Il mio account
Competenze linguistiche per il CV: le lingue nel curriculum

Competenze linguistiche per il CV: le lingue nel curriculum

Se al ristorante cinese ordini in mandarino e guardi film slovacchi senza bisogno di Google Translate, ecco la guida poliglotta per esaltare le competenze linguistiche sul tuo CV!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

Parlo spagnolo con Dio, italiano con le donne, francese con gli uomini e tedesco con il mio cavallo.

 

Lo diceva Carlo V d’Asburgo, che nel ‘500 sedeva sul trono di un impero che andava dall’Europa al Sud America e sul quale “non tramontava mail il sole”.

 

D’accordo, forse imparare più lingue non ti consentirà di diventare imperatore e indossare una corona scintillante, ma potrebbe comunque dare un bello slancio alla tua carriera.

 

Nonostante traduttori automatici, intelligenze artificiali e correttori, in un mondo globalizzato e sempre più interconnesso la conoscenza delle lingue è ancora uno dei pilastri della crescita professionale, fondamentale per comunicare con gli altri in modo efficace.

 

Continua a leggere (è in italiano, non ti preoccupare) e imparerai a:

  • Valutare le tue competenze linguistiche in modo obiettivo.
  • Inserire le tue abilità di poliglotta sul tuo CV e farle risaltare.
  • Ottenere lavoro grazie alla tua capacità di parlare le lingue straniere.

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum perfetto
Modello di curriculum perfetto

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Le competenze linguistiche possono essere valide in una serie di candidature:

 

 

Ecco altri esempi di curriculum da poter consultare! E ora, un esempio di curriculum!

 

Esempio di competenze linguistiche nel curriculum

 

Michela Riberti

Guida turistica

Via Sardelli 5, 00195, Roma

michel.riberti@mail.it

+39 334 12 34 567

 

Cordiale guida turistica con 5 anni di esperienza per un importante tour operator internazionale, ogni settimana accompagno oltre 250 turisti alla scoperta della città di Roma. Grazie alla conoscenza di Cinese e Giapponese, ho incrementato il numero di gruppi internazionali del 20%, ottenendo oltre 40 recensioni positive nel 2020. Sono desiderosa di offrire le mie competenze storiche, artistiche e linguistiche per Eden Viaggi.

 

Esperienze lavorative

 

Guida turistica

Tour operator Giramondo, Roma

Marzo 2017-oggi

  • Organizzazione di visite guidate in Cinese e Giapponese per oltre 450 turisti a settimana a Roma e dintorni.
  • Aumento delle prenotazioni del mercato asiatico del 30%, grazie all’apertura all’online e ai canali social.
  • Raggiunto accordi con 20 nuove agenzie di viaggio locali nel 2020.
  • Organizzazione di tour virtuali con vendite che superano i 15.000 Euro nell’ultimo semestre.
  • Gestione di viaggi di lavoro e conferenze per oltre 40 aziende.

 

Segretaria di agenzia di viaggio

Agenzia viaggio Il viaggiatore, Roma

Febbraio 2016-Febbraio 2017

  • Gestione di oltre 750 prenotazioni in essere e aumento dei viaggi organizzati per famiglie del 25%.
  • Riorganizzazione del mercato egiziano, che ha fatto registrare un’impennata di +25% nel primo trimestre grazie alla campagna social.
  • Contatto diretto con oltre 1.200 strutture in inglese e francese per la chiusura dei contratti di collaborazione.
  • Meeting con 4 tour operator internazionali per aumentare i servizi offerti al cliente.

 

Educazione

 

Laurea magistrale in lingue orientali

Università Ca’ Foscari di Venezia

2012-2017

Valutazione finale 110/110

  • Semestre di scambio culturale all’Università di Kyoto, Giappone, 2016.

 

Diploma di liceo linguistico

Scuola Superiore Carlo I, Roma

2008-2012

Voto finale: 100/100

 

Competenze

 

  • Capacità comunicative
  • Attitudine al cliente
  • Cordialità e gentilezza
  • Conoscenze storiche e artistiche
  • Storytelling
  • Attività di interprete
  • Traduzione simultanea
  • Gestione di gruppi

 

Certificazioni

 

  • Corso di interpretariato di conferenza (40 ore), Roma, 2018.
  • Corso di gestione del turismo, 4 incontri, Roma, 2021.

 

Lingue

 

  • Inglese C1
  • Giapponese N4, JLPT, Roma, 2019
  • Cinese IV, HSK, Roma, 2020

 

1. L’importanza delle competenze linguistiche

 

È davvero così essenziale conoscere le lingue straniere? Beh, ovviamente dipende da che mestiere andrai a fare e dalla località: un panettiere di Reggio Emilia non avrà infatti la stessa necessità di destreggiarsi con le lingue straniere di un cameriere di Milano Marittima.

 

A prescindere da quale sia la tua professione, la tua conoscenza delle lingue offre ai selezionatori un quadro più esaustivo su di te e sulle tue abilità e, anche se alle volte non si tratta di un requisito necessario nell’offerta di lavoro, è pur sempre un valore aggiunto.

 

Secondo le ricerche presentate dall’Unione Europea nel rapporto Languages for Job infatti, il mercato del lavoro europeo punta da anni in direzione del multilinguismo, con l’obiettivo di ridurre le distanze culturali e lavorative tra gli stati membri.

 

E se il 70% delle aziende italiane richiede la conoscenza di almeno una lingua straniera, non è poi così facile trovare candidati che abbiano queste caratteristiche: a livello di inglese, secondo le statistiche di EF, il Bel paese si posizione ben lontano dal podio, intorno al 30° posto.

 

Not that good, isn’t?

 

2. Perché inserire le competenze linguistiche nel tuo CV

 

Inserire le tue competenze linguistiche nel CV ti permetterà allora un bel salto di qualità, permettendoti di:

      • Acquisire punti e fare bella figura durante un colloquio di lavoro.
      • Dimostrare di essere una persona che ha sempre voglia di imparare.
      • Mostrare un atteggiamento aperto nei confronti delle altre culture.
      • Collaborare in modo efficace con i colleghi all’estero.
      • Trovare un lavoro al di fuori dell’Italia.

 

Ma per poter inserire le tue abilità linguistiche tra le competenze professionali del curriculum, se non hai acquisito certificazioni particolari, avrai bisogno di darne una valutazione chiara e univoca.

 

A questo proposito, alla fine degli anni ‘90 l’Unione Europea ha introdotto il QCER, il quadro comune di riferimento, per permettere valutazioni il più possibile oggettive; l’obiettivo è di dare una linea a comune a lingue che hanno costruzioni e strutture anche molto differenti tra di loro.

 

Quindi, niente “inglese soddisfacente” o “tedesco decoroso”, ma categorie ben precise che indichino con precisione il tuo livello di competenza. Ecco quali sono:

      • A1 - Principiante
      • A2 - Elementare
      • B1 - Intermedio
      • B2 - Intermedio superiore
      • C1 - Avanzato
      • C2 - Padronanza

 

I livelli A rientrano nella categoria elementare, i livelli B sono intermedi e i livelli C avanzati. Il tuo posizionamento dipenderà anche dalla commistione di diversi parametri:

      • Comprensione, a sua volta divisa in ascolto e lettura.
      • Parlato, con interazione orale e produzione orale.
      • Produzione scritta.

 

Ecco allora un esempio per inserire le lingue parlate nel CV in modo corretto:

 

Esempio di competenze linguistiche nel curriculum

GIUSTO

Competenze linguistiche

 

  • Inglese livello B2
  • Francese livello B1
SBAGLIATO

Competenze linguistiche

 

  • Tedesco buono
  • Spagnolo comunicativo

Nell’esempio corretto, chi legge il tuo curriculum moderno avrà una idea precisa del livello: se usi invece termini di valutazione generici, quello che per te potrebbe essere uno standard soddisfacente potrebbe non esserlo per il tuo selezionatore, che non avrebbe modo di stabilire le tue reali capacità.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

3. Come dimostrare le competenze linguistiche sul tuo CV

 

Oltre alla sezione dedicata alla fine del tuo curriculum, puoi facilmente disseminare indizi sulle tue competenze linguistiche anche quando parli di esperienze lavorative ed educazione.

 

Per farlo, cita situazioni che hai gestito o risultati ottenuti grazie alla tua conoscenza delle lingue straniere, dimostrando così di aver acquisito una lingua, non soltanto averla appresa a scuola.

 

Ecco qualche esempio per darti una idea:

 

Competenze linguistiche nella sezione lavoro del curriculum vitae

GIUSTO

Customer service agent

PrenotazioniOnline S.R.L., Genova

Giugno 2018-2020

  • Gestione di telefonate e chat in inglese, francese e tedesco.
  • Diminuzione dei reclami del 10%.
  • +40 recensioni positive da clienti stranieri.
  • Contatti con i provider in Francia e Spagna.

Come puoi vedere nell’esempio, il candidato lascia trasparire la sua capacità di lavorare utilizzando le lingue straniere a contatto con clienti madrelingua.

 

Anche una esperienza di lavoro all’estero potrebbe rivelarsi estremamente proficua, dato che è una prova empirica che sei in grado di destreggiarti al di fuori della tua lingua madre.

 

Ecco quindi a good example:

 

Competenze linguistiche sul CV con esperienza all’estero

GIUSTO

Chef de rang

Enjoy your meal restaurant, Londra

Ottobre 2019-Giugno 2020

  • Contatto diretto con oltre 200 clienti ogni giorno.
  • Ordini ai tavoli in inglese, francese e italiano.
  • Gestione di un team di 8 camerieri di differenti nazionalità.
  • Aumento delle recensioni positive del 10% in sei mesi.

Una esperienza all’estero può dunque rivelarsi molto significativa ed importante per il tuo CV Europeo in Inglese: oltre alla lingua puoi anche dimostrare di essere una persona intraprendente e aperta a culture diverse dalla tua.

 

Ma se non hai ancora ottenuto esperienze lavorative particolarmente significative?

Pas de souci! In questo caso potresti concentrarti allora sulle tue esperienze scolastiche: uno scambio all’estero o un corso di eccellenza potrebbero diventare un’arma in più.

 

Ecco un esempio per un neolaureato:

 

Competenze linguistiche nella sezione educazione del CV

GIUSTO

Laurea triennale in Scienze della Comunicazione

Università di Bari

2015-2020

Valutazione finale: 110/110

  • Un anno di studi all’estero con il progetto Erasmus all’Università di Parigi, 2018.
  • Doppia laurea in italiano e francese conseguita presso l’Università di Lione, 2020.
  • Corso di eccellenza “Francese per la comunicazione pubblica”, Lione, 2020.

Et voilà, il tuo curriculum è ora un bijou!

Il consiglio dell’esperto: se stai cercando lavoro all’estero, anche l’italiano diventa una lingua da inserire nel tuo curriculum. Puoi indicarla con il termine “madrelingua” o “parlante nativo”.

4. Le certificazioni linguistiche nel tuo CV

 

Prima regola di un curriculum: non puoi solo dire, devi dimostrare! E cosa c’è di meglio di un istituto straniero o una università che certifichi la tua reale conoscenza di una lingua?

 

Ecco allora un breve elenco delle lingue straniere più richieste e relative attestati per corsi e certificazioni linguistiche che è possibile ottenere superando un esame:

      • Inglese - Cambridge, TOEFL, IELTS e TOEIC
      • Francese - DELF e DALF
      • Spagnolo - DELE e SIELE
      • Tedesco - Goethe Institut
      • Portoghese - CAPLE
      • Russo - TORFL
      • Cinese - HSK
      • Giapponese - JLPT

 

Considera che nel mondo ci sono 141 lingue riconosciute e oltre 6.000 dialetti, per cui non avrai che l’imbarazzo della scelta!

 

E in questa Babele di lingue, qualunque sia la certificazione ottenuta, avrai tutto il diritto di metterla in bella mostra sul CV e anzi, alcuni datori di lavoro potrebbero anche richiederne una copia come prova delle tue reali abilità.

 

Ecco allora come valorizzare le tue fatiche:

 

Certificazioni linguistiche sul tuo curriculum

GIUSTO

Certificazioni

 

  • Inglese C1 Advanced, Cambridge Assessment, 2020.
  • Giapponese N3, pari a livello B2 QCER, 2018.

Fai attenzione: per alcuni esami, come ad esempio il TOEFL, dovrai anche indicare il punteggio finale, dato che si basano su una scala di valutazione differente e alcuni datori di lavoro e università richiedono un punteggio minimo in fase di selezione.

 

5. Gli errori più comuni sulle competenze linguistiche del tuo CV

 

Vedo che ha scritto nel suo CV che parla correttamente il portoghese. Possiamo continuare il colloquio con il mio collega di Rio de Janeiro?

 

Se ti infili la divisa del Brasile e ti esibisci in citazioni di Fernando Pessoa in lingua originale farai un figurone, ma cosa succede se forse sul tuo curriculum avevi esagerato un pochettino e conoscevi solo la formazione del Portogallo nella finale degli Europei del 2016?

 

Per evitare brutte figure e ottenere solo un dir lhe emos algo, forse sarebbe meglio cercare di essere il più obiettivo possibile nel tuo curriculum efficace. Tieni presente due punti chiave:

      • Non dire bugie o ne pagherai le conseguenze al colloquio, perdendo di credibilità.
      • Non sopravvalutare le tue qualità solo perché una volta hai visto al cinema un film originale con i sottotitoli.

 

Quando andrai a indicare il tuo grado di competenze linguistiche sii sincero, partendo dalle lingue con il livello più alto e andando a inserire poi quelle che mastichi un po’ meno.

 

Tieni anche presente che, un po’ come era il francese ai tempi di Napoleone, oggi l’inglese è considerato da moltissime aziende un prerequisito, da inserire dunque bene in vista. 

Il consiglio dell’esperto: scrivere sul curriculum che hai conoscenza a livello A1 di Bulgaro equivale a dire che conosci i saluti, i numeri e magari anche i colori. Se hai già altre competenze linguistiche questo dimostra la tua apertura verso altri idiomi e culture, ma se è l’unica che conosci allora è più conveniente soprassedere e puntare su altri cavalli di battaglia.

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Rivediamo allora ancora una volta i punti chiave legati alle tue competenze linguistiche:

      • Inserisci le tue competenze linguistiche nella sezione dedicata; puoi comunque citare le tue abilità con le lingue straniere anche nei paragrafi dedicati alle esperienze lavorative e all’educazione.
      • Parti dalle lingue più importanti, come l’inglese, e aggiungi le altre in ordine di competenza.
      • Se non conosci lingue straniere non mentire e anzi evita questo paragrafo.
      • Se hai una certificazione linguistica inseriscila nel tuo curriculum.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima! Ciao!

Valuta questo articolo: competenze linguistiche
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili