Hai il controllo dei tuoi dati

Utilizziamo i cookie per personalizzare l'esperienza di creazione di CV e lettere di presentazione. Per queste ragioni, potremmo condividere i tuoi dati di utilizzo con terze parti. Puoi trovare maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie alla pagina Politica sui cookies. Se vuoi impostare le tue preferenze sui cookie, clicca sul pulsante Impostazioni qui sotto. Per accettare tutti i cookie fare clic su Accetta.

Impostazioni Accetta

Impostazione dei cookie

Clicca sui tipi di cookie qui sotto per personalizzare la tua esperienza sul nostro sito. Puoi liberamente dare, rifiutare o ritirare il tuo consenso. Tieni presente che la disabilitazione dei cookie può influenzare la tua esperienza sul sito. Per maggiori informazioni, visita la nostra Politica sui cookie e la nostra Privacy Policy.

Scegli il tipo di cookie da accettare

Analytics

Questi cookie analizzano l'utilizzo del nostro Sito da parte dei nostri visitatori e ci permettono anche di offrirti un'esperienza migliore. I cookie analitici utilizzati sul nostro sito non identificano chi sei né ci permettono di inviarti pubblicità mirata. Per esempio, possiamo utilizzare i cookie/tecnologie di tracciamento a fini analitici per determinare il numero di visitatori del nostro sito, identificare come i visitatori si muovono nel sito e, in particolare, quali pagine visitano. Questo ci permette di migliorare il nostro Sito e i nostri servizi.

Prestazioni e personalizzazione

Questi cookie ci permettono di offrirti un'esperienza personalizzata. I cookie di personalizzazione sono utilizzati per fornire contenuti, compresi gli annunci, rilevanti per i tuoi interessi sul nostro sito e su siti di terze parti in base a come interagisci con diversi elementi del nostro sito, nonché per tenere traccia dei contenuti a cui accedi (compresa la visualizzazione di video). Possiamo anche raccogliere informazioni sul computer e/o sulla connessione per adattare la tua esperienza alle tue esigenze. Durante alcune visite, possiamo utilizzare strumenti software per misurare e raccogliere informazioni sulla sessione, compresi i tempi di risposta della pagina, gli errori di download, il tempo trascorso su determinate pagine e le informazioni sull'interazione della pagina.

Pubblicità

Questi cookie sono collocati da aziende terze per fornire contenuti mirati basati su argomenti rilevanti che ti interessano (per esempio, fornendoti annunci su Facebook che ti interessano), e ti permettono di interagire meglio con piattaforme di social media come Facebook.

Necessari

Questi cookie sono essenziali per il funzionamento del Sito e per permetterle di utilizzare le sue funzioni. I cookie essenziali saranno sempre rilasciati poiché sono necessari per il corretto funzionamento del Sito. Per esempio, i cookie essenziali includono, ma non sono limitati a: i cookie per fornire il servizio, mantenere il tuo account, fornire l'accesso al costruttore, le pagine di pagamento, creare ID per i tuoi documenti e memorizzare i tuoi consensi.

Per vedere un elenco dettagliato dei cookie, clicca qui.

Salva le preferenze
Il mio account
Screening dei curricula e filtro dei candidati [screening CV]

Screening dei curricula e filtro dei candidati [screening CV]

Hai mai sentito dire che le candidature vengono filtrate e che esistono dei software che vengono usati dai recruiter per guardare il CV? Scopri come battere lo screening del CV.

Marco Di Martino
Marco Di Martino
Esperto di Carriere

Hai passato una giornata di lavoro pessima in cui tutto è andato storto. Il capo ti ha trattato male, ciò che avevi pianificato non è stato portato a termine. Vai sul web per cercare lavoro e no look decidi di inviare il CV a raffica, senza pensare se il tuo documento funziona oppure no.

 

Nessuna chiamata. Eppure di CV ne avrai mandati cinquanta in una serata! Cos'è che non ha funzionato?

 

Te lo diciamo noi! Non hai tenuto d'occhio l'annuncio di lavoro e non hai superato lo screening del CV! Ma non preoccuparti, perché nei prossimi 5 minuti:

 

  • scoprirai come funziona lo screening dei curricula;
  • vedrai suggerimenti su come battere il software ATS;
  • imparerai a scrivere un CV valido per ogni candidatura.

 

Vuoi guadagnare tempo e ottenere un curriculum in 5 minuti? Prova il nostro builder di CV online: è facile, rapido e personalizzabile al 100%. Sfrutta i nostri 21 modelli di curriculum vitae e trova quello che fa per te!

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Esempio di CV per screening
Esempio di CV per screening

Questo modello di CV è stato creato con il nostro CV builder — Crea un CV online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare un curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale non è per niente facile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Lo screening del CV perfetto è possibile, ma solo se prima crei un CV. E non preoccuparti, anche per quello abbiamo come aiutarti:

 

 

E se non fosse abbastanza, ecco la raccolta di tutti i nostri esempi di curriculum per ogni tipo di professione.

 

Esempio di CV pronto per lo screening

 

Adriano Parlato

Traduttore

72100, Brindisi, Puglia

a_parlato@mail.com

+39 342 22 22 222

 

Profilo

Traduttore e project manager con 4 anni di esperienza nella creazione, progettazione, traduzione e revisione di materiali in tre lingue. Ho collaborato spesso con la Pubblica Amministrazione per la creazione di oltre 25 traduzioni ufficiali e ho lavorato con oltre 50 clienti privati. Sono dotato di una predisposizione all’ascolto e al lavoro in gruppo che mi consentono di svolgere il mio lavoro in maniera seria e puntuale.

 

Esperienza lavorativa

 

Traduttore e Project Manager

Intralingua S.R.L., Brindisi

Ottobre 2018-Presente

Risultati e responsabilità:

  • Realizzazione di oltre 350+ traduzioni di testi dall’inglese all’italiano.
  • Creazione di 25 traduzioni ufficiali per la Pubblica Amministrazione in materia di dati personali.
  • Gestione delle relazioni con oltre 50 clienti privati.
  • Azioni di consolidamento dei clienti acquisiti, aumentando la produttività del 20% in due anni.

 

Traduttore 

Freelancer, Londra

Settembre 2017 - Settembre 2018

Risultati e responsabilità:

  • Partecipato a oltre 35 eventi pubblici nel settore del gaming, dell’elettronica ad alto consumo e del food lavorando alla traduzione simultanea dall’inglese all’italiano.
  • Collaborato con 3 aziende di sport per la traduzione inglese-francese e inglese-italiano per la stagione di FA Championship League 2017-2018.

 

Educazione

 

Laurea Magistrale in Lingue - Inglese e Francese (LM37)

Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Napoli

Settembre 2011-Gennaio 2016

Risultati ottenuti:

  • Voto di Laurea: 110/110 e lode

 

Competenze

 

  • Traduzione
  • Traduzione simultanea
  • Project Management
  • Software DTP
  • MemoQ
  • SDL Studio
  • Orientamento all’ascolto
  • Proattività

 

Certificazioni

 

  • Attestato di partecipazione al corso di interpretazione simultanea e mediazione linguistica, Napoli, aprile 2020.

 

Lingue

 

  • Italiano - Madrelingua
  • Inglese - C2
  • Francese - C2
  • Tedesco - B2

 

Ecco un curriculum pronto per lo screening: ma come funziona davvero? Andiamo a scoprirlo subito!

 

1. Cos’è lo screening dei curricula?

 

Lo screening dei curricula (o screening del CV) è il processo di filtraggio dei curriculum di tutti i candidati nella prima fase di selezioni per una determinata offerta di lavoro. L’obiettivo dello screening del CV è di separare i candidati in possesso dei requisiti minimi da quelli che non soddisfano le richieste dell’annuncio.

 

Il primo gruppo è quello che viene contattato, solitamente per una prova scritta o per un colloquio di lavoro, mentre il secondo, purtroppo, non avrà una seconda possibilità. Secondo le norme odierne del GDPR e dell’autorizzazione al trattamento dei dati per il CV, i tuo CV verrà custodito dall’azienda per 12 mesi, per poi essere eliminato dagli archivi aziendali.

 

Lo screening del CV può avvenire in due modi:

 

  • mediante una consultazione dei CV da parte dai responsabili delle risorse umane e dai datori di lavoro;
  • Attraverso un software ATS, un’applicazione che consente di impostare delle parole chiave direttamente sul sito web che raccoglierà i CV, e che raggruppa automaticamente i curriculum (e ricorda che, al plurale, si può dire sia curriculum che curricola).

 

Al giorno d’oggi, i software ATS sono sempre frequenti. E non si limitano solo a filtrare i CV, ma anche a ordinarli, disponendoli in base ai requisiti dei candidati (sempre tra coloro che hanno superato la soglia di sbarramento necessaria per essere ricontattati).

 

Alla tua candidatura devi dare un aspetto valido. Per capirci, devi apparire come Barney in foto in How I Met Your Mother, e non come Marshall quando beve la Tantrum. Per farlo, eccoti 5 consigli per migliorare le performance della tua candidatura.

Consiglio dell’esperto: non pensare che lo screening dei curricula sia l’unica cosa che fanno i recruiter. Un selezionatore, prima di ricontattarti utilizza i social media per “sbirciare” il tuo profilo. Proprio per questo, sistema il CV su LinkedIn e i tuoi profili Facebook/Twitter/Instagram prima di candidarti.

2. Le 5 cose da fare per superare lo Screening del CV

 

È vero, ci sono delle frasi per curriculum che fanno sempre effetto e che possono essere sfruttate per scrivere un curriculum efficace. Ma ci sono purtroppo anche tante altre cosettine che facciamo, anche involontariamente, che pregiudicano la qualità della nostra candidatura.

 

Ecco allora le 5 cose da fare e (e soprattutto da NON fare) per arrivare al colloquio:

 

1. Non spammare il curriculum

 

La prima cosa fare da non fare è inviare lo stesso identico curriculum a ripetizione qualunque sia l’offerta di lavoro: tante persone impiegano un’oretta per realizzare il primo curriculum e inviano lo stesso documento senza sosta, pensando che prima o poi qualcuno ti risponderà.

 

Prima o poi, proprio come la canzone di Zarrillo. Peccato che l’età pensionabile sia un pessimo prima o poi.

 

Quando leggi di una azienda che assume e quel posto ti sembra niente male, la cosa peggiore che puoi fare è inviare lo stesso CV scritto a 16 anni, e pensare che il modello, il layout di curriculum, e tutti gli elementi che compongono il documento siano ancora validi.

 

Naturalmente, un CV personalizzato di volta in volta richiede maggiore impegno, ma ti darà molte più soddisfazioni. E soprattutto, molti più colloqui di lavoro.

 

2. Scegli un formato di curriculum valido

 

Lavorare al formato di curriculum significa abbattere tutte le barriere che ti tengono legato alle storiche convenzioni del CV Europass, che non fa più presa sui selezionatori come qualche anno fa.

 

Un modello di curriculum di valore ti permette di creare un curriculum vitae in una pagina e di avere un concentrato di esperienze, di educazione e di capacità in una sola facciata di foglio A4. La seconda pagina può essere utilizzata solo da chi ha davvero tanta esperienza lavorativa alle spalle.

 

Anche il font per curriculum gioca un ruolo cruciale. Arial e Times New Roman sono out come Adriano Pappalardo. Helvetica, Roboto e Lato sono in come i Maneskin. E se invece vuoi affidarti a qualcosa di eterno alla Vasco Rossi, utilizza Garamond o Georgia.

 

Per quanto riguarda gli screening, è sempre bene optare per un curriculum in PDF, anche se anche il curriculum vitae in Word è normalmente in grado di superare le selezioni.

 

3. Studia l’annuncio di lavoro e utilizza lo stesso lessico

 

Una volta creato un curriculum vitae moderno sotto un punto di vista grafico, dovrai studiare l’annuncio di lavoro. E parafrasando Joker “Parla come uno di loro, sei uno di loro”.

 

È davvero cruciale che tu curi il lessico, adattando lo stesso stile dell’offerta. Se l’annuncio di lavoro ha scritto “MS Word” tu scriverai MS Word e non Microsoft Word, per intenderci.

 

4. Personalizzare il contenuto del CV in base all’azienda

 

Il contenuto del curriculum deve essere modificato di volta in volta in base a quello che reputi importante per portare a termine quel lavoro. Se stai inviando il tuo curriculum da segretaria, poco importerà delle tue ottime capacità manuali.

 

Al contrario, tenere queste informazioni nel CV farà credere ai selezionatori che hai giusto buttato lì una candidatura nella speranza di essere ricontattato.

 

5. Allegare una lettera di presentazione

 

Sempre più spesso i selezionatori, oltre al curriculum vitae, si aspettano di ricevere anche una lettera di presentazione. Questo perché se il CV è uno sguardo sul tuo passato e sul tuo presente, la lettera di presentazione esprime i tuoi valori e i tuoi obiettivi professionali per il futuro.

 

Allegare una lettera motivazionale al tuo CV ti permetterà di presentarti al meglio e di dimostrare che non solo sei bravo, ma che disponi delle soft skills per il CV e necessarie per ricoprire al meglio un incarico.

Il consiglio dell’esperto: la lettera motivazionale segue il layout delle lettere commerciali italiane in cui l’intestazione della lettera di presentazione viene allineata a destra, insieme a data, luogo e alla tua firma. Contrariamente al curriculum che non va firmato, la lettera di presentazione può essere firmata, sia in digitale e che fisicamente.

Per creare il tuo curriculum con il builder di Zety indica la tua professione, inserisci esperienze lavorative e competenze e lasciati guidare dalle opzioni di inserimento automatico. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta completato, il nostro builder di CV online darà una valutazione al tuo curriculum e ti offrirà suggerimenti mirati per renderlo ancora più efficace.

 

3. Crea un curriculum perfetto e passa lo screening del CV

 

Mario Rossi è in treno, di ritorno dalla fiera dove lavora, e ha avuto un pessima giornata. Clienti tosti che si sono lamentati per la qualunque. Due camerieri di sala che mancavano e ha dovuto fare gli straordinari per sopperire alla mancanza. Sul treno che lo porta a casa sfoglia una bacheca online per la ricerca del lavoro:

 

StarOfService sta cercando un Restaurant Manager con 10 anni di esperienza per i nostri catering e i servizi per eventi a Roma e in tutta Italia. Al candidato è richiesta comprovata capacità di coordinamento e di formazione del personale di sala. Riportando direttamente all’area manager, il Restaurant Manager dovrà:

 

  • Occuparsi della gestione del food cost.
  • Garantire il rispetto e l’applicazione delle norme e delle procedure igienico-sanitarie in vigore (Protocollo HACCP).
  • Laurea in Scienze e Tecnologie degli alimenti o Master in Food & Beverage.
  • Ottima conoscenza della lingua inglese.
  • In possesso della patente di guida di tipo B.
  • Monitorare il grado di soddisfazione del cliente.

 

Inoltre, il candidato ideale è colui che sia in possesso di grandi doti di organizzazione e di gestione del personale, e che abbia un approccio quality-only con il consumatore pagante, dando una centralità al cliente e garantendo uno standard alto di customer service. 

 

Ora aiuteremo Mario (e te che stai leggendo) a realizzare un documento che gli permetta di superare lo screening del CV e di arrivare al colloquio. E per prima cosa, partiremo dalla creazione dell’esperienza lavorativa.

 

1. Descrivi al meglio l’esperienza lavorativa

 

La prima cosa che l’annuncio di lavoro mette in risalto è che il manager che stanno cercando deve essere esperto. Non bravo, non che sappia fare 350 cose diverse. Vogliono qualcuno di esperto. L’esperienza in un CV va dimostrata:

 

  • sinteticamente, adoperando punti elenco che spieghino i compiti del dipendente;
  • inserendo un massimo di sei risultati e responsabilità ottenuti nell’ambito lavorativo.

 

Diamo uno sguardo a un esempio che soddisfi le esigenze del recruiter.

 

Esempio di esperienza lavorativa per screening del CV

GIUSTO

Esperienza professionale

 

Restaurant Manager

Pedavilla S.p.A., Roma

Novembre 2016-presente

Risultati e responsabilità:

  • Responsabile per la cucina di uno stand-pizzeria, gestendo personale e approvvigionamenti per fiere con oltre 40.000 ingressi.
  • Diminuito il costo di approvvigionamento degli alimenti del 17% nel corso di 16 mesi.
  • Responsabilità su 7 pizzaioli, 1 aiuto pizzaiolo e 2 addetti alle vendite.
  • Garantito l’applicazione delle norme e delle procedure igienico-sanitarie secondo il protocollo HACCP.

Non è solo il numero di anni trascorsi sul campo a essere importante, ma anche le esperienze maturate. Mario in questo caso ha inserito dettagli relativi all’HACCP. Avrebbe potuto parlare di quanto è bravo a chiudere gli ordini tramite App, ma ha parlato di igiene.

 

E ha fatto bene, perché era ciò che la domanda di lavoro chiedeva. Cosa inserire nel curriculum dipende sempre dall’annuncio di lavoro: sta a Mario, o a te, rispondere nel migliore dei modi.

 

2. Aggiungi istruzione e formazione nel CV

 

Tanti preferiscono evitare la sezione dell’istruzione e formazione nel CV poiché è un argomento complesso e che tocca molti punti diversi.

 

Un curriculum vitae da studente dovrebbe avere una educazione molto più dettagliata, mentre un professionista con molti di anni di esperienza dovrebbe evitare di inserire dettagli relativi agli studi.

 

In questo caso, il nostro Mario ha delle esperienze accademiche inerenti a ciò che chiede l’annuncio di lavoro e non inserirle sarebbe un vero peccato. Ecco come mostrare al meglio l’educazione in un CV.

 

Esempio di educazione per screening del CV

GIUSTO

Istruzione e formazione

 

Master di I livello in F&B e tecnologie alimentari

Rome Business School, Roma

Settembre 2013-Agosto 2014

Risultati ottenuti:

  • Graduato con onori e magna cum laude.
  • Lavorato a un progetto per Food Economics e Food Cost moderno “Il tradeoff tra km0 e costo”.
  • Partecipato a uno stage di 20 giorni per ristorazione collettiva.

Se viene richiesto un determinato titolo di studio, è probabile che l’azienda in questione darà particolare priorità a diplomati o laureati, e durante il colloquio di lavoro faranno domande per testare anche i tuoi modi di essere e di porti davanti a più e più tipi di clientela.

 

3. Inserisci le competenze in base alle richieste del recruiter

 

Studiare l’annuncio di lavoro è un’operazione di base necessaria per non avere tra le mani un curriculum vitae compilato che sembri il solito fac simile valido (e in questo caso, non troppo valido) per ogni candidatura.

 

E un CV davvero personalizzato passa sicuramente dalle tue competenze, divise tra

 

 

Le competenze possono essere scritte sotto forma di lista di capacità. Ecco come:

 

Esempio di competenze per screening del CV

GIUSTO

Competenze

 

  • Restaurant Management
  • Protocollo HACCP
  • Food cost
  • Revisione menu
  • Organizzazione
  • Gestione del personale
  • Centralità al cliente

Competenze da gourmand, scritte in pieno rispetto di quello che chiedeva l’annuncio di lavoro, focalizzandosi soprattutto su alcune competenze relazionali per CV come la gestione del personale e la centralità del cliente. In questo caso, una sezione skill stellata, e che aiuterà Mario a ottenere l’ambito colloquio.

 

4. Aggiungi informazioni extra al curriculum

 

Tutto fatto dunque? Ancora no: l’annuncio di lavoro indicava che il candidato ideale avesse la patente e non abbiamo ancora avuto modo di aggiungere questa informazione da nessuna parte!

 

Proprio per questo esiste la sezione bonus! Qui potrai aggiungere attestati di partecipazione per curriculum, hobby e interessi nel CV, livello di inglese nel curriculum e tanto altro.

 

Vuoi aggiungere nel CV che fai parte di categorie protette? Questa è la sezione più adatta per farlo.

 

Esempio di sezione bonus per screening del CV

GIUSTO

Certificati

 

  • Certificato HACCP - SaluteAlimentare.it, dicembre 2020.
  • Certificato di conoscenza della lingua inglese, livello B2, First, novembre 2020.
  • Patente di guida di tipo B - Ottobre 2010.

Occhio però a non farti prendere la mano: in questa devi includere solamente informazioni chiare e sintetiche per ottimizzare il tuo CV che non devono prendere il sopravvento sul resto della candidatura.

 

5. Scrivi un profilo per il tuo CV

 

A questo punto, non resta altro che aggiungere il profilo del curriculum, una descrizione delle tue caratteristiche personali capace di attirare l’attenzione anche dei selezionatori meno attenti.

 

Ancora una volta, parti dall’offerta di lavoro e:

 

  • inserisci il tuo titolo lavorativo e gli anni di esperienza nel settore;
  • aggiungi 2-3 risultati importanti ottenuti durante la carriera. Puoi riprenderli dalla sezione dell’esperienza lavorativa;
  • aggiungi le competenze tecniche in cui ti senti più ferrato;
  • inserisci un paio di soft skill presenti nell’annuncio di lavoro.

 

Il tutto, condensato in un’unica sezione discorsiva di non più di 4 o 5 frasi.

 

Esempio di profilo per screening del CV

GIUSTO

Restaurant manager con 10 anni di esperienza ricoprendo ruoli di responsabilità in diversi locali di alto livello. Dotato di grandi capacità organizzative e gestione del personale, ho gestito ristoranti con oltre 150 coperti, supervisionando il corretto svolgimento delle operazioni. Ho grande esperienza anche nella ristorazione collettiva, avendo gestito forni e hub per fiere con oltre 50.000 alla settimana.

Ora che hai scritto il profilo del CV, hai finalmente tutto l’occorrente per superare lo screening dei curricula e arrivare alla fase successiva del processo di recruiting. Ricorda che puoi valorizzare la tua candidatura anche grazie a una lettera di presentazione efficace che sfrutta, ancora una volta, le parole chiave e le richieste dell’offerta di lavoro.

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione da abbinare al tuo CV? Scopri tutti i nostri modelli di lettera di presentazione: ti daranno un enorme vantaggio rispetto alla concorrenza! Ecco come potrebbe apparire:

 

Scegli subito uno dei 21 modelli di lettere di presentazione a disposizione su Zety e comincia a scrivere la tua.

 

Punti chiave

 

Lo screening del CV è una attività compiuta a mano dal recruiter o da alcuni software, chiamati Software ATS, che è necessaria per portare avanti i candidati che sono più affini al lavoro:

 

  • evita di spammare il CV e crea un CV ad hoc per superare lo screening del CV;
  • non pensare che lo stesso linguaggio o stile di CV sia valido per ogni azienda. Scrivi un documento personalizzato in base al tipo di azienda per cui ti candidi;
  • crea un curriculum a una pagina che contenga profilo, esperienza, istruzione, competenze e sezione bonus, in modo che il CV risponda perfettamente all’annuncio di lavoro.

 

Eccoci al momento dei saluti. Grazie per il tempo che hai dedicato alla lettura di questo articolo. Se hai domande relative allo screening dei curricula o se hai dubbi sul tuo CV, puoi lasciarci un commento qui sotto. Alla prossima, ciao!

Valuta questo articolo: screening cv
Media: 5 (1 voti)
Grazie per aver votato.
Marco Di Martino
Marco Di Martino
Marco è un Copywriter italiano con anni di esperienza in Marketing e Comunicazione. In Zety si occupa della realizzazione dei contenuti per il mercato italiano: Curriculum vitae e lettere di presentazione adatte al mercato del lavoro del bel paese.

Articoli simili