Il mio account
CV insegnante: esempio di curriculum vitae docente e maestra

CV insegnante: esempio di curriculum vitae docente e maestra

Se la campanella non smette mai di suonare e provi una segreta soddisfazione per i compiti in classe a sorpresa, ecco il manuale per scrivere un CV da insegnante a prova d’esame!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza.

 

Al cospetto di Ulisse nel XXVI Canto della sua Commedia, difficilmente Dante si aspettava che gli insegnanti dovessero compiere un arduo e tortuoso viaggio attraverso il girone infernale degli studenti ripetenti, giù fino al cerchio delle false giustificazioni e ancora più giù nella bolgia delle interrogazioni programmate.

 

Maestri d’asilo o di scuola elementare, docenti di scuole medie o superiori, fino all’università: se vuoi passare l’esame finale e uscire a riveder le stelle avrai bisogno del tuo Virgilio: ecco in tuo soccorso la guida per costruire un perfetto CV da insegnante che aprirà le porte del Paradiso!

 

Continua a leggere e vedrai come:

 

  • Valorizzare gli anni spesi tra i banchi di scuola e dietro a una cattedra.
  • Costruire un efficace curriculum vitae da insegnante in meno di tre Cantiche.
  • Restare a scuola anche dopo il suono della campanella!

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum da insegnante
Modello di curriculum da insegnante

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Hai bisogno qualche altra dritta? Dai un'occhiata anche a:

 

 

Esempio di CV da insegnante

 

Marianna Rivetti

Docente di scuola media in matematica e scienze

Via Salvemini 32, 36100, Vicenza (VI), Italia.

marianna.rivetti1@mail.it

+39 329 45 78 963

LinkedIn: linkedin.com/in/marivetti

 

Premurosa docente di matematica e scienze con 11 anni di esperienza nell’insegnamento. Ho avuto il privilegio di lavorare a fianco di oltre 500 ragazzi, rimanendo gratificata dai successi raggiunti dai miei studenti. Ho sviluppato metodi innovativi per avvicinarmi alle esigenze dei giovani, aumentando le lezioni con la LIM del 20% e introducendo l’utilizzo del software Mathlab, aumentando la media voti degli studenti di 1 punto percentuale.

Vorrei contribuire agli alti standard del vostro storico istituto, offrendo i miei innovativi metodi di insegnamento.

 

Esperienze lavorative

 

Docente di matematica e scienze

Scuola media privata Petrarca, Vicenza

Settembre 2010-oggi

  • Elaborazione di strategie alternative con l’introduzione del software Mathlab
  • Aumento delle valutazioni degli studenti di 1 punto grazie a esercitazioni personalizzate.
  • Contatto diretto con i genitori e aumento del grado di soddisfazione del 10% riscontrato tramite i sondaggi dell’istituto. 
  • Organizzazione del concorso regionale studentesco “Piccolo Einstein” per la promozione delle scienze, a cui ogni anno prendono parte oltre 200 studenti.
  • Utilizzo della LIM per spronare gli studenti allo studio delle scienze.

 

Docente supplente di matematica e scienze

Scuola media privata Agostino, Venezia

Settembre 2009-Aprile 2010

  • Introduzione del corso English Science in collaborazione con il docente di inglese, al quale hanno partecipato 50 studenti delle classi di terza.
  • Aiuto a oltre 20 studenti con difficoltà in matematica a raggiungere la sufficienza entro la fine dell’anno con programmi personalizzati.
  • Attività di integrazione tra studenti italiani e stranieri con la creazione di una squadra di calcio della scuola insieme al docente di educazione fisica.
  • Aumento delle ore di laboratorio del 20%, con lezioni stimolanti e pratiche per i miei studenti.

 

Educazione

 

Laurea magistrale in Scienze della natura e dell’uomo

Università di Padova

2003-2008

Voto di laurea: 110/110

 

Competenze

 

  • Gestione della classe e degli studenti più indisciplinati. 
  • Programmazione: equilibrio tra le lezioni frontali e di laboratorio. 
  • Utilizzo del software Mathlab e della LIM per creazione di modelli semplici per gli studenti delle scuole medie. 
  • Affiancamento degli studenti con disabilità.
  • Story telling per trasmettere entusiasmo agli studenti. 
  • Capacità comunicative, mantenendo un rapporto costante e puntuale con i genitori. 

 

Certificazioni

 

  • Corso di formazione DSA (40 ore), Venezia, 2016.
  • “Tecniche di problem solving per la classe”, seminario di 30 ore, Padova, 2018.
  • Corso di formazione “Insegnanti digitali 2.0” (50 ore), 2020

 

Lingue

 

  • Italiano madrelingua
  • Inglese livello B2

  

Vediamo ora nel dettaglio come fare a costruire un curriculum su misura per te!

 

1. Impagina il tuo CV da insegnante

 

Quante volte per correggere un compito in classe di un tuo studente ti sei dovuto rivolgere a un esperto di lingue antiche? 

 

Ebbene, evitiamo adesso di fare lo stesso errore! Il tuo curriculum ha delle regole precise: deve essere impaginato in modo chiaro, ordinato e le informazioni chiave devono essere immediatamente visibili.

 

Ecco allora come impostare il formato del tuo CV per insegnante:

 

  • Utilizza l’ordine cronologico inverso: parti dalle esperienze più recenti e vai a ritroso nel tempo.
  • Imposta i margini a 2,5 cm da ogni lato del foglio.
  • Utilizza un carattere classico ed evita i corsivi: Arial o Verdana sono la tua arma vincente.
  • Il carattere del CV avrà una dimensione di 11 o 12 punti, con una interlinea di 1,15.
  • Anche se sei un insegnante di lettere, non scrivere frasi troppo lunghe e articolate: prediligi invece gli elenchi puntati, da 4 a 6 punti per ogni elenco.
  • Quantifica il più possibile i tuoi risultati, fornendo numeri e statistiche.
  • Salva il tuo curriculum in pdf, per mantenere intatte le tue formattazioni.

 

Rispetta con attenzione queste linee guida o anziché affrontare un colloquio ti toccherà andare dietro alla lavagna!

Il consiglio dell’esperto: sappiamo bene che spesso gli insegnanti si trovano impelagati in decine di supplenze, rendendo il CV potenzialmente molto lungo. Tu hai a disposizione una pagina per il CV, massimo due. Concentrati sui risultati raggiunti piuttosto che elencare ogni singola sostituzione.

2. Racconta la tua esperienza lavorativa nel CV da insegnante

 

Come evidenziano i dati del Miur per il 2020, in Italia ci sono oltre 850.000 insegnanti e molti dei posti di lavoro sono già assegnati.

 

Capirai bene che con tutta questa concorrenza, se vuoi qualche chance dovrai giocare al meglio le tue carte.

 

In questa sezione avrai allora l’opportunità di raccontare le tue esperienze professionali e dovrai farlo in modo tale che, sfogliando il tuo curriculum, il preside si metta in piedi sulla sedia ed esclami: “O capitano! Mio capitano!”.

 

Vediamo quali regole seguire:

 

  • Parti dalle esperienze più recenti, cercando di individuare le più affini con l’offerta di lavoro.
  • Per ogni esperienza lavorativa indica nome dell’istituto, mansione, luogo e periodo di tempo.
  • Invece di scrivere fiumi di parole, utilizza un elenco puntato con 4-6 punti che descrivano le tue mansioni.
  • Più che ciò che facevi, cerca di concentrarti sul come lo facevi: offri al selezionatore numeri e dati per poter valutare in modo oggettivo quando vali.
  • Utilizza i verbi di azione.

 

Vediamo insieme qualche esempio:

 

Esempi di sezione lavorativa nel CV da maestra

GIUSTO

Maestra di scuola materna

Scuola dell’infanzia Don Bosco, Belluno

Settembre 2016-oggi

 

  • Gestione di 20 bambini dai 3 ai 5 anni.
  • Organizzazione di visite al parco e al mulino di Belluno insieme ai genitori dei bambini per mantenere rapporti saldi con le famiglie.
  • Affiancamento di 3 bambini affetti da autismo e lavoro personalizzato per lo sviluppo grazie al gioco.
  • Aumento delle iscrizioni di bambini nella nostra struttura del 10% grazie all’introduzione di laboratori di cucina e teatro.
  • Introduzione del progetto di continuità “Vado a scuola” realizzato insieme agli insegnanti della scuola elementare.
SBAGLIATO

Maestra di scuola materna

Scuola dell’infanzia Don Bosco, Belluno

Settembre 2016-oggi

 

Lavoro con i bambini con amore e passione. Mi occupo di:

  • Cura dei bambini.
  • Laboratori creativi.
  • Giochi educativi.

Andiamo ad analizzare i due esempi: nel caso corretto la candidata non stila solo un elenco di mansioni di cui si è occupata, ma cerca anche di portare esempi concreti e numeri che diano l’idea di quanto è riuscita a realizzare durante l’esperienza a contatto con i bambini.

 

Nel caso scorretto, la candidata descrive solo alcune mansioni. Prova a metterti nei panni del selezionatore e ti renderai conto di quanti curriculum riceve ogni giorno con le stesse informazioni generiche; anziché spiccare, diventerai uno dei tanti candidati.

 

Gli stessi principi si possono applicare anche a un candidato con meno esperienza, magari con un CV da neolaureato:

 

Esempio di sezione lavorativa nel CV da insegnante di scuola primaria alle prime esperienze

GIUSTO

Maestra tirocinante di scuola elementare

Scuola privata Madre Teresa, Parma

Ottobre 2020-oggi

 

  • Oltre 200 ore di assistenza nelle lezioni frontali della quarta elementare.
  • Raggiungimento di tutti gli obiettivi di tirocinio in base al modello MARC.
  • Costruzione di un rapporto aperto e amichevole con i genitori dei bambini.
  • Introduzione del laboratorio di ceramica a cui hanno aderito 20 bambini insieme ai loro genitori.
SBAGLIATO

Maestra tirocinante di scuola elementare

Scuola privata Madre Teresa, Parma

Ottobre 2020-oggi

 

  • Supporto alle maestre.
  • Giochi di integrazione.
  • Lezioni di matematica.
  • Correzione compiti.
  • Interrogazioni.

Come vedi il fatto di essere alle prime armi non significa che tu non possa raccontare di te, offrire dati concreti e dimostrare quanto sei efficiente e dinamico.

 

Anche in questo secondo esempio, il selezionatore non ha l’opportunità di valutare direttamente i risultati ottenuti durante il tirocinio. Una importante esperienza di crescita personale e lavorativa si trasforma così in una occasione sfumata.

 

3. Inserisci l’istruzione nel tuo CV da insegnante

 

Una domanda per lei, Signor Potter: “Cosa ottengo se aggiungo della radice di asfodelo in polvere in un infuso di artemisia?”.

 

Che tu sia un appassionato docente di lettere per le scuole superiori o un severo insegnante di pozioni, è indubbio come la tua preparazione non possa certo passare inosservata, considerando che si tratta di un lavoro in cui la formazione è continua ed essenziale.

 

Ecco allora come inserire correttamente gli anni passati suoi libri di testo nella sezione dell'istruzione del tuo CV per insegnante:

 

  • Indica la tua università, l’anno di inizio e fine degli studi e il luogo.
  • Inserisci la tua valutazione sul CV, soprattutto se è molto positiva.
  • Se ancora non hai molta esperienza sul campo, può essere utile indicare anche le esperienze extrascolastiche, come seminari o corsi di approfondimento al quale hai partecipato.

 

Andiamo a vedere un esempio:

 

Educazione: esempio nel CV da docente (con esperienza)

GIUSTO

Laurea Magistrale in Lettere e Filosofia

Università del Piemonte Orientale, Vercelli

2003-2008

Valutazione finale: 110/110

 

  • Abilitazione all’insegnamento Classe A-11, conseguita il 27/07/2009, Vercelli
 

Se ti sei laureato da poco o hai addirittura un CV con università ancora in corso, potresti inserire qualche elemento aggiuntivo, come di seguito: 

 

Educazione: esempio nel CV da docente (neolaureato)

GIUSTO

Laurea Magistrale in Matematica e Fisica

Università di Torino, Torino

2015-2020

Valutazione finale: 108/110

 

Tesi di laurea: “La luce: uno studio del dualismo onda-particella”

  • Abilitazione all’insegnamento Classe A-20, conseguita il 30/10/2020, Torino.
  • Secondo posto al concorso di robotica “Wall-E” indetto dal politecnico di Milano.
  • Borsa di studio “Newton”, comprensiva di un semestre di studi all’MIT di Boston.

Dato che il secondo candidato ha meno esperienza nel mondo del lavoro, si è concentrato su tutti quegli elementi salienti che contraddistinguono la sua carriera scolastica.

Il consiglio dell’esperto: se sei alla tua prima esperienza nell’insegnamento, puoi invertire questa sezione con la precedente, concentrandoti maggiormente sui tuoi successi scolatici.

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

4. Dedica una sezione alle tue competenze nel tuo CV da insegnante

 

Al contrario di tanti luoghi comuni, sappiamo bene che essere insegnante non significa smettere di lavorare una volta suonata la campanella.

 

Si tratta invece di un lavoro continuo di ricerca, approfondimento e innovazione. Senza contare le ore spese a casa a preparare le lezioni e a correggere i compiti!

 

Quali sono allora le competenze fondamentali per un insegnante per candidarsi al Global Teacher Prize 2021?

 

Vediamo un possibile elenco:

 

Elenco di competenze per il tuo CV da insegnante

 

  • Organizzazione
  • Ascolto
  • Pianificazione
  • Pazienza
  • Tolleranza
  • Empatia
  • Leadership
  • Competenze digitali
  • Conoscenza della materia
  • Risoluzione dei conflitti

 

Questo è solo un assaggio delle competenze professionali possibili, ma ne esistono a decine! Possiamo anche applicare una distinzione ben definita tra le competenze tecniche, le hard skills, e le soft skills o competenze trasversali:

 

  • Le hard skills sono le competenze che si apprendono durante la carriera lavorativa, specializzandosi in un determinato settore.
  • Le soft skills sono invece le competenze relative al lato umano e comunicativo e possono essere spendibili in ogni attività lavorativa.

 

Sarà molto difficile che tu le possieda tutte, ma dovrai trovare il modo di elencare quelli che ritieni essere i tuoi punti di forza, cercando allo stesso tempo di andare incontro alle esigenze dell’azienda.

 

Ecco un compito a casa che potrebbe tornarti utile:

 

  • Compila una lista con tutte le tue competenze personali significative.
  • Apri l’offerta di lavoro alla quale sei interessato e cerca le competenze richieste.
  • Incrocia le liste ed evidenzia le competenze in comune: saranno quelle su cui puntare forte per ottenere l’impiego!

 

Vediamo qualche esempio pratico:

 

Esempi di competenze per il CV da docente di scuola superiore

GIUSTO
  • Competenze psicopedagogiche
  • Profonda conoscenze della materia
  • Integrazione interculturale
  • Programmazione web JavaScript
  • Role playing e brainstorming
  • Applicazione del metodo Steiner
  • Lezioni con LIM

Probabilmente se sei ancora alle prime esperienze non avrai così tante competenze tecniche, ma avrai sempre ampio margine di manovra nell’ambito delle soft skills. Ecco come potresti fare: 

GIUSTO
  • Cordialità
  • Serietà e puntualità
  • Conoscenza dei social media
  • Cura del dettaglio
  • Organizzazione dei tempi di lavoro

Ricordati: non sottovalutare nessuna delle tue competenze, ma cerca sempre affinità con quelle richieste dall’istituto per il quale ti stai candidando.

 

Come puoi vedere dagli esempi, la decisamente inflazionata “conoscenza del pacchetto Office” non è la tua unica arma a disposizione.

Il consiglio dell’esperto: le competenze richieste per un insegnante vanno di pari passo con i cambiamenti della nostra società. Di tanto in tanto puoi dare anche una occhiata ai report pubblicati sul sito del Ministero per essere aggiornato sulle richieste della scuola.

5. Prepara una sezione extra sul tuo CV da insegnante

 

Se non vuoi essere etichettato peggio della Signorina Trinciabue in Matilda, ti conviene costruire questa sezione come si deve!

 

Qui puoi davvero dare spazio a tutte quelle qualità e competenze che non sei riuscito a esprimere nelle sezioni precedenti, trasmettendo passione e motivazione ai tuoi selezionatori.

 

Parliamo di:

 

 

Anche se sei libero di spaziare, ricordati del principio di rilevanza rispetto all’offerta per cui desideri candidarti: per capirci, se vuoi lavorare in un asilo nido, la tua sfrenata passione per la lotta libera potrebbe non essere in cima alla lista delle aspettative del direttore della struttura.

 

Vediamo allora come impostare efficacemente questa sezione:

 

Sezione extra: esempio per il tuo CV da insegnante (con esperienza)

GIUSTO

Certificazioni

 

  • Corso di formazione “Problem solving”, dott. Michelis, Roma, 2018
  • Corso uso didattico della LIM, Latina, 2020
  • Seminario sull’integrazione degli studenti stranieri, Roma, 2016
  • Seminario “Didattica Bes, per l’inclusione”, Torino, 2015

 

Ruoli ricoperti

 

  • Docente Tutor per tirocinanti in Scienze della Formazione Primaria dal 2008
  • Responsabile area INVALSI dal 2018
SBAGLIATO

Sono insegnante da molti anni alle scuole medie dove ho avuto modo di ricoprire alcune cariche all’interno dell’istituto.

 

Grazie alla assidua frequenza di corsi di aggiornamenti e seminari, sono in grado di rimanere al passo con i tempi e di offrire le mie competenze nel modo migliore.

 

Seppure molto indicativa, questa sezione deve risultare schematica e concreta. Come vedi nell’esempio, il primo candidato comunica tutte le informazioni in modo diretto e puntuale ma senza dilungarsi troppo, mentre il secondo rimane vago e si perde frasi anonime.

 

Vediamo un esempio di candidato con meno esperienza: 

 

Sezione extra: esempio per il tuo CV da insegnante (neolaureato)

GIUSTO

Attività

 

  • Animatore dal 2015 per il centro estivo “Il boschetto felice” per bambini dai 6 ai 13 anni, Milano.
  • Donatore di sangue Avis con oltre 20 donazioni e volontario della Croce Rossa Italiana dal 2018.
  • Autore del libro per bambini “Il trenino”, edito nel 2016 da EdiBimbo.

 

Certificazioni

 

  • Celta Certificate in Teaching English to speakers of other languages, Cambridge, 2020
SBAGLIATO
Adoro ascoltare la musica, leggere libri e fumetti e guardare film. Mi piacciono i cani e i gatti, anche se sono allergico. Faccio parte di alcune associazioni di volontariato per aiutare le persone meno fortunate di me.

Partiamo dal secondo esempio: il candidato racconta i suoi hobby, ma non sono un valore aggiunto e non danno davvero l’idea di quale potrebbe essere la tua personalità. 

 

Il primo candidato raccoglie invece le sue esperienze facendo capire di essere una persona disposta a mettersi al servizio degli altri.

 

6. Racconta chi sei: il profilo nel tuo CV da insegnante

 

Siamo quasi arrivati alla fine della stesura del tuo curriculum da insegnante, e allora torniamo all’inizio!

 

No, non sei rimandato a settembre, abbiamo solo lasciato per ultima una sezione critica: il tuo profilo.

Il profilo del CV è il tuo biglietto da visita, un compendio di tutte le tue migliori qualità e maggiori risultati ottenuti nel corso del tempo che abbiano una rilevanza con l’offerta alla quale ti stai candidando.

 

Immagina di dover entrare in quarta B per la prima volta per una supplenza: se non sarai convincente, quegli scapestrati non ti prenderanno mai sul serio!

 

Vediamo allora come fare costruire un profilo degno di un professore di Harvard:

 

  • Leggi con attenzione l’offerta di lavoro e analizza il contenuto.
  • Rileggi il tuo curriculum vitae e trova i punti di forza e i maggiori successi secondo il principio della rilevanza.
  • Condensa il tutto il 3 o 4 frasi che sappiano raccontare il meglio che puoi offrire.

 

Andiamo a vedere qualche esempio concreto: 

 

Esempio di profilo nel CV da docente di scuola secondaria (con esperienza)

GIUSTO

Carismatico insegnante di inglese con 10 anni di esperienza nelle scuole superiori.

 

Negli ultimi 3 anni sono diventato esaminatore certificato di Cambridge, verificando le conoscenze linguistiche di oltre 400 candidati. Grazie all’introduzione del metodo Burlington, ho portato al successo oltre il 95% dei miei studenti. Dallo scorso anno sono anche docente di Business English, tenendo corsi per oltre 80 dipendenti Telecom.

 

Sono desideroso di mettere a disposizione le mie competenze linguistiche per il vostro illustre istituto.

 
SBAGLIATO
Sono un docente di inglese bilingue e lavoro da molti anni nel campo dell’insegnamento delle lingue straniere. Ho lavorato a contatto con i giovani, ma anche per alcuni importanti aziende italiane. Sono anche disponibile a lezioni private e gli studenti sono sempre molto soddisfatti.

Nell’esempio corretto, il candidato racconta i suoi punti di forza, fornendo dati significativi per far immediatamente comprendere a chi leggerà il suo CV che cosa è in grado di fare. Nel secondo esempio invece ancora una volta il candidato sceglie la via del mero elenco, dando l’idea di non avere grandi risultati da mostrare.

 

Diamo un’occhiata a un altro esempio, questa volta per un candidato con meno esperienza: 

 

Esempio di profilo nel CV da docente di scuola secondaria (neolaureato)

GIUSTO

Giovane e intraprendente insegnante con 1 anno di esperienza nella scuola media. 

 

Da sei mesi lavoro a contatto con 15 ragazzi dislessici e ho studiato un programma di lavoro alternativo utilizzando il software GECO, che ha aumentato le loro valutazioni di oltre il 20%.

 

Ho organizzato due serate di incontri per sostenere e consigliare i genitori di questi ragazzi, che hanno contattato il preside per complimentarsi per i risultati raggiunti.

 

Desidero raggiungere i vostri studenti con il mio progetto educativo.

SBAGLIATO
Lavoro a contatto con i ragazzi da un anno e ho ancora tanta voglia di crescere e imparare. Non mi spaventa il lavoro e non mollo alla prima difficoltà. Se me ne darete l’occasione, non deluderò le vostre aspettative.

Anche senza avere troppa esperienza alle spalle, nel primo esempio la candidata si concentra sul suo maggior successo e spiega in quale modo è riuscita a raggiungere il risultato, offrendo a chi legge delle competenze concrete.

 

Nel secondo caso, la candidata scrive quelle che potremmo definire delle “frasi fatte” che, anche se scritte con le migliori intenzioni, suonano più come una supplica che come una proposta di collaborazione bidirezionale.

Il consiglio dell’esperto: non inviare curriculum a ripetizione per ogni offerta alla quale sei interessato, ma sforzati di personalizzare il tuo CV in base alle necessità del tuo futuro datore di lavoro.

7. Aggiungi la liberatoria per il trattamento dei dati sul CV da insegnante

 

Questa piccola parentesi per ricordati di rispettare le leggi italiane!

 

Per poter utilizzare i dati presenti sul tuo CV, i selezionatori dovranno avere il tuo permesso.

In questo caso, ricordati semplicemente di aggiungere queste due righe in fondo al tuo curriculum:

 

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel CV ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

 

In questo modo non rischierai di vedere andare in fumo offerte di lavoro per un errore veniale.

 

8. Allega la lettera di presentazione al tuo CV da insegnante

 

Se hai seguito tutte queste istruzioni, dovresti avere in mano un curriculum sfavillante degno di Stephen Hawking!

 

Per essere sicuro di non piombare in un buco nero, potresti però tirare fuori un’arma segreta: la tua lettera di presentazione da insegnante!

 

Come consigliato infatti dalle maggiori aziende di recruitment, la lettera di presentazione, o cover letter, permette ai selezionatori di conoscere un po’ di più chi sei e che cosa hai da offrire.

 

Vediamo però come scriverla correttamente, per evitare che si trasformi solo in una formalità:

 

  • Scegli un tono formale e professionale.
  • Racconta di te senza essere troppo prolisso. La lunghezza massima dovrebbe aggirarsi intorno ai tre quarti di pagina.
  • Usa la stessa impaginazione del tuo curriculum.
  • Sii consistenze con quanto hai detto nel tuo CV: fai attenzione a non contraddirti.
  • Scegli i tuoi punti di forza e raccontati con passione.

 

Ecco fatto! Ora sei pronto a istruire giovani virgulti!

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Facciamo un ultimo ripasso prima dell’interrogazione:

  • Impagina il CV da insegnante con coerenza e chiarezza.
  • Inserisci le tue esperienze lavorative partendo dalle più recenti.
  • Racconta i tuoi successi scolastici.
  • Includi le tue competenze tecniche e trasversali.
  • Aggiungi una sessione extra per le tue ulteriori abilità.
  • Torna indietro e aggiungi il tuo profilo con le informazioni più rilevanti.
  • Allega una lettera di presentazione.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro da insegnante. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima!

Valuta questo articolo: cv insegnante
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili