Il mio account
Curriculum vitae per pasticcere: esempio e modelli di CV

Curriculum vitae per pasticcere: esempio e modelli di CV

Sei il maestro della millefoglie, l’artista della foresta nera e il mago del cream caramel? Mostra le tue abilità sfornando un curriculum da pasticcere decisamente gustoso!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

A scrivere questa guida viene già l’acquolina in bocca: torta Sacher, pastiera napoletana, crème brulèe… e pure la sbrisolona di nonna!

 

Che poi quando lo fa Iginio Massari in televisione sembra una passeggiata: sbatti un paio di uova, giù un po’ di farina, due scaglie di cioccolato in una terrina et voilà: dopo la pubblicità, il gioco è fatto!

 

Come dici? Anche tu hai creatività da vendere e sei in grado di realizzare dolci da far salire la glicemia, ma non riesci a corrompere i selezionatori con la tua famosissima cheesecake?

 

In questo caso, non ti rimane che sfornare un bel curriculum da pasticcere in carta da zucchero!

 

Continua allora a leggere e vedrai come:

 

  • Scrivere un gustoso curriculum vitae da pasticcere.
  • Decorare il tuo CV con le tue migliori competenze e abilità.
  • Ottenere il lavoro dei tuoi sogni prima della fine della cottura della torta di mele.

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

modello di curriculum da pasticcere
modello di curriculum da pasticcere

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Hai bisogno di qualche altra dritta? Perché non dai un'occhiata anche a:

 

 

Esempio di curriculum vitae da pasticcere

 

Maria Rigotti

Pastry chef

Via Nardi 5, 23100, Sondrio (SO)

+39 333 22 55 222

www.marychef.it

 

Creativa pastry chef con oltre 15 anni di esperienza nel campo, sono responsabile del laboratorio di pasticceria dell’hotel a 5 stelle La Baita, che ospita oltre 350 clienti ogni giorno. Grazie a passione, ricerca della perfezione e ingredienti di prima qualità ho fuso cucina italiana e sapori del resto del mondo introducendo il menù Dolce degustazione, che si è guadagnato una menzione sulla Guida Michelin e su Sweet Journal. Vorrei offrire le mie competenze artigianali al ristorante Bella Italia.

 

Esperienze lavorative

 

Pastry chef

Hotel La Baita*****, 23100, Sondrio

Luglio 2011-oggi

  • Responsabile di laboratorio per un team di 5 persone.
  • Introduzione di 16 nuovi dolci per il nostro lounge bar e per il ristorante, per offrire un servizio sempre più vicino alle richieste dei nostri clienti.
  • Oltre 500 dolci preparati ogni giorno, con l’introduzione di piatti vegetariani, vegani e per celiaci.
  • Preparazione di oltre 700 torte all’anno su richiesta per cerimonie, matrimoni ed eventi di ogni genere.
  • Gestione degli ordini diretti con i fornitori, con una riduzione degli sprechi e un risparmio netto di 70.000 euro all’anno.

 

Pasticcere

Hotel Sole&Mare****, 80121, Napoli (NA)

Marzo 2006-Giugno 2011

  • Preparazione di cornetti, brioche e torte per le colazioni degli oltre 400 clienti quotidiani del nostro albergo.
  • Creazione della crema gusto e sapore, che ha ottenuto oltre 40 recensioni positive su TripAdvisor.
  • Introduzione dell’appuntamento Scuola di cucina dedicato agli ospiti dell’albergo, al quale hanno preso parte oltre 70 clienti a settimana.
  • Training per 12 allievi con particolare attenzione ai dolci italiani e alle preparazione delle ricette locali.

 

Educazione

 

Corso superiore di pasticceria

Scuola Internazionale di Cucina Italiana, Roma

2005-2006

 

Diploma di cucina

Istituto alberghiero Banelli, Napoli

2001-2005

 

Competenze

 

  • Conoscenza di ingredienti e allergeni
  • Abilità tecnica
  • Cake design
  • Utilizzo utensili da cucina
  • Autonomia e gestione del tempo
  • Cura per i dettagli
  • Doti organizzative

 

Lingue

 

Inglese B2

 

Ecco un curriculum da far venire l’acquolina in bocca!

 

1. Formatta con cura il tuo curriculum da pasticcere

 

Certo, la creatività è una parte essenziale del tuo lavoro, ma se ti chiedono un cannolo siciliano tu ci metti dentro la ricotta, mica la Philadelphia o un tomino alle erbe!

 

Questo perché la pasticceria ha le sue regole e se non le rispetti poco ma sicuro verrà fuori qualcosa di non troppo appetitoso.

 

E per il curriculum il problema è lo stesso: se non rispetti la ricetta giusta ti ritroverai con qualcosa che non è un curriculum e che i selezionatori potrebbero mandare indietro in cucina senza neppure dare un morsetto.

 

Per fortuna c’è un modo semplice per non far scappare i clienti dalla sala:

 

  • Inserisci le tue esperienze in ordine cronologico inverso, partendo dalle più recenti e andando indietro nel tempo.
  • Scegli un font leggibile e chiaro, come Arial o Times New Roman 11 o 12 punti: d’accordo che ci ha preso la mano con la sac à poche per le scritte sulle torte nuziali, ma qui rischi di mandare all’aria la cerimonia!
  • Imposta i margini a 2,5 cm per lato e l’interlinea a 1,15.
  • Dividi il curriculum in paragrafi per dare maggiore armonia al testo.
  • Non superare una pagina di CV, massimo due.

 

La linea è pronta e gli ingredienti sono tutti a portata di mano: ora puoi iniziare a creare il tuo capolavoro! 

Il consiglio dell’esperto: una volta completato il tuo CV salvalo in PDF, così da non rischiare di mandare in fumo le tue formattazioni.

2. Porta in tavola la tua esperienza lavorativa nel curriculum da pasticcere

 

Nella pasticceria l’esperienza rende perfetti.

 

Lo sai bene tu che hai bruciato la torta la prima volta, che ti sei dimenticato il lievito la seconda e hai messo il sale al posto dello zucchero la terza. Ma lo sanno anche i selezionatori.

 

Ed è per questo che in un lavoro complesso e così ricco di sfumature come quello della pasticceria la tua esperienza lavorativa pregressa verrà valutata con estrema attenzione e dovrai essere in grado di far uscire i selezionatori dalla lettura con la pancia piena.

 

Ecco allora qualche breve annotazione:

 

  • Includi nel tuo CV solo le esperienze che hanno pertinenza con la posizione per la quale ti stai candidando.
  • Parti dalle esperienze recenti e vai indietro nel tempo.
  • Inserisci sempre l’azienda per la quale hai lavorato, la data e il luogo.
  • Aiutati con un elenco da 4 a 6 punti che sia in grado di riassumere i risultati raggiunti.

 

Esatto.

 

I risultati raggiunti, non l’elenco delle tue mansioni. Dai un’occhiata a questo esempio:

 

Esempio di CV per pasticcere

GIUSTO

Pasticcere

Pasticceria Galbino, Milano

Marzo 2018-oggi

  • Preparazione di oltre 40 differenti tipi di dolci in bicchiere, biscotti, cioccolatini e semifreddi.
  • Preparazione di dolci e paste su misura per oltre 150 clienti al giorno.
  • Gestione di un team di 4 pasticceri e allievi pasticceri.
  • Preparazione di catering per buffet e cerimonie fino a 350 partecipanti.
SBAGLIATO

Pasticcere

Pasticceria Galbino, Milano

Marzo 2018-oggi 

Come pasticcere mi occupo della creazione di paste, gelati e dolci. Sono in grado di lavorare dolci a mano e con macchinari e sono sempre attento a ordine e pulizia.

Ebbene: il secondo candidato ha descritto le mansioni di ogni pasticcere del mondo.

 

Come farà un HR a decidere di aver trovato la persona giusta? Evita allora questo tipo di errore, comportandoti come il candidato dell’esempio corretto, che si concentra invece su numeri e cifre per fare capire immediatamente ciò che è in grado di fare.

 

Ma che cosa succede se ancora non ti muovi tra planetarie e glassatrici come Hironobu Fukano? Nessun problema, il sistema è lo stesso anche se hai ancora un CV senza esperienza:

 

Esempio di CV per aiuto pasticcere

GIUSTO

Aiuto pasticcere

Hotel Marino, Rimini

Ottobre 2020-oggi

  • Aumento della produttività del 30% dopo soli due mesi.
  • Creazione di dessert monoporzione per 150 clienti a sera.
  • Pulizia e cura dell’attrezzatura del laboratorio e ordine della postazione.
  • Riduzione dei tempi di preparazione della linea di 1 ore e mezza.
SBAGLIATO

Aiuto pasticcere

Hotel Marino, Rimini

Ottobre 2020-oggi

  • Preparazione dolci
  • Pulizia laboratorio
  • Preparazione linea
  • Pulizia frutta

Dato che non hai molta esperienza, qui puoi puntare sulla tua buona volontà e sulla velocità di apprendimento, ma ancora una volta hai bisogno di una prova tangibile di quanto affermi; anche in questo caso, evita di fare un elenco di mansioni che il selezionatore conosce già benissimo.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

 

3. Sforna l’istruzione nel tuo curriculum da pasticcere

 

Come molti altri lavori in cucina e nella ristorazione, non è per forza necessario aver ottenuto un titolo di studio preciso per poter iniziare la professione, anche se avere già qualche competenza teoria e pratica non potrà che giovare alla tua candidatura.

 

In ogni caso non serve mettersi le mani nei capelli: al massimo ti toccherà sbucciare qualche mela in più e mettere in conto un bel po’ di ore ad affettare panetti di burro finché non sarai un asso del mattarello!

 

A prescindere dal tuo titolo di studio, la sezione dell'istruzione del tuo CV avrà bisogno la giusta dose di:

 

  • Titoli di studio, data, luogo e istituti frequentati.
  • Media voto o valutazione finale, ma sono se decisamente positiva.
  • Esperienze extrascolastiche, ma solo se rilevanti ai fini della candidatura.

 

Agita gli ingredienti con cautela e non lasciare raffreddare i selezionatori, così:

 

Esempio di educazione nel curriculum da pasticcere

GIUSTO

Diploma di pasticceria

Scuola di cucina e pasticceria IFSE, Torino

2015-2016

Se sei alle prime armi puoi aggiustare un pochino l’impiattamento

GIUSTO

Diploma alberghiero

Istituto Cracco, Milano

2017-2021

Valutazione finale: 110/110 

  • Stage di due mesi all’hotel 5 Stelle La Mandorla di Milano, 2019
  • Partecipazione al seminario “La pasticceria nel Nord Italia” (15 ore), Milano, 2020.

Come puoi vedere nell’esempio precedente, se hai ancora un CV da studente con poche esperienze lavorative i selezionatori si concentreranno sui tuoi studi e quindi sarà nel tuo interesse offrire qualcosa in più, come:

 

  • Progetti
  • Scambi studenteschi
  • Concorsi
  • Seminari
  • Eventuali tesi

 

Ricordati però che questi extra vanno bene solo se hanno un qualche punto di incontro con la posizione lavorativa che andrai a ricoprire. 

Il consiglio dell’esperto: in caso tu non abbia concluso gli studi puoi inserire comunque l’ultimo anno di corso frequentato, indicando un paio di materie in cui eri più ferrato. 

4. Mostra di che pasta sei fatto: le competenze nel curriculum da pasticcere

 

Quante volte hai sentito dire: “sì, il tuo dolce non è male, ma come lo fa mia madre non lo fa nessuno”? Oppure, “buono, ma la vera ricetta è un’altra”? O ancora, “un ottimo retrogusto di arancia” addentando uno strudel di mele?

 

A questo punto sarà necessaria una breve introduzione sulle soft skills, o competenze trasversali, quelle relative alla sfera comunicativa, relazionale e sociale. Fidati, ti serviranno prima di iniziare a usare frustino da cucina e mattarello per rincorrere i clienti.

 

E sull’altro piatto della bilancia da cucina ci sono poi le hard skills, o competenze tecniche, che riguardano invece nello specifico il tuo lavoro da pasticcere, come la conoscenza delle ricette e dei tempi di cottura e l’utilizzo delle strumentazioni.

 

Detto questo, ecco allora qualche esempio di competenze per mettere insieme questa sezione meglio che con la colla di pesce:

 

Competenze essenziali per il CV da pasticcere

 

  • Preparati e impasti artigianali
  • Farcitura
  • Preparazione torte nuziali
  • Attenzione al dettaglio
  • Manualità
  • Tecnica
  • Rapidità
  • Organizzazione del tempo
  • Gestione dello staff
  • Scelta degli ingredienti
  • Conservazione degli alimenti
  • Tecniche di cottura
  • Allestimento vetrine e spazi espositivi
  • Preparazione gelato
  • Igiene alimentare

 

E altre mille! Certamente molto dipende da che tipo di pasticcere sarai (di albergo, di ristorante o di pasticceria), e anche dal livello raggiunto.

 

Ma dato che puoi aggiungere competenze in tutte le salse, diciamo in tutte le creme, come fare a capire a che cosa dare priorità? Dopotutto non potrai mica pubblicare il libro di ricette di Suor Germana!

 

Ecco allora i tre passaggi fondamentali per andare più morbidi del pan di Spagna:

 

  1. Leggi con attenzione l’offerta di lavoro e trova le competenze richieste.
  2. Scrivi una lunga lista con tutte le hard skills e le soft skills che ritieni di possedere.
  3. Compara il punto 1 e il punto 2: gli elementi in comune sono quelli su cui puntare per la tua candidatura.

 

Come un buon mix tra dolce e salato, questo elenco deve essere in grado di mettere in luce le tue abilità, ma deve anche andare incontro alle esigenze del tuo futuro datore di lavoro. In altre parole, è inutile che scrivi che sei l’asso della trota in carpione se il tuo capo ha bisogno che faccia uscire dal forno i bignè alla crema.

 

Ecco allora qualche altro esempio pratico:

 

Esempio di competenze da inserire nel curriculum per pasticcere

GIUSTO
  • Dolci al piatto
  • Paste delicate
  • Salse e guarniture
  • Organizzazione del menù dei dolci
  • Gestione dei costi
  • Planning
  • Senso artistico
  • Nozioni di ingiene alimentare

E lo stesso vale anche se hai meno esperienza:

GIUSTO
  • Mise en place
  • Preparazioni di base
  • Cioccolateria
  • Conoscenza degli ingredienti
  • Conoscenza allergeni
  • Utilizzo degli strumenti di laboratorio

Per il tuo CV puoi inserire una lista tra i 5 e i 10 punti, stando ben attento a bilanciare competenze tecniche e trasversali. Se lo desideri, accanto ad ogni voce puoi inserire anche una auto valutazione con termini come “Intermedio” o “Avanzato” o una breve frase esplicativa di come hai tratto vantaggio da una determinata abilità.

Il consiglio dell’esperto: cerca di essere sempre onesto e non dire bugie sul curriculum o verrai smascherato immediatamente al momento della prima prova e ti sarai giocata una opportunità lavorativa. 

5. Inserisci una sezione extra nel tuo curriculum da pasticcere

 

Se sei arrivato fino a qui la tua torta sarà ormai lievitata e avrà un aspetto delizioso, ma potresti ancora dare il tocco di classe sfoderando le tue abilità di cake design.

 

E per farlo non avrai neppure bisogno di alzate, spatole o buttercream, dato che per questa volta avrai a disposizione altri attrezzi del mestiere:

 

 

Una sola regola: qualsiasi cosa tu desideri aggiungere deve essere correlata al tuo futuro lavoro o lasciar trasparire tratti significativi della tua persona.

 

Detto questo, ecco subito qualche idea da leccarsi i baffi:

 

Sezione extra: esempio per il curriculum vitae da pasticcere

GIUSTO

Certificazioni

 

  • Diploma di partecipazione Corso di cake design (30 ore), Associazione Gourmet, Roma, 2020.
  • In possesso dell’attestato di HACCP per pasticceria, Milano, 2020.

 

Pubblicazioni

 

  • Libro di ricette “Una vita al buffet”, edito da Mondadori, 2021.
SBAGLIATO

Nel corso del tempo ho maturato moltissime esperienze dentro e fuori dal laboratorio, che mi hanno permesso una crescita professionale importante. Grazie ai miei viaggi ho scoperto realtà molto differenti dalla nostra e sono riuscito a fondere ricette italiane con i sapori del resto del mondo.

In questa sezione devi essere più chiaro del Manuale di Nonna Papera: non ti infilare in lunghe digressioni senza né capo né coda e ricordati di fornire tutti gli elementi necessario perché il tuo futuro datore di lavoro possa verificare quanto affermi.

 

Stesso discorso se non hai molta esperienza:

 

Sezione extra: esempio per il curriculum vitae da aiuto pasticcere

GIUSTO

Attività e hobby

 

  • Corso di cucina molecolare, Scuola di alta cucina Bastianich, Milano, 2021.
  • Passione per la cocktaileria e il flair.
SBAGLIATO

Attività e hobby

 

  • Pallavolo
  • Cinema e serie TV
  • Libri di cucito

Come puoi vedere, anche in questo caso il secondo candidato è andato fuori tema; niente di ciò che ha inserito in questa sezione non è in grado di influenzare minimamente la sua candidatura.

 

6. Racconta di te nel profilo del tuo curriculum vitae da pasticcere

 

Hai presente i brutti ma buoni? Prima di assaggiarli non è che facciano una bella impressione e qualcuno potrebbe pure tirarsi indietro, anche se il gusto è esplosivo!

 

Ecco allora perché il tuo curriculum deve essere bello e pure buono, in modo da agganciare il selezionatore fin dalle prime righe e non lasciarlo andare se non al termine della degustazione.

 

E questo è possibile proprio grazie al profilo del tuo CV, una sintesi dei tuoi maggiori successi e delle tue abilità. Ecco la ricetta irresistibile:

 

  • Leggi l’offerta di lavoro, cercando di intercettare le esigenze della tua futura azienda.
  • Rileggi il tuo CV e fai una lista delle tue esperienze più significative, dei tuoi risultati migliori e dei tuoi obiettivi professionali.
  • Scegli 3 o 4 frasi che racchiudano il meglio di te.

 

Detto questo ecco allora un profilo degno di Pierre Hermè:

 

Esempio di profilo nel curriculum da pasticcere

GIUSTO
Estroso capo pasticcere, da 5 anni al lavoro per una importante catena di alberghi internazionali. Ogni giorno prendo per la gola i nostri oltre 400 clienti, offrendo ricette innovative e ingredienti di prima qualità. Coordino una brigata di 16 persone e gestisco un budget di 250.000 euro per il ristorante dell’hotel e per la sala gourmet. Nel 2020 ho realizzato una torta nuziale del valore di 18.000 euro che ha ricevuto il premio Tre Torte di Gambero Rosso. Vorrei offrire le mie competenze all’Hotel Cherie.
SBAGLIATO

Sono un pasticcere esperto specializzato in ogni tipo di produzione dolciaria. La soddisfazione dei clienti è alla base del mio lavoro e amo creare nuove ricette e sperimentare sapori differenti. Sono testardo e capace e non mi arrendo mai davanti a nessuna difficoltà.

Ancora una volta: questa sezione sarà posta in bella vista nel tuo CV, appena al di sotto dei tuoi dati personali, quindi qualche frase fatta non sarà sufficiente a farti emergere rispetto agli altri candidati.

 

Quello che ti serve invece è essere concreto e generare la stessa aspettativa dei 12 minuti di attesa per il tortino di cuore caldo al cioccolato.

 

Lo stesso dicasi per l’aiuto pasticcere:

 

Esempio di profilo nel curriculum da aiuto pasticcere

GIUSTO

Rapido aiuto pasticcere da 6 mesi al lavoro nel laboratorio di pasticceria dell’Hotel Salina. Dopo poche settimane ho appreso il metodo di lavoro della nostra brigata, aumentando la rapidità del 30% e preparando quotidianamente oltre 12 tipi di dolci differenti e 5 salse e assistendo con estrema cura il capo partita. Desidero offrire la mia intraprendenza e serietà all’Hotel Baltico.

SBAGLIATO

Sono giovane, ma non ho paura di rimboccarmi le maniche. Sono deciso e determinato e in poco tempo ho già raggiunto un altissimo livello di competenza, al pari degli altri colleghi della mia partita. Sono pronto a una esperienza di livello superiore e so che nel vostro hotel potrei davvero dimostrare quanto valgo.

Giusto essere intraprendenti e volersi mettere il luce, ma attento alle spacconate o rischi di sgonfiarti come un soufflé!

 

7. Inserisci la liberatoria per il tuo curriculum da pasticcere

 

Il tuo curriculum è bell’e pronto, ma manca ancora un piccolo dettaglio burocratico: una liberatoria che permetta di utilizzare i tuoi dati personali presenti sul CV.

 

Senza questa piccola postilla, purtroppo corri il rischio che il tuo curriculum venga scartato a priori. Ecco allora una frase che può fare al caso tuo:

 

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel cv ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

 

Et voilà! Ora è davvero pronto in tavola!

 

8. Allega una lettera di presentazione al tuo curriculum da pasticcere

 

Una volta che il tuo curriculum è pronto, perché non farcire la tua candidatura con una bella lettera di presentazione?

 

È un’accoppiata vincente, meglio di cioccolato e pere!

 

Ma anche qui bisogna bilanciare attentamente gli ingredienti, così:

 

  • Mantieni un tono professionale, ricordando sempre che si tratta di una lettera formale.
  • Scegli la stessa formattazione del tuo curriculum.
  • Non superare i tre quarti di pagina.
  • Dividi il testo in sezioni, che rendono più semplice e scorrevole la lettura.
  • Scegli frasi brevi e non troppo intricate.
  • Non contraddire quanto hai già affermato nel tuo CV.
  • Chiudi con una call to action per ottenere un incontro dal vivo con i selezionatori.

 

E con questo è tutto! Buon lavoro e bon appétit!

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

 

Punti chiave

 

Ecco allora un breve riassunto di quanto visto in questa guida:

 

  • Stai attento all’impaginazione, in modo che il curriculum sia chiaro e ben leggibile.
  • Inserisci una sezione dedicata alle tue esperienze lavorative.
  • Aggiungi un capitolo dedicato all’educazione.
  • Fai una lista delle tue competenze tecniche e trasversali.
  • Crea una sezione bonus.
  • Metti il tuo profilo bene in vista.
  • Scrivi una lettera di presentazione da allegare al tuo CV.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro da pasticcere. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima! Ciao!

Valuta questo articolo: curriculum pasticcere
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili