Il mio account
Esempi e template di elevator pitch [cos'è e come fare il pitch]

Esempi e template di elevator pitch [cos'è e come fare il pitch]

L'elevator pitch rientra nella nobile arte della comunicazione. Il pitch è un discorso estemporaneo, immediato e ben mirato che ti aiuterà a ottenere l'attenzione dei recruiter.

Marco Di Martino
Marco Di Martino
Esperto di Carriere

L'Elevator Pitch è una presentazione che in pochissimi secondi può garantirti un nuovo lavoro, una consulenza o perfino trovare un nuovo cliente per la tua azienda. Studiando il tuo interlocutore potresti garantirti la tua prossima nuova avventura.

 

Ma, diversamente, lo sai che tutti coloro che preparano un pitch e non riescono a strutturarlo bene fanno un gran buco dell'acqua, anzi, compromettono la loro posizione irrimediabilmente? Non preoccuparti, ci siamo qui noi! Nei prossimi 10 minuti avrai modo di leggere questa guida e scoprire:

 

  • Cos'è un elevator pitch
  • Esempi di pitch scritti da professionisti
  • Consigli di esperti per migliorare il tuo discorso da ascensore

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum perfetto
Modello di curriculum perfetto

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Un elevator pitch può essere affiancato da un CV e da una lettera di presentazione, e può servirti come elemento introduttivo nel colloquio. Eccoti delle guide che ti aiuteranno a creare una candidatura completa.

 

 

Con questi articoli riuscirai ad avere un quadro completo di come funziona un processo di candidatura dall’inizio alla fine. 

 

Esempio di elevator pitch generico da usare

 

Sono [nome completo] e sono [professione] con [numero di anni di esperienza] anni di esperienza. Vorrei parlarle di [ciò che intendi fare per aiutare l’impresa a crescere] che avrà un impatto positivo sulle performance aziendali. Mi auguro di poterle dire molto di più in un secondo momento.

 

Ecco uno scheletro di pitch da poter utilizzare come base per poter creare il tuo. Adesso scopriamo subito significato e traduzione di elevator pitch.

 

1. Significato e Traduzione di Elevator Pitch

 

La traduzione letterale di Elevator Pitch è “pitch da ascensore”, o meglio ancora “tiro da ascensore”. Il termine pitch deriva dal baseball, e in traduzione letterale non vorrebbe dire nulla. 

 

Il modo migliore di tradurre Elevator Pitch in Italiano è “discorso da ascensore”, e fa comunque riferimento ad uno short burst, una vampata estemporanea, che in un brevissimo limite di tempo riesca a mettere a proprio agio chi la ascolta, e a vendere te stesso o un’azienda. 

 

In ogni caso, il miglior modo di esporre Elevator Pitch in Italiano è quello inclusivo, ossia, senza tradurre forzatamente il termine. Troverai molte più risorse e letteratura a riguardo.

 

2. Cos’è un Elevator Pitch

 

Un Elevator Pitch è un messaggio, comunicabile sia in forma scritta che in forma orale, della durata di circa 30 secondi, che sintetizza chi sei, cosa fai e perché sei il candidato ideale per un progetto o per una posizione di lavoro, e che ti conoduce a un colloquio di lavoro.

 

Un buon pitch dura in media dai 30 ai 120 secondi,

 

Per capire cos’è un Elevator Pitch torniamo al 1981, quando Philip Crosby ne parlò nel libro “The Art of Getting Your own Sweet Way”: i primi pitch venivano fatti a Hollywood, dove lo sceneggiatore si impegnava a convincere il produttore esecutivo bypassando la catena di comando.

 

Questo discorso deve essere ben preparato e ti può essere utile in ogni circostanza: può servirti ad un evento di networking, ad un cocktail party o ad una fiera di recruiting. Puoi utilizzare l’elevator pitch in preparazione di un colloquio di lavoro come presentazione succinta

 

Informazioni necessarie per un Elevator Pitch

 

Un buon discorso deve rispondere a 4 domande per essere di qualità. Un pitch può essere personale o aziendale, in base alle esigenza, ma ci sono 4 elementi comuni a tutti i discorsi:

 

  1. Chi sei
  2. Cosa offri all’azienda (sia come lavoratore, sia come azienda)
  3. Perché sei diverso dai competitor
  4. Perché stai parlando proprio 

 

Rispondendo a queste quattro domande il tuo discorso sarà una grande proposta di marketing e romperà il ghiaccio. Breve, facile e convincente. 

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

3. Esempi di Elevator Pitch

 

Ecco alcuni esempi di Elevator Pitch che potrai utilizzare come base per creare la tua:

Consiglio dell’esperto: Prima di iniziare il tuo elevator pitch in un colloquio di lavoro, ricordati di porgere una copia del tuo curriculum in PDF. Il builder di Zety ti offre la possibilità di scaricare copie diverse del template di CV, e lasciando inalterato il testo. 

Esempio di Elevator Pitch personale

 

Sono Antonio Bertachio, e sono un cuoco con 10 anni di esperienza nel mondo dell’arte bianca, maestro pizzaiolo con oltre 8 anni di esperienza internazionale che ha lavorato in 3 diversi locali che hanno ricevuto i “3 spicchi Gambero Rosso”. Ho sentito dire che il Brand “Antica Pizzeria da Michele” è in procinto di estendere il franchising a Hong Kong, e sarei felice di propormi per questa esperienza, avendo io stesso 3 anni di esperienza nella ristorazione a Macao.

 

Per un buon discorso puoi fare riferimento al modello AIDA: il discorso dovrà generare Attenzione fin dall’inizio, creare Interesse dell’interlocutore, generarne un Desiderio e fare sì che ci sia una Azione dell’interlocutore.

 

Esempio di Elevator Pitch per una azienda

 

Prima di spiegarle cosa fa ABC SRL, vorrei essere io a porle una domanda: ha mai avuto problemi con il parcheggio mentre aveva un appuntamento di lavoro o una cena? ABC è una startup che nasce proprio per rispondere a questo: la nostra non è una semplice app per trovare parcheggio in città, è la risoluzione di un problema. Sappiamo che Auchan sta cercando un partner per i minimarket cittadini, e sarebbe interessante cercare delle sinergie congiunte.

 

Non cerchi un Elevator pitch per affrontare il colloquio di lavoro? Eccoti un esempio valido se vuoi proporti come consulente, o magari rappresenti un’azienda e vuoi proporre un prodotto o un servizio. 

 

Adesso scopriamo dei validi consigli per fare un pitch valido.

 

4. Come fare un Elevator Pitch

 

Per fare un buon pitch è importante basarsi sulla persona che avrai davanti a te: è importante lo studio e la ricerca, in particolare di quali sono le attività del tuo interlocutore e di quali sono le tue preferenze. Per valutare l’efficacia di quello che dirai valuta l’effetto di quello che dici:

 

  • In un colloquio di lavoro, un discorso iniziale ben fatto può diventare una conversazione di 15 minuti. Dovrai quindi essere pronto a sostenere ogni eventuale approfondimento relativo a ciò che dirai nei primissimi secondi
  • In una proposta di pitch vera e propria, un pitch efficace termina con uno scambio di contatti. Puoi chiedere un biglietto da visita o un numero di telefono. Ottenere un contatto con l’azienda creerà un collegamento, e quel collegamento sarà vincente

 

Ecco adesso dei consigli per capire come fare un Elevator Pitch!

 

Sii sintetico

 

Il pitch verrà valutato in base a due elementi: il tempo che hai impiegato (quindi la sinteticità del tuo messaggio) e la qualità di quello che esporrai. Se impiegherai troppo tempo per esprimere un concetto, l’interlocutore perderà interesse. 

 

Se ciò che dici sarà troppo articolato, otterrai la stessa cosa. Ricordati di essere semplice, eliminando dal discorso il gergo settoriale facendo spazio a concetti facilmente comprensibili da chiunque. 

 

Focalizzati sui primi 10 secondi

 

Se è vero che la prima occasione è quella che conta, lo stesso vale per il tuo discorso. Quello che dovrai fare nei primi secondi è creare un mood che imposti un legame, anche di tipo emotivo con l’interlocutore. 

 

Parti da una citazione, oppure esponendo un problema comune.

 

Gestisci il tempo a disposizione

 

E’ difficile sapersi contenere quando si inizia a parlare, perché si vorrebbe sempre aggiungere quella nota in più. Ma proprio come un ascensore, il tuo discorso dura il tempo di salita e discesa. Questo dipende da un numero di fattori, quindi prepara più versioni del pitch per gestire un tempo che può andare dai 30 ai 120 secondi.

 

Presentati, ma senza esagerare

 

La presentazione è importantissima, poiché deve far emergere una soluzione ad un problema, soluzione che tu o la tua azienda potete offrire come nessun altro. Chi ti ascolta deve percepire la tua capacità di saper trasformare un’idea in realtà, ma devi farlo guardando avanti.

 

Parlare dei tuoi successi e delle tue capacità e competenze personali, in congiusnzione alle dei tuoi trascorsi è vecchio e già sentito: parlare di ciò che puoi offrire è ciò a cui le persone saranno interessate. 

 

Modifica il pitch costantemente

 

Sia in caso di pitch in un colloquio, sia nel caso di un pitch aziendale, la tua evoluzione è costante. Non potrai preparare un pitch valido a vita, anzi. Aggiorna il pitch ogni volta che ottieni un nuovo successo lavorativo.

 

Sii in grado di rispondere a tutto

 

Se inizi a parlare, potrebbe capitarti di essere interrotto fin dalle primissime battute. Questo significa che quello che dici ha un peso. Nel caso ti venga fatta una domanda, rispondi come sai. Prepara delle domande eventuali e controbatti.

 

Esercitati

 

Da solo o con dei compagni, poco importa: puoi registrarti o ripetere a qualcuno ciò che pensi. L’importante è mettere giù almeno le linee guida del tuo EP. L’obiettivo non è ripetere a memoria quello che scrivi, ma convincere in maniera carismatica e naturale che ciò che dici vale oro.

 

Non sottovalutare la comunicazione non verbale: anche se il modello 7-55-38 (ossia 7% ciò che dici, 55% è linguaggio del corpo, 38% comunicazione paraverbale) non è universalmente accettato, ciò non vuol dire che non devi mettere energia positiva nelle parole tanto quanto nel corpo. Ricorda che le competenze comunicative sono ciò che ti aiuterà a rendere il pitch vincente!

 

Modifica il pitch in base all’interlocutore

 

Non importa se parlerai del background del progetto, del business model, delle prospettive o partirai dai numeri. Il discorso va strutturato in base a quanto saprai di chi hai di fronte a te. Più saprai, più potrai raccontare ciò che vuoi nel modo in cui ti aggrada.

 

Crea una struttura ideale per il pitch

 

La struttura ideale per un buon pitch ha una introduzione, la descrizione di te o di un’idea che hai, la proposta di valore basata su uno unique selling point (o USP), argomentazione di ciò che proponi e call to action finale.

 

La call to action di un elevator pitch deve partire da te: cosa speri di ottenere? Un secondo colloquio, o magari un biglietto da visita, piuttosto che un appuntamento per una presentazione? Sapendo ciò che vuoi potrai ottenere il contatto.

 

Se sarai capace di ottenere il contatto significa che il tuo discorso sarà stato efficace, e che quindi, dovrai essere soddisfatto del tuo lavoro. Se non riesci ritenta, migliorando ciò che secondo te non ha funzionato.

Consiglio dell’esperto: Ricordati che, nel caso di una candidatura, CV, Pitch e lettera di presentazione non devono collidere. Ogni pezzo deve collegare l’altro ma deve vivere di vita propria. E se stai pensando che tutto ciò non sia semplice, è perché non lo è. Ma non preoccuparti, il nostro builder di lettere di presentazione ti darà suggerimenti in tempo reale su come preparare la candidatura perfetta.

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Creare un pitch non è mai facile. In questo video hai avuto di scoprire tantissime cose, eccoti un veloce recap:

 

  • Elevator Pitch ha un significato letterale intraducibile in italiano. Molto meglio considerarlo come un discorso da ascensore
  • Un buon pitch deve rispondere a 4 domande: chi sei, cosa vuoi, perché sei diverso dagli altri e perché vuoi lavorare con la persona con cui stai parlando
  • Puoi strutturare un pitch partendo dal modello AIDA: Azione, Interesse, Desiderio e Azione
  • Esercitati, adatta il pitch, studia la persona che ti troverai davanti e non essere statico. In questo modo avrai un discorso sempre su misura e perfetto per l’esigenza specifica

 

Eccoci arrivati ai saluti. Avrai finalmente scoperto come fare un elevator pitch. Ora che ne conosci tutti i segreti, dicci: ti è stato d’aiuto questo discorso o meno? Puoi farcelo sapere nei commenti. Aspettiamo davvero di desiderosi di sapere cosa pensi. Alla prossima!

Valuta questo articolo: elevator pitch
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Marco Di Martino
Marco Di Martino
Marco è un Copywriter italiano con anni di esperienza in Marketing e Comunicazione. In Zety si occupa della realizzazione dei contenuti per il mercato italiano: Curriculum vitae e lettere di presentazione adatte al mercato del lavoro del bel paese.

Articoli simili