Il mio account
Curriculum per attore: modelli ed esempi di CV artistico

Curriculum per attore: modelli ed esempi di CV artistico

Luci del palcoscenico o macchina da presa full HD, per far carriera nella recitazione avrai bisogno di un copione perfetto: il tuo curriculum artistico da attore degno di un Oscar!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

Lo sapevi che Will Smith ha ottenuto il primo contratto chiedendo indicazioni in un parcheggio? E che Natalie Portman fu notata mentre era intenta ad addentare un trancio di pizza in un bar?

 

Un vero e proprio coup de théâtre in 35 mm!

 

E per chi non si è ritrovato come d’incanto in una favola Disney, la strada per il successo è decisamente più tortuosa: il solo talento non basta senza avere alle spalle scuole di recitazione e provini finiti peggio dei lungometraggi di Jodorowsky.

 

Ma prima di fare le prove allo specchio e stringere la mano a Ricky Gervais alla prossima cerimonia degli Oscar, potresti aver bisogno di una piccola spinta per la prossima audizione: un curriculum artistico da attore!

 

In questa guida imparerai a:

  • Seguire il copione per un curriculum artistico da attore.
  • Portare sul palco competenze e abilità artistiche.
  • Ottenere un lavoro da attore al primo ciak!

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum da artistico attore
Modello di curriculum da artistico attore

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Hai bisogno di qualche altra dritta? Perché non dai un'occhiata anche a:

 

 

Esempio di curriculum da attore

 

Marco Vitali

Via Raspelli 21, 20126, Milano (MI)

marco.vitali@mail.it

+39 333 55 66 777

Sito web: www.marcoattore.com

LinkedIn: linkedIn.com/in/marcovitali

 

Attore poliedrico, da 12 anni solco i palchi dei maggiori teatri delle città italiane ed europee. Dal 2016 ho iniziato un nuovo progetto portando in scena 5 produzioni shakespeariane, tra cui Re Lear e il Mercante di Venezia: entrambe con il ruolo di protagonista, le pièce hanno fatto il tutto esaurito alla Scala di Milano. Dizione impeccabile, mi sono specializzato nella mimica dell’arte drammatica, prendendo parte a oltre 150 rappresentazioni teatrali. Sono desideroso di entrare a far parte della vostra compagnia teatrale “Aspettando Godot in parterre”.

 

Caratteristiche personali

 

  • Altezza: 185 cm
  • Peso: 85 kg
  • Corporatura: slanciata
  • Occhi: marroni
  • Capelli: castani

 

Esperienza lavorativa

 

Teatro

 

  • Protagonista in Re Lear, regia di Marco Seppi, 2018.
  • Shylock in Il mercante di Venezia, regia di Aldo Farlesi, 2018.
  • Polonio in Amleto, regia di Walter Rasi, 2020.

 

Cinema

 

  • Coprotagonista in La nostra vita, regia di Luca Rigone, 2017.
  • Protagonista di Sabato sera, regia di Riccardo Maltesi, 2018.

 

Doppiaggio

 

  • FamilyNow, (40 episodi) serie TV in onda dal 2015 al 2018.
  • La casa di mattoni, docufilm in tre parti, 2016.

 

Educazione

 

  • Laurea magistrale in Cinema e audiovisivi

Università di Milano

2012-2017

 

  • Corso di recitazione

Accademia di recitazione Alberto Sordi, Roma

2018

 

Competenze

 

  • Recitazione
  • Improvvisazione
  • Dizione
  • Memorizzazione di testi
  • Sensibilità artistica
  • Canto
  • Danza
  • Coordinazione motoria
  • Recitazione dal vivo

 

Premi

 

  • Premio Leonardo al Festival del Cinema di Perugia per il miglior attore non protagonista, Perugia, 2019.
  • Miglior attore protagonista teatro shakespeariano, Milano, 2020.

 

Lingue

 

  • Inglese B2
  • Francese B1

 

Con un curriculum così, anche Richard Attenborough si alzerebbe in piedi ad applaudire!

 

1. Formatta il tuo curriculum vitae per attore

 

La tua capacità di improvvisare è sicuramente uno dei tuoi punti di forza per ottenere una parte: anche Anthony Hopkins ha fatto venire i brividi lungo la schiena a Jodie Foster con un sibilo inaspettato sul set de Il silenzio degli innocenti.

 

Ma in questo momento l’obiettivo non è di far sudare freddo gli addetti al casting: qui bisogna che i riflettori siano puntati su di te e che tutto vada secondo copione; vietato steccare, se non vuoi sentire un sacco di buuuuh arrivare dalle prime file seguito dal lancio di pomodori maturi.

 

Ecco allora le regole di layout del CV per ottenere un curriculum da 8 minuti di applausi che neanche la Prima della Traviata di Zubin Mehta:

  • Utilizza l’ordine cronologico inverso, partendo dalle esperienze più recenti: non è il caso di iniziare da quando sei salito sul palco con il costume da nuvola alle medie (anche se non avevi neppure pianto).
  • Dato che le pause sono essenziali quanto le parole per dare pathos a una scena, così anche il tuo curriculum deve rispettare un certo equilibrio tra scrittura e spazi vuoti.
  • Scegli il font corretto per il tuo CV: va bene che sei un artista, ma i selezionatori non hanno voglia di adattare il tuo CV per la parte. Arial o Verdana 11 punti andranno bene.
  • Imposta i margini a 2,5 cm da entrambi i lati e una interlinea 1,15.
  • Cerca di non dilungarti troppo e sii schematico: è il tuo curriculum vitae, non il secondo atto dell’Aida.
  • Salva il tuo CV in PDF così da non rovinare le formattazioni.

 

Considera anche che il tuo curriculum non deve essere troppo lungo e dovrai riuscire a condensare tutti i tuoi risultati migliori in un massimo di due pagine, dato che ai selezionatori non interessa lo script del remake di Via col Vento.

 

Una volta preparato il set, potrai iniziare dai dati personali. A questo proposito puoi inserire:

  • Nome e cognome (eventualmente anche il nome d’arte)
  • Indirizzo
  • Numero di telefono e email
  • Profilo social (se ne hai uno ufficiale, altrimenti è meglio evitare)
  • Sito internet o canale YouTube (se sono corposi, se no anche in questo caso meglio non dare in pasto ai selezionatori i video sgranati degli sketch del villaggio turistico dell’estate del ‘91).

 

Se fai riferimento a una agenzia, inserisci i dati del tuo agente o della società che ti rappresenta.

Il consiglio dell’esperto: allega al tuo CV una foto di te in primo piano e una a figura intera. La foto deve essere recente e di alta qualità. Rivolgiti a un fotografo professionista, ma non eccedere con i ritocchini: sei un attore, non un modello. Ricordati che anche Meryl Streep fu scartata a inizio carriera perché considerata non abbastanza avvenente e ora ha in bacheca tre Emmy e tre Golden Globe.

2. Elenca le tue esperienze professionali nel tuo curriculum artistico da attore

 

Ora che la scenografia è pronta… Motore e azione! Si va in scena!

 

E per fare del tuo curriculum un colossal da sbancare il botteghino dovrai sicuramente puntare sulla tua esperienze di recitazione: sei un attore di teatro o cinema? Quante volte hai calcato il palcoscenico? Hai preso parte a serie TV o telenovelas? Doppiato cortometraggi coreani?

 

Se vorrai avere un ruolo di primo piano, in questa sezione dovrai allora elencare le tue esperienze lavorative seguendo alcune semplice regole per non fare la fine di Joey Tribbiani alle prossime audizioni:

  • Se lo desideri, puoi seguire l’ordine cronologico inverso, ma considera con attenzione ogni esperienza: se tu fossi Elijah Wood daresti più spazio a Il signore degli anelli o allo spot di AT&T Fiber?
  • Dividi le esperienze lavorative per categorie: cinema, teatro, spot, doppiaggio, serie TV, ecc, dando la priorità al campo per cui desideri ottenere la parte.
  • Indica sempre il titolo dell’opera, l’anno, la parte che hai avuto e il nome del regista.

 

Ecco allora un esempio da Tony Award:

 

Esempio di esperienze professionali per il curriculum da attore

GIUSTO

GIUSTO

Cinema

 

La grande bellezza nel ruolo di Alfio Bracco, regia di Paolo Sorrentino, 2013.

  • Lavorato con il premio Oscar Paolo Sorrentino.
  • Collaborato con Toni Servillo, vincitore dell’European Film Award.

 

SBAGLIATO

Cinema

 

Attore

La grande bellezza

  • Collaborato con il cast in diverse attività
  • Aggiustamenti dello script

 

Tieni presente che ti stai candidando come attore, non come parte della crew o come sceneggiatore, dunque a nessuno importeranno abilità diverse dalla recitazione. Via le competenze digitali o il problem solving come faresti in un normale CV.

 

Come vedi invece nell’esempio corretto, lavorare con attori di primo piano può essere motivo di orgoglio e attirare l’attenzione sul tuo CV, ma ricorda che alle selezioni conta quello che sai fare tu; a questo proposito, ricorda allora di specificare quale è stato il tuo ruolo nella rappresentazione.

 

Almeno per questa volta, meglio non recitare: millantare di aver dato lezioni a Robert De Niro quando invece eri una semplice comparsa in una scena tagliata farà sì che la commedia si trasformi ben presto in un dramma (oltre a far arrabbiare Toro Scatenato).

 

Il discorso vale anche per un attore alle prime armi; dopotutto, da qualche parte bisognerà pur partire! In questo caso, potresti allora fruttare le scene alle quale hai partecipato al tuo corso di recitazione:

 

Esempio di esperienze professionali per il CV da attore principiante

GIUSTO

Scuola d’arte comica e drammatica Totò

 

Teatro

 

  • Scene dal Tartuffo di Molière, supervisione di Maria Nuti
  • L’opera da tre soldi di Brecht, regia di Carlo Fogli
  • Mistero Buffo di Dario Fo, regia di Michela Di Donna

 

Cinema

 

  • Scene tratte da Titanic, adattamento di Nando Moscariello

Ancora una volta, è essenziale essere sinceri e indicare chiaramente che si è trattato di un corso di recitazione: se sei uscito da poco dall’accademia e il tuo curriculum è più lungo di quello di Gigi Proietti qualcosa puzza di bruciato.

 

Se lo vedesse Maccio Capatonda, si accorgerebbe subito che sei “il regista di nessun altro film”; anzi, nel tuo caso l’attore che non ha mai recitato davvero.

 

Per dare il giusto peso alle tue esperienze, ecco allora una lista di ruoli che potrebbe fare al caso tuo:

  • Protagonista
  • Coprotagonista
  • Attore non protagonista
  • Comparsa
  • Voce fuori campo
  • Doppiatore
  • Controfigura
  • Stuntman

 

Le luci della sala si abbassano! E questa volta non sarai tu a dover prendere i pop-corn!

Il consiglio dell’esperto: evita di inserire partecipazioni a programmi televisivi, quiz o concorsi di bellezza, dato che non hanno niente a che fare con le tue abilità attoriali.

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

3. Dedica una sezione alla tua educazione nel curriculum artistico da attore

 

Il miglior modo per imparare a fare un film è farne uno.

 

Parola di Stanley Kubrick.

 

E ci sono tanti attori di successo che non hanno neppure terminato le scuole superiori, primi fra tutti mostri sacri come Jim Carrey e Jonny Depp.

 

Ma sfortunatamente, come amava ripetere Federico Garcìa Lorca, non tutti gli attori nascono posseduti dal duende.

 

E tu sai bene quanti mesi di lavoro ci sono anche solo dietro ad un monologo di quarantacinque minuti.

 

Respirare nel modo giusto, muoversi sul palco, pronunciare le parole correttamente, memorizzare testi lunghissimi, gestire le pause: un lavoro ciclopico che ti accompagna costantemente dall’istante in cui hai messo piede per la prima volta in una scuola di recitazione.

 

Ecco allora quali elementi inserire nella sezione dell'istruzione:

  • Titolo di studio
  • Luogo e data
  • Scuola frequentata

 

Oltre alla informazioni di base, se sei ancora alle prime esperienze sei poi libero di aggiungere tutti i successi in campo artistico maturati durante i tuoi studi, come ad esempio:

  • Progetti scolastici
  • Saggi ed esibizioni
  • Spettacoli
  • Produzioni cinematografiche
  • Cortometraggi

 

Ecco un esempio da Biennale del Cinema di Venezia:

 

Esempio di educazione nel curriculum vitae di un attore

GIUSTO

Accademia Nazionale di Arte Drammatica

 

Sede di Roma

2005-2008

 

Corso di Dizione

 

Scuola per Attori Marlon Brando

2009

 

Come detto, se al momento la scuola è il tuo unico palcoscenico, potresti condire questa sezione in salsa thriller:

 

Esempio di educazione nel CV artistico di un attore emergente

GIUSTO

Accademia Cinema e TV

 

Sede di Firenze

2018-oggi

 

  • Tre mesi di corso recitazione in lingua inglese alla Oxford School of Drama, 2019.
  • Vincitore del premio FilmYoung per attori emergenti, Roma, 2020.
  • Corso di ballo classico coreografato da Roberto Bolle, 2021.

 

Tieni sempre a mente che questa sezione è dedicata espressamente alla tua educazione in campo artistico: i selezionatori non saranno interessati alla tua laurea in fisica, neanche se stanno cercando il protagonista del prossimo film su Stephen Hawking.

Il consiglio dell’esperto: per aumentare il prestigio di questa sezione aggiungi i nomi dei tuoi maestri e insegnanti e le rispettive discipline di eccellenza.

4. Porta in scena le tue competenze nel tuo curriculum artistico da attore

 

Ti ricordi la prima volta che sei andato in scena? Era il teatro comunale e c’erano 26 persone in tutto, nonni e zii compresi.

 

Le gambe tremavano e potevi strizzare il costume di scena tanto era inzuppato di sudore. Ti sei ingarbugliato un paio di volte e il microfono deve pure avere fischiato mentre incespicavi sul proscenio.

 

Se in prima fila si fosse seduto Alberto Arbasino non avrebbe scritto una recensione memorabile.

 

Ora invece saltelli sul palco senza sosta, le parole escono fluide dalla tua bocca e guardi gli spettatori dritti negli occhi senza doverli immaginare tutti quanti in mutande.

 

Cosa è cambiato? Beh ma certo, hai fatto esperienza e acquisito competenze!

 

E quando andrai a una audizione, dovrai essere in grado di metterle in mostra. Ecco allora una lista di competenze professionali che potrebbe fare al caso tuo:

 

Esempio di competenze sul curriculum artistico da attore

 

  • Tecniche di memorizzazione
  • Gestualità
  • Eloquio
  • Dizione
  • Danza
  • Tecniche di recitazione
  • Teatro musicale
  • Canto lirico
  • Espressività
  • Improvvisazione

 

Ma questo elenco può essere più lungo del franchise Marvel! E In fondo, anche se fanno parte dello stesso universo Thor, Capitan America, il dottor Strange e Natasha Romanoff hanno abilità completamente diverse: ce lo vedi Hulk vestito da Wonder Woman?

 

E questo vale anche per te: recitare a teatro davanti a un pubblico non è lo stesso che farlo di fronte a una telecamera. E un attore di film di arti marziali non avrà lo stesso stile di recitazione di Buster Keaton in Viale del tramonto.

 

In questo caso, potresti comunque risolvere la faccenda prima della fine del prossimo episodio di Breaking Bad:

  • Fai una lista delle hard skills e delle soft skills nelle quali ti senti più forte.
  • Leggi i requisiti del casting e le abilità richieste dai selezionatori.
  • Sovrapponi le due liste: gli elementi in comune sono quelli su cui puntare per arrivare alla Walk of Fame!

 

Ecco allora un altro esempio che ti porterà in un lampo a Broadway:

 

Esempio di competenze per il curriculum da attore di teatro

GIUSTO
  • Prossemica
  • Spazio scenico
  • Tecniche di recitazione
  • Metodo Stanislavskij
  • Tecniche di intonazione e ritmica
  • Doppiaggio

 

E se alcune abilità sono valide per il teatro, per par condicio sarà meglio andare a vedere qualche punto a favore della settima arte:

 

Esempio di competenze per il curriculum da attore di cinema

GIUSTO
  • Recitazione
  • Allenamento nei combattimenti
  • Canto
  • Danza
  • Tecniche di immedesimazione
  • Improvvisazione

 

A ogni genere, il suo attore: se sul set di Rocky avessero detto a Dolph Lundgren di cantare a cappella di fronte a Stallone, con tutta probabilità John Avildsen avrebbe assaporato il vero significato di “ti spiezzo in due”.

Il consiglio dell’esperto: anche in questo caso, è fondamentale che tu sia professionale, cercando di non sovrastimare le tue abilità. Se scrivi di conoscere il tip tap non è che devi essere il nuovo Fred Astaire, ma almeno non fare la fine di un elefante in una cristalleria.

5. Inserisci una sezione extra nel tuo curriculum artistico da attore

 

Arrivato a questo punto del tuo curriculum avrai l’occasione finalmente di spolverare la tua bacheca e mettere in bella mostra tutti i premi e i riconoscimenti che hai ottenuto nella tua carriera.

 

A meno che non siano Razzies Awards.

 

Quelli no, non li mettere: sì è vero, l’ha vinto anche Will Smith, ma lui è Will Smith, non ha più bisogno di un curriculum!

 

Senza aspettare il secondo tempo, ecco allora come fare per valorizzare i premi ottenuti durante la tua carriera:

 

Premi e riconoscimenti: esempio nel CV da attore

GIUSTO

Premi e riconoscimenti

 

  • David di Donatello al miglior attore non protagonista in Pinocchio, regia di Matteo Garrone, Roma, 2020.
  • Premio La chioma di Berenice per il miglior attore in una fiction, Il nome della rosa di Giacomo Battiato, Firenze, 2021.

 

SBAGLIATO

Premi e riconoscimenti

 

Grazie alle mia costanza e al non essermi mai arreso davanti alle difficoltà, ho ricevuto molti premi della critica e del pubblico sia a livello italiano che internazionale, oltre a decine di candidature.

 

Ricordati sempre che stai scrivendo il tuo curriculum, non devi tenere il discorso alla notte degli Oscar. Inoltre, se rimani vago senza indicare quali premi hai ricevuto, i selezionatori potrebbero pensare che forse sei entrato un po’ troppo nella parte di Roger “Verbal” Kint.

 

Se il tuo unico premio è stato il settimo classificato alla gara di spelling delle scuole medie, potresti comunque far fruttare questa sezione e inserire tutti quei corsi di perfezionamento e le abilità che non rientrano direttamente nei paragrafi precedenti.

 

Ecco come fare allora in questo caso:

 

Corsi di perfezionamento e lingue: esempio nel CV da attore

GIUSTO

Corsi di perfezionamento

 

  • Corso di formazione teatrale, Scuola di Teatro D’Annunzio (120 ore), Trieste, 2020.
  • Laboratorio La grammatica sul palcoscenico (40 ore), Venezia, 2021.
  • Seminario Danza e ridanza, Accademia di danza Ballett, Roma, 2021.

 

Lingue

 

  • Italiano madrelingua (livello di dizione elevato)
  • Dialetto romano

 

SBAGLIATO
Ho frequentato molti corsi di aggiornamento nel corso del tempo che mi hanno permesso di diventare l’attore che sono oggi. Ho migliorato molto la mia postura, la dizione e il livello di recitazione.

 

Questa sezione deve essere schematica: pur senza aggrapparti a un soliloquio in tre atti devi essere in grado di raccontare con chiarezza ciò che hai realizzato.

 

Inoltre potrai inserire anche le lingue parlate nel CV: se il personaggio lo richiede, puoi aggiungere anche la tua abilità di parlare i dialetti regionali.

 

Attento però: aver visto su YouTube uno spezzone dei film di Piero Mazzarella non fa sì che tu sia in grado di parlare il dialetto milanese, rischiando di passare per una macchietta caricaturale.

 

6. Accendi le luci della ribalta nel tuo curriculum da attore

 

A questo punto, il tuo curriculum ha preso forma e sei arrivato alla post produzione e in fase di montaggio forse sarà utile aggiungere qualche effetto speciale.

 

E anche se non hai a disposizione i sofisticati mezzi di Dreamworks e Pixar, c’è comunque un modo per far sì che il tuo curriculum superi il record di spettatori di Avatar: aggiungere una sezione dedicata al tuo profilo sul CV, che andrà inserito appena al di sotto dei tuoi dati personali.

 

In poche righe dovrai riuscire a calamitare l’attenzione su di te (il che non è molto strano, se pensi che all’audizione potresti avere il tempo di recitare anche solo una battuta). Ecco allora quali regole rispettare:

  • Rileggi il tuo CV ed estrapola i tuoi maggiori successi e punti di forza.
  • Scrivi 3 o 4 righe che ti rappresentino al meglio in relazione all’offerta di lavoro.
  • Inserisci risultati concreti per farti apprezzare dai selezionatori.

 

Ecco allora un esempio degno dei migliori effetti in CGI:

 

Esempio di profilo per il CV da attore

GIUSTO
Talentuoso attore di teatro con 15 anni di esperienza. Nel 2020 ho iniziato una tournée con il mio spettacolo “Inferno dantesco” che ha fatto il tutto esaurito in Italia con un aumento delle presenze in teatro del 30%, ottenendo il premio Flaiano. Attualmente sto lavorando a un progetto con attori internazionali per la divulgazione della letteratura italiana. Sono desideroso di entrare a far parte della vostra storica compagnia di teatro.

 

SBAGLIATO
Sono un attore di successo e raccolgo sempre le sfide cercando nuovi stimoli. Penso di avere i numeri giusti per entrare a fare parte della vostra compagnia, innalzando ulteriormente il livello dei vostri spettacoli.

 

Come un deus ex machina, il tuo profilo deve essere in grado di agganciare i selezionatori dall’alto e confermare la bontà del tuo curriculum e dei tuoi obiettivi professionali.

 

In questa sezione è giusto essere determinati e sicuri di sé, ma se esageri con l’auto elogio senza dare una prova concreta di quello che hai realizzato corri il rischio che i selezionatori partano prevenuti e non ti prendano troppo sul serio.

 

Anche se sei alle prime armi puoi comunque scrivere un profilo degno di nota:

 

Esempio di profilo per il CV da attore in erba

GIUSTO
Giovane attore entusiasta appena uscito a pieni voti dalla Scuola Internazionale di Cinema. Nell’ultimo anno ho partecipato come comparsa in 14 film e come protagonista nel corto “Noi del 2000”, che ha ottenuto 5 stelle su La Rivista del Cinematografo e una menzione da Gianni Canova. Sono desideroso di mettere a disposizione la mia abilità artistica per la vostra produzione di sicuro successo.

 

SBAGLIATO
Nonostante la giovane età ho già partecipato a grandi produzioni e mi aspetta un brillante futuro. Chiamatemi e vedrete che sono la persona giusta al momento giusto e non avrete neanche bisogno di vedere altri candidati.

 

Ancora una volta, a meno che tu non sia un bambino prodigio alla Millie Bobby Brown, forse è meglio evitare di sbilanciarsi e aggiungere “Stranger Things” al tuo curriculum.

 

7. Aggiungi la privacy al tuo curriculum artistico da attore

 

Ancora un piccolo appunto: goditi finché puoi la tua privacy, perché quando diventerai un attore famoso non avrai tante occasioni di passare inosservato.

 

Mentre ti prepari a firmare autografi ed essere circondato dai paparazzi, ricordati di scrivere un paio di righe per autorizzare i selezionatori al trattamento dei tuoi dati sensibili sul CV, come qui di seguito:

 

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel CV ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

 

In questo modo, sarai sicuro che la tua candidatura venga presa in considerazione!

 

Cosa aspetti, corri a inviare il curriculum! Il treno per il successo passa una sola volta!

 

8. Allega una lettera di presentazione al tuo curriculum artistico da attore

 

Se ancora non hai un agente forse sarebbe il caso di cominciare a cercarne uno. Ma nel frattempo, per assicurarti di fare centro e ottenere numerose audizioni potresti farti conoscere al meglio aggiungendo al tuo curriculum vitae una lettera motivazionale!

 

Consigliata anche dalle maggiori università di Belle Arti, una lettera di presentazione efficace darà maggior spazio alla tua personalità, lasciando trasparire tratti che difficilmente riuscirebbero a stare su un curriculum di sole due pagine.

 

Quando scrivi, tieni presente allora alcuni punti fondamentali:

  • Perché hai deciso di candidarti per il ruolo.
  • Perché dovresti essere scritturato.
  • Perché proprio questa produzione e non un’altra.

 

Per farlo puoi raccontare dei tuoi ruoli precedenti, di quali personaggi hai impersonato, dei risultati che hai raggiunto e quale è stato il giudizio della critica e del pubblico.

 

Racconta il passato, ma sempre con uno sguardo verso il futuro.

 

Ecco allora quali regole seguire per incollare i tuoi selezionatori allo schermo del pc neanche stessero aspettano il finale di stagione de Il trono di Spade:

  • Utilizza un tono aperto e amichevole, mantenendo però lo stile di una lettera formale.
  • Mantieni la formattazione del curriculum.
  • Racconta di te e dei tuoi successi, lasciando trasparire le tue migliori qualità e abilità.
  • Stai attento a essere consistente con quanto hai scritto nel tuo CV.
  • Evita frasi fatte e forzature.
  • Non superare i tre quarti di pagina.

 

Ecco fatto! I tuoi fan ti aspettano! E mi aspetto almeno due biglietti in prima fila per la première!

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Ecco allora un piccolo riassunto per iniziare la tua carriera di attore:

  • Scegli con cura l’impaginazione per rendere il testo leggibile e armonioso.
  • Aggiungi le tue esperienze professionali di rilievo a seconda dell’offerta di lavoro.
  • Aggiungi i corsi di recitazione e le attività artistiche realizzate nel periodo scolastico.
  • Elenca le tue maggiori abilità nel campo della recitazione.
  • Crea una sezione per premi e riconoscimenti, corsi di perfezionamento e lingue.
  • Scrivi il tuo profilo in modo da agganciare i selezionatori.
  • Allega una lettera di presentazione per aggiungere qualcosa in più su di te.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro da attore. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima! Ciao!

Valuta questo articolo: curriculum artistico attore
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili