Per capirci: se vuoi lavorare per un’azienda chimica i tuoi 20 anni di esperienza come barista non avranno molto peso, a parte forse per la tua abilità di miscelazione dei fluidi e l’utilizzo dell’azoto liquido per il raffreddamento (o se il capo non ha un debole per il tuo Moscow Mule).

 

Ma per essere sicuro di fare centro e non avere il dubbio che il recruiter possa non apprezzare appieno il retrogusto del tuo drink, sarà allora tutto molto più semplice se imposti il discorso partendo dall’offerta di lavoro, andando a scegliere con cura le parole chiave.

 

Ecco allora un esempio pratico:

 

Computer XY cerca uno sviluppatore da inserire in organico. Si richiedono almeno 2 anni di esperienza pregressa nel settore e conoscenza dei framework cross-platform: Ionic e ReactNative. Curiosità e passione per le nuove tecnologie costituiscono un pilastro portante del candidato ideale. Gradita la conoscenza della lingua inglese.

 

Come puoi notare, le parole in grassetto sono requisiti specifici, gli ingredienti giusti su cui puntare per ottenere l’impiego. Inserire queste abilità tecniche nel tuo curriculum (se le possiedi davvero), farà in modo che i selezionatori vengano attratti al primo sguardo.

 

Ecco allora come potrebbe suonare il profilo sul tuo CV per rispondere a questa offerta di lavoro:

 

Esempio di profilo personale per il curriculum da sviluppatore

GIUSTO

Giovane programmatore e sviluppatore con 4 anni di esperienza in una grande azienda americana. Insieme al mio team abbiamo sviluppato un’applicazione con framework React Native in JavaScript per l’acquisto di titoli del mercato azionario. In ambiente iOS e Android è scaricata da oltre 21.000 utenti, aumentando il nostro mercato del 4,5% in sei mesi. Metto a disposizione la mia passione per le nuove tecnologie per Computer XY.

Come puoi vedere includere le parole chiave darà un certo peso alla tua candidatura, rispondendo alle esigenze dell’azienda.

 

Tieni comunque a mente che il tuo profilo deve suonare discorsivo e scorrevole, senza cercare a ogni costo di shakerare insieme tutte le keyword solo per fare colpo.

 

Ogni ingrediente nelle giuste quantità, o il tuo cocktail risulterà imbevibile e ti sveglierai con un gran mal di testa!

 

E sempre a proposito di parole chiave, considera che sempre più spesso i datori di lavoro si affidano a software ATS per scansionare i curriculum: questo significa che gran parte dei CV non arriverà neppure sulla scrivania dei selezionatori.

 

Per questo è fondamentale che il tuo curriculum sia ATS friendly: i software di ultima generazione si basano appunto sulle keyword presenti nel tuo CV, andando a dare una valutazione al tuo curriculum in base all’affinità con l’offerta di lavoro.

 

Ecco fatto! In questo modo non dovrai temere né i selezionatori in carne e ossa in vista del colloquio, né i computer di ultima generazione!

 

Ora sei pronto a inviare la tua candidatura!

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Ecco ancora una volta gli elementi chiave per scrivere un profilo professionale che sia in grado di agganciare l’attenzione dei selezionatori:

 

  • Non eccedere il limite massimo di 200 parole.
  • Scegli 3 o 4 frasi che siano in grado di rappresentare le tue abilità e i risultati migliori.
  • Cerca di trovare un punto di incontro con la tua futura azienda.
  • Ricorda le tre domande chiave: chi sei? Cosa sai fare? Cosa puoi dare al tuo futuro datore di lavoro.
  • Utilizza le parole chiave per rendere il tuo curriculum ATS friendly.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima! Ciao!

Valuta questo articolo: profilo curriculum
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili