Il mio account
Soft Skills per il CV: quali sono le migliori soft skill

Soft Skills per il CV: quali sono le migliori soft skill

Ti sei mai chiesto se hai questa capacità di saper essere o sapersi comportare sul luogo di lavoro? Scopri quale soft skills possiedi e come valorizzarle nel tuo cv.

Marco Di Martino
Marco Di Martino
Esperto di Carriere

Nell’era della quarta rivoluzione industriale, la robotica prende piede sempre più nelle nostre vite. E per questo, tanti lavori spariranno così come tanti altri sorgeranno. In questo contesto, i candidati ad una posizione potrebbero essere sostituiti da una macchina in un futuro prossimo.

 

Questi sono gli scenari probabili nell’era dell’automazione. Per questo, nel tuo prossimo lavoro avrai bisogno di un nuovo set di abilità da inserire nel tuo CV. E nota attentamente: sono tutte soft skills. 

 

Hai bisogno di saperne di più. Leggi questa guida ed impara:

 

  • Cosa sono le soft skills
  • Quali sono le più importanti e come si classificano
  • Come si inseriscono in un curriculum vitae professionale
  • Come puoi sviluppare le tue abilità trasversali

 

Sei pronto? Cominciamo.

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum perfetto
Modello di curriculum perfetto

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Hai bisogno di qualche altra dritta per il tuo CV? Perché non dai un'occhiata anche a:

 

 

Eccoti un valido esempio di Curriculum che esalta questo tipo di abilità:

 

Esempio di Curriculum con Soft Skill

 

Cinzia Valeri

HR Assistant

Londra, Regno Unito

cinzia.valeri@gmail.com

www.linkedin.com/in/cinziavaler1/

 

Profilo

 

Professionista delle risorse umane con 4 anni di esperienza lavorativa in Recruiting e Payroll. Grazie a diverse iniziative di Team Bonding ho rafforzato, in collaborazione con il team delle risorse umane, il senso di appartenenza all'organizzazione del 31%. Credo fortemente nel Team Working e nello Spirito d'iniziativa come strumenti essenziali per acquisire una leadership cognitiva e arrivare al conseguimento degli obiettivi prefissati dall'azienda

 

Esperienza lavorativa

 

HR Assistant

Gruppo GB

Londra, Regno Unito

Ottobre 2017 - Presente

 

Assistente alle Risorse Umane che riporta direttamente al Responsabile delle Risorse Umane livello mondo.

 

Risultati e responsabilità:

  • Gestione dei rapporti sull'organico, grafici organizzativi, budget dell'intero gruppo a livello globale per un totale di 500+ dipendenti
  • Analisi Delta YTD e Forecast di rendimento percentuale delle risorse umane con un miglioramento del senso di appartenenza all'organizzazione dei dipendenti del 31%
  • Supporto sulle attività HR globali in tutto il mondo per assunzioni e licenziamenti e contabilità
  • Supporto nel processo di reclutamento con approccio di Critical Thinking

 

Educazione

 

Master di II Livello in Gestione delle Risorse Umane

Università degli Studi di Roma

Roma, Lazio, Italia

Settembre 2014 - Dicembre 2016

 

Competenze professionali

 

Gestione delle risorse umane: Avanzato

Analisi e Forecast: Avanzato

Recruiting: Avanzato

Payroll: Avanzato

Team Working: Avanzato

Leadership: Avanzato

Sprito d'iniziativa: Intermedio

Conseguire obiettivi: Avanzato

 

Certificazioni

 

Corso di gestione dello stress "Manager e Management dello Stress" - Gennaio 2017

 

Adesso vediamo cosa sono queste capacità.

 

1. Cosa sono le soft skills?

 

Si definiscono soft skills, le capacità non collegate ad un lavoro specifico, ma agli atteggiamenti personali. Sono, pertanto, attitudini che si hanno nei confronti del lavoro e sono tratti di ogni individuo, analizzate e misurate dai tuoi comportamenti sul luogo di lavoro. 

 

Nel 2008, Bernd Schulz ha stabilito la difficoltà di identificare precisamente il significato di soft skills. Schulz sostiene che ciò che è competenza soft in molti lavori, può essere know-how e quindi hard skill. Per questo, esiste una linea sottile tra hard skills e soft skills per il CV.

 

La soft skill si contraddistingue per:

 

  • Trasversalità: queste capacità sono dette anche competenze trasversali perché padroneggiando una di queste capacità, continuerai a sviluppare ed apportare sul luogo di lavoro queste competenze
  • Trasferibilità: Non sono capacità specifiche di un impiego e saranno proprie di una persona a prescindere del lavoro che farai. 

 

Oggi le competenze trasversali o soft skills sono fondamentali per ottenere un impiego. Devi includere le soft skills nel curriculum se vuoi attirare i recruiter inserendo questa categoria di conoscenze nella sezione competenze del tuo CV.

 

Questo gruppo di capacità è fondamentale in ogni contesto lavorativo. Questo perché pur essendo trasferibili, è molto più semplice trasferire hard skills che soft skills. Per questo, le seconde sono fondamentali e sono un fattore che differenzia i candidati.

 

Le soft skills nel mercato del lavoro italiano sono conosciute anche come Competenze Relazionali.

 

Insomma, dovrai lavorare su te stesso, non solo imparando come fare qualcosa in pratica, ma dovrai conoscere anche i comportamenti e le attitudini consone al luogo del lavoro. Quali sono le soft skills più richieste nel mondo del lavoro? Una lista di soft skills ti aiuterà a scoprirlo.

 

2. Lista di soft skill ed esempi di soft skills

 

LinkedIn pubblica ogni anno una lista delle skills più importanti secondo i dati che raccolgono durante gli anni. Le più importanti sono le seguenti.

 

Lista delle migliori soft skill:

 

  • Autonomia: Saper svolgere compiti assegnati solo con le proprie risorse.
  • Fiducia in se stessi: È la consapevolezza dei propri mezzi al di là delle opinioni altrui.
  • Adattabilità: Flessibilità rispetto alle novità e alla collaborazione con chi ha punti di vista diversi dal proprio.
  • Resistenza allo stress: Capacità di controllo e di reazione positiva alla pressione lavorativa, focalizzandosi sulle priorità e senza trasferire sugli altri le proprie tensioni.
  • Capacità di pianificare ed organizzare: Realizzare idee attraverso obiettivi e priorità e, pianificando processo, risorse e tempi necessari.
  • Attenzione ai dettagli: Attitudine alla precisione in ciò che si fa, curando i particolari per migliorare il risultato finale.
  • Apprendere in maniera continuativa: Attivarsi per migliorare competenze e conoscenze, di cui si riconoscono le proprie lacune.
  • Conseguire obiettivi: Determinazione a conseguire o superare gli obiettivi assegnati
  • Gestire le informazioni: Capacità di acquisire, organizzare e formulare i dati e conoscenze provenienti da più fonti, verso un obiettivo ben definito.
  • Spirito d’iniziativa: Sviluppare idee ed organizzarle in progetti da realizzare, rischiando pur di riuscirci.
  • Capacità comunicativa: Condivisione chiara e sintetica di idee ed informazioni con tutti, ascoltando e di confrontandosi con loro efficacemente.
  • Problem Solving: Approccio al lavoro mirato a gestire priorità e criticità, individuando le migliori soluzioni ai problemi.
  • Team work: Disponibilità a collaborare con altri per raggiungere il compito assegnato.
  • Leadership: Capacità di condurre gli altri ad obettivi ambiziosi con consenso e fiducia

 

Questo elenco di soft skills ci aiuta per comprendere il significato delle competenze trasversali. Per una classificazione più completa, possiamo dividere le soft skills in cinque macro-aree:

 

Classificazione delle Soft Skills per aree

 

  • Competenze di efficacia personale: Capacità che riflettono la maturità e la risposta delle figure professionali rispetto a se stessi, agli altri e alle mansioni. Questo gruppo di abilità sono quelle che si legano alla capacità di essere performanti al lavoro.
  • Competenze relazionali o di servizio: Le skills che permettono alle persone di empatizzare con gli altri e di cooperare verso obiettivi comuni
  • Capacità di impatto: Attitudine al saper influenzare gli altri positivamente e di saper gestire in maniera efficiente ed efficace gli aspetti lavorativi dei membri di un team, grazie anche ad appropriate abilità comunicative.
  • Capacità di realizzazione: Essere propensi all’azione, avendo la volontà di sporcarsi le mani per ottenere un determinato risultato
  • Competenze cognitive: Le skills che riflettono il modo di ragionare e di elaborare determinati concetti di un individuo

 

Adesso guardiamo attentamente queste macro aree e svisceriamone per bene i concetti, con degli esempi di competenze che potrai utilizzare in un curriculum efficace. Non considerare la tua candidatura come un test: utilizza una delle seguenti skill per dare efficacia al tuo CV:

 

Esempi di Soft Skills: Competenze di Efficacia

 

Tra le più importanti capacità di efficacia ci sono abilità come: la Flessibilità, l’autoefficacia, la resistenza allo stress, l’apertura al cambiamento ed il lifelong learning. Tutte capacità collegate alla resilienza e al senso di appartenenza all’organizzazione, e ai valori della cultura aziendale.

 

Tra queste, molto sottovalutata è il senso di appartenenza all’organizzazione. Chi ne è dotato, è motivato a lavorare poiché si rivede nei valori aziendali. Chi ha senso di appartenenza si prodiga in sforzi extra per ottenere maggiori risultati

 

Competenze Relazionali: Lista ed Esempio di Soft Skills per il tuo Curriculum

 

Sviluppare una relazione significa possedere alcune tra le abilità più importanti per poter velocizzare la Comunicazione aziendale: saper lavorare in gruppo, essere assertivi, e avere la capacità di organizzare e di sviluppare un network sono capacità fondamentali.

 

Inoltre possiamo segnalare due competenze come l’orientamento al cliente e il Public Speaking, che sono al limite tra essere capacità relazionali e l’essere capacità tecniche vere e proprie.

 

In questo gruppo ci sono alcune tra le soft skills più richieste, come l’Orientamento al cliente e la capacità di lavorare in gruppo. Molto importante anche l’assertività tra le soft skills per un incarico, ossia la capacità di affermare il proprio punto di vista senza forzare gli altri.

 

Capacità di impatto

 

Anche in questa lista ci sono alcune tra le soft skills più richieste come lo Strategic Thinking: chi possiede questa capacità ha una visione complessiva del lavoro, dei processi e dei vari obiettivi da raggiungere. E’ uno dei tasselli più importanti per il curriculum di un manager.

 

Infatti sa impattare chi per natura o per formazione ha sviluppao persuasitvità, leadership, pensiero critico e strategico, capacità di negoziazione. 

 

Molto importante è anche il problem solving ed il conflict management: essere un lavoratore che mira al sodo e lo fa essendo in grado di risolvere problemi esterni ed interni all’organizzazione è davvero importante.

 

Capacità di realizzazione

 

Anche secondo un Report del World Economic Forum, la creatività e la proattività sono soft skill future-proof. In un mondo dove l’automazione sta diventando preponderante, tra l’elenco delle soft skills questo gruppo resta uno dei principali. 

 

Competenze cognitive: Esempi di soft skills

 

Essere capacii di sapere usare Pensiero analitico, pensiero critico, pensiero concettuale e soprattutto di sapersi muovere in scenari di complessità.

 

E’ fondamentale aggiungere delle soft skills al tuo curriculum poiché il 92% dei decision makers reputa queste skills nel curriculum vitae più importanti delle hard skills. Ma quali soft skills scegliere per il tuo CV? Vediamo come lavorare il CV per ottenere un colloquio.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

3. Inserire le Soft Skills nel CV: La guida definitiva

 

Le soft skill non vanno scelte solo sulla base del tuo profilo, ma devono essere personalizzate, adattando le proprie capacità all’annuncio di lavoro. Puoi cospargere il tuo CV di abilità nelle sezioni: 

 

Essenzialmente, potrai fare comunicazione al management delle tue abilità dovunque nel CV. Devi farlo nella maniera migliore possibile, ossia, utilizzando le tue competenze ad hoc per il lavoro che vuoi ottenere. Per farlo, parti dall’annuncio di lavoro e:

  • Sottolinea quali sono le soft skills richieste dal management all’interno dell’annuncio
  • Fai una lista di tutte le tue soft skills
  • Incrocia le competenze richieste dall’annuncio di lavoro e le tue in modo da vedere quali possiedi e quali non hai
  • Includi le soft skills nel curriculum vitae

 

Spesso e volentieri metterai in risalto le tue capacità nella sezione apposita del CV, ossia la sezione competenze. Ricordati di personalizzare ed di adattare la comunicazione delle tue abilità alle singole sezioni del CV. Vediamo come farlo a modo.

 

Inserire le soft skills nel CV: il profilo

 

Credo fortemente nel Team Working, come chiave di sviluppo delle competenze di ogni singolo membro. Ho una grande capacità di Time Management grazie a cui sono riuscito ad arrivare il 100% dei KPI richiesti dal senior management per 3 anni di fila, dal 2016 al 2019.

 

La migliore struttura per inserire nel profilo le soft skills ed ottenere un lavoro è la seguente: Aggettivo descrittivo o verbo d’azione + competenza + funzione sul luogo di lavoro + risultato.

 

Il profilo è una delle sezioni più importanti per inserire le tue soft skills nel curriculum vitae vincente. E’ proprio la sezione per manifestare le tue migliori capacità. Nel profilo devi inserire le competenze chiave per ottenere il lavoro e dimostrarle concretamente quantificandone il valore.

 

Come scrivere le soft skills nella sezione esperienza lavorativa

 

Marketing Team Lead

ABC SpA

Città Metropolitana Milano, Lombardia, Italia

Maggio 2016 - In corso

 

Risultati e responsabilità:

 

  • Gestione di un team di 32 membri, con feedback positivo nel 96.7% dei casi relativamente al management delle attività.
  • Approccio al problem solving per un raggiungimento degli obiettivi e dei KPI richiesti dal management pari al 100%

 

Nel mondo dei curriculum, la tua arma principale per attirare i recruiters e il management è rappresentata dall’esperienza lavorativa. In questa sezione, puoi utilizzare i punti elenco raccomandati dalla nostra guida su come fare un CV per inserire le soft skills richieste. 

 

Ricordati che puoi inserire un massimo di cinque o sei punti elenco per ogni posizione lavorativa che scegli di inserire. Le esperienze come le skills devono essere pertinenti e scritti a modo, ossia quantificati, per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato. Ossia, ottenere il colloquio.

 

Aggiungere le soft skills nella sezione educazione

 

Diploma di Liceo Scentifico-Tecnologico

Istituto “Duomo”

Città Metropolitana di Milano, Lombardia, Italia

Settembre 1999 - Luglio 2003

 

Risultati Ottenuti:

  • Partecipazione al corso extrascolastico “Parliamo: Public Speaking” grazie a cui ho imparato a lavorare sugli interventi in pubblico grazie a 27 sessioni di workshop.

 

E’ proprio la sezione educazione quella in cui si può lavorare maggiormente per inserire delle skills. Spesso infatti, ci si concentra solo su corsi e voti. Sarebbe meglio includere project works e corsi extrascolastici, se hanno dato la possibilità di sviluppare una competenza.

 

Menziona le soft skills nella sezione competenze

GIUSTO

Leadership - Avanzato

Public Speaking - Intermedio

Team Working - Avanzato

Problem Solving - Avanzato

SBAGLIATO

Ho sviluppato forti doti di Leadership grazie al mio excursus nel Marketing, dove ho svolto innumerevoli test per sviluppare doti di impatto su coloro che rispondono alle mie direttive. Sono inoltre dotato di una forte capacità di Public Speaking, che utilizzo prontamente durante le sessioni di test e i workshop aziendali. Credo che un buon manager debba avere una predisposizione al mentoring e al team working in generale e che debba intervenire per aiutare i membri del team per aumentare il grado di risoluzione dei problemi rinvenuti nell’organizzazione.

Sembrerà ovvio ma non c’è posto migliore dove inserire le soft skills che nella sezione apposita. C’è però una importante precisazione da dover fare rispetto a questa sezione. Come si vede nell’esempio giusto, basta inserire la skills e spiegarne il grado.

 

E’ possibile fare uno strappo alla regola, cercando di ampliare il concetto con poche parole che possono spiegare come sei riuscito a padroneggiare quella determinata capacità.

 

L’esempio sbagliato è proprio l’esempio di chi ha esagerato. L’unica sezione che ha un senso discorsivo, sia nel CV da studente che in un CV all’estero come quello inglese, è quella del profilo. Creare uno sproloquio per le soft skills risulterà fastidioso agli occhi dei recruiters.

 

Dimostra le soft skill nella sezione extra

 

Corsi Extrascolastici e Seminari

Corso di Leadership “Il leader italiano” - Gennaio 2017- Ottobre 2018

Corso di Public Speaking “Parlare in pubblico” - Maggio 2016 - Novembre 2016

 

Anche se risulta più difficile che in altre sezioni, anche la sezione bonus o extra può essere un buono spazio per inserire qualche skill. Come dimostrato nell’esempio, se hai partecipato ad un corso dove ti è stata insegnata quella determinata soft skill, è tutto a tuo vantaggio.

 

Ma, la frequentazione di un workshop non è l’unico modo per inserire queste skill nel tuo CV. Anche se implicitamente, aver vinto un premio da “dipendente del mese” dirà di te che hai un grande senso di appartenenza per l’organizzazione per cui lavori.

 

Questi sono i punti principali per inserire le soft skill nel tuo CV. Ma nella tua candidatura c’è un mondo di possibilità. Potresti fare un test ed inserire questo set di competenze nella cover letter, dato che soprattutto in una candidatura spontanea, c’è bisogno di mettere queste skill in risalto.

 

4. Come accrescere le soft skill

 

Ora che abbiamo visto cosa sono le soft skills e il suo significato, e come inserirle in ogni contesto della tua candidatura è importante comprendere dove poterle apprendere.

 

1. Fare formazione interna, mediante il lavoro

 

E' bene chiedere al datore di lavoro se offre la possibilità di sviluppare queste competenze internamente all'azienda. Un test, o dei seminari aiuteranno te stesso e l'azienda, che capisce l'importanza di accrescere le capacità dei dipendenti.

 

2. Studiare gratuitamente

 

Il progresso tecnologico e la legittimazione di internet come strumento di diffusione della conoscenza, ci permette di sviluppare le nostre skill, anche in maniera gratuita. La piattaforma Learn With Google ti permette di frequentare dei corsi di personal branding per avere successo sul luogo di lavoro, gratuitamente. Devi solo conoscere l'inglese.

 

3. Formarsi con formazione a pagamento

 

Esistono decine di corsi che ti permettono di poter imparare, sia in presenza che da remoto. La frequentazione di questi corsi è spesso importante perché, imparerai da un esperto in quella determinata capacità e avrai modo di fare dei test sui tuoi sviluppi con i tuoi compagni di corso.

 

4. Esercitandoti

 

Una volta studiato e capito tutto ciò che c'è da sapere su skill come la Leadership o il Team Working, esercitati e ricevi un feedback onesto dai tuoi colleghi per poter migliorare rapidamente la tua padronanza di quella capacità.

 

Siamo arrivati alla conclusione, prima di andare, ricordati di non dare per scontato questa categoria di skills e cerca di impararne. Ad oggi, la Society for Human Resource Management ritiene che il circa il 40% della forza lavoro non abbia skills fondamentali come il pensiero critico.

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Siamo così giunti alla fine di questa guida. Adesso sicuramente conoscerai molto di più sul potere delle soft skills e avrai tutto ciò che ti serve per aggiungerne di tue al tuo CV, impreziosendo così la tua candidatura. Prima di andare, un recap ti aiuterà:

 

  • Sono un motore fondamentale per il mercato del lavoro e per ogni lavoratore in generale. Sono uno degli elementi che aiuterà a distinguerti tra altri candidati parimenti 
  • Esistono molti tipi di competenze: di efficacia personale, relazionali, di impatto, di realizzazione e cognitive 
  • Puoi inserire le competenze trasversali all’interno del tuo CV in tutte le sezioni
  • Le skill non sono innate, ma si sviluppano così come qualsiasi delle hard skills. Esistono vari modi per accrescere queste competenze, che dovresti imparare e affiancare alle tue conoscenze tecniche nel tuo CV

 

Siamo arrivati alla fine! Adesso sai davvero tutto sulle hard skills. Puoi lasciarci un commento per dirci quali sono le soft skills che secondo te sono le più importanti in assoluto. Se hai bisogno di un suggerimento per il tuo CV, scrivici nei commenti e ti risponderemo appena potremo. Ci vediamo!

Valuta questo articolo: soft skills
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Marco Di Martino
Marco Di Martino
Marco è un Copywriter italiano con anni di esperienza in Marketing e Comunicazione. In Zety si occupa della realizzazione dei contenuti per il mercato italiano: Curriculum vitae e lettere di presentazione adatte al mercato del lavoro del bel paese.

Articoli simili