Il mio account
Curriculum fotografo professionista e freelance (+ esempi)

Curriculum fotografo professionista e freelance (+ esempi)

Dalle foto delle vacanze ai selfie col gatto, se il tuo lavoro è anche la tua passione, ecco come scrivere un curriculum da fotografo che farà accendere il flash ai selezionatori!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

Fotografi si nasce o si diventa? Beh, di sicuro non ci si improvvisa.

 

E purtroppo ti trovi quotidianamente di fronte ai vari Micheal Kenna dell’ultima ora, che si sentono professionisti affermati solo per il book della cresima del cugino.

 

E che dire poi di quelli che ti propongono un ingaggio con pagamento in “grande visibilità”? Perché in fondo un paio di click ed è fatta, no? Che cosa ci vuole?

 

Avanti di questo passo un paio di scatti ci saranno pure, ma per le foto segnaletiche!

 

Se vorrai farti largo tra dilettanti allo sbaraglio e offerte di lavoro decisamente sfocate, oltre a macchina e treppiede nella borsa fotografica dovrai aggiungere un altro strumento: il tuo curriculum vitae da fotografo.

 

Continua a leggere e imparerai a:

  • Scrivere un curriculum da fotografo.
  • Aumentare il tempo di esposizione del tuo CV.
  • Immortalare le tue migliori competenze e abilità.

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum da fotografo
Modello di curriculum da fotografo

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Se questa guida è uno scatto a lunga esposizione, quelle che ti proporremo sono delle istantanee con cui migliorare la tua composizione:

 

 

Ecco un esempio!

 

Esempio di curriculum vitae da fotografo

 

Marco Rinaldi

Fotografo

Via Dardano 23, 26900, Lodi (LO)

marco.rinaldi@mail.it

+39 331 22 11 222

Portofolio: www.marcorinaldifoto.com

 

Estroso fotografo professionista con 10 anni di esperienza nel settore, ho pubblicato +1.500 foto per riviste internazionali di moda. Recentemente ho proposto una nuova serie di servizi fotografici per le riviste online che hanno aumentato le visualizzazioni del 30%, con un aumento significativo dei profitti. Offro la mia creatività e la mia competenza tecnica a Vogue.

 

Esperienze lavorative

 

Fotografo

Casa di moda L’Atelier, Milano

Marzo 2015-oggi

 

  • Pubblicazione di oltre 500 fotografie su giornale cartaceo e web.
  • Aumento delle visualizzazioni sui social network del 30%.
  • Organizzazione della fotografia di campagne pubblicitarie e sfilate in Europa e Nord America.
  • Negoziazione dei costi di storage con i provider con risparmio del 15%.
  • Creazione di oltre 40 book fotografici per le collezioni invernali per un valore di 350.000 Euro.

 

Fotografo

Studio fotografico L’otturatore

Febbraio 2011-Gennaio 2015

 

  • Gestione dell’attrezzatura professionale del valore di 50.000 Euro.
  • Accordi commerciali con 19 clienti chiave e incremento del 20% dei nuovi clienti.
  • Copertura di oltre 250 eventi pubblici e privati da +800 partecipanti.
  • Training per 7 nuovi fotografi.

 

Educazione

 

Laurea triennale in fotografia

Università IED di Milano

2008-2011

 

Competenze

 

  • Creatività: con l’ideazione di progetti innovativi e di impatto.
  • Fotografia: conoscenza delle tecniche avanzate di scatto e post-produzione per interni ed esterni.
  • Gestione del tempo: organizzazione dei tempi di lavoro e consegna dei progetti nei tempi prestabiliti.
  • Comunicazione: con la sensibilità di intercettare le richieste dei clienti e offrire risultati di qualità.
  • Utilizzo di software professionali, tra cui Photoshop, Lightroom e Nikon Capture NX.
  • Innovazione: con l’utilizzo di droni e strumenti tecnologici d’avanguardia

 

Certificazioni

 

  • Corso di fotografia di interni (30 ore), Milano, 2018.
  • Corso di post-produzione (40 ore), Milano, 2021.

 

Premi

 

  • Premio Scatto d’oro, Associazione Italiana Fotografi, 2019.

 

Mostre

 

  • Manifestazione culturale Cult2021, Milano, 2020.
  • Mostra Foto in viaggio, Milano, 2021.

 

1. Formatta il tuo curriculum da fotografo

 

Immagina di essere su un set, con una coppia di modelli in posa pronti per essere fotografati.

 

Che fai, tiri fuori il tuo cellulare, scatti e fine dei giochi? O sistemi le luci, decidi l’angolazione, metti a fuoco e fai varie prove per ottenere l’inquadratura perfetta?

 

Ecco, per quanto riguarda il curriculum l’idea è la stessa: purtroppo non basta sedersi alla scrivania e buttar giù le prime quattro righe che ti vengono in mente!

 

Per prima cosa, ecco allora le regole per scrivere un CV da fotografo a regola d’arte:

  • Dividi il curriculum in sezioni distinte, in modo da rendere più agevole la lettura.
  • Imposta il discorso seguendo l’ordine cronologico inverso.
  • Fissa i margini a 2,5 cm per lato e l’interlinea a 1,15.
  • Scegli un font per curriculum sans serif, come Arial o Verdana di grandezza 11 o 12 punti.
  • Cerca di essere schematico e non ti dilungare con frasi troppo lunghe e contorte.
  • Non eccedere il limite massimo di 2 pagine.
  • Salva il tuo CV in PDF, come suggerito dai nostri 20+ Consigli per Curriculum così da mantenere intatte le tue formattazioni.

 

In questo modo, il tuo curriculum avrà una forma semplice e diretta facilmente leggibile dai selezionatori. 

Il consiglio dell’esperto: anche se non è obbligatorio, se lo desideri potrai inserire una foto nel tuo CV. In questo caso, tira fuori le tue doti da fotografo e inserisci uno scatto professionale!

 

Scopri di più: Formato del CV

 

2. Racconta la tua esperienza lavorativa nel curriculum da fotografo

 

Quante foto avrai scattato nella tua vita? Mille? Diecimila? Un milione? Anche se stabilire un numero è una impresa ardua, certo è che il tempo trascorso a trafficare tre teleobiettivi e FishEye può fare davvero la differenza tra te e gli altri candidati.

 

C’è pure una bella notizia: il mercato della fotografia è in espansione, tanto che il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo ha perfino redatto un piano strategico per la fotografia.

 

E al pari del ministero, anche tu avrai bisogno di una strategia vincente per il tuo CV. A questo proposito, potresti partire proprio da questo paragrafo, raccontando la tua esperienza e mettendo in vetrina i risultati raggiunti nel corso del tempo.

 

Per farlo, imposta questa sezione come segue:

  • Utilizza l’ordine cronologico inverso, partendo dalle esperienze più recenti e andando a ritroso nel tempo.
  • Per ogni posizione aggiunti datore di lavoro, data e luogo.
  • Per descrivere i risultati aiutati con elenchi puntati (da 4 a 6 punti per ogni esperienza lavorativa).
  • Concentrati su numeri e risultati concreti piuttosto che sulle mansioni svolte.

 

In un curriculum funzionale questa sezione seguirà le competenze organizzative e gestionali. Ecco allora una diapositiva di quella che potrebbe essere la sezione lavorativa del tuo CV:

 

Esempio di esperienza lavorativa nel curriculum vitae di un fotografo freelance

GIUSTO

Fotografo freelance

Studio fotografico Marmi, La Spezia

Gennaio 2005-Settembre 2012

 

  • Fotografo ufficiale per oltre 50 eventi istituzionali.
  • Lavoro di editing per l’incremento del 75% delle visualizzazioni sui siti dei clienti di media grandezza.
  • +400 pubblicazioni su riviste di Viaggi e Natura.
  • Organizzazione della mostra itinerante “NatGeo”, con oltre 12.000 presenze nel Nord Italia.
SBAGLIATO

Fotografo freelance

Studio fotografico Marmi, La Spezia

Gennaio 2005-Settembre 2012

 

  • Foto per matrimoni, eventi e cerimonie.
  • Pubblicazioni su riviste.
  • Editing e casting nel settore moda.
  • Realizzazione foto per marketing online.

Più che un curriculum, sembra il volantino pubblicitario.

 

Qui però non si tratta di offrire i tuoi servizi a un cliente, ma di attirare i selezionatori e quantificare i propri successi.

 

Eh sì, perché tutti i fotografi scattano foto, ma tu a che eventi hai partecipato? Hai pubblicato su National Geographic o sul giornale della scuola? Le tue foto sono in copertina su Vogue o le hai giusto messe in bacheca su Facebook?

 

Come vedi le differenze possono essere enormi ed è allora fondamentale far capire a chi legge che si trova davanti a un professionista vero e non a un amatore.

 

Ma cosa fare se la tua carriera è iniziata da poco? La logica è sempre la stessa:

 

Esempio di esperienza lavorativa nel curriculum vitae di un fotografo alle prime esperienze

GIUSTO

Assistente fotografo

Studio Photo+, Torino

Marzo 2020-oggi

 

  • Coordinazione per foto di gruppo fino a 150 persone.
  • Edit di 4 book fotografici da 40 foto ciascuno con GIMP.
  • Realizzazione di grafiche che hanno portato all’aumento del 10% dei clienti.
  • Gestione dell’equipaggiamento tecnico con risparmio di oltre 5.000 Euro.
SBAGLIATO

Assistente fotografo

Studio Photo+, Torino

Marzo 2020-oggi

 

  • Fotografia
  • Grafiche
  • Edit e post-produzione

Come puoi vedere, poca esperienza non significa necessariamente non avere nulla da raccontare: in questa sezione, puoi sempre puntare sui miglioramenti ottenuti e sulla tua crescita tecnica e personale grazie all’esperienza lavorativa. Ora vediamo cosa inserire nel curriculum una volta ottimizzata la tua esperienza.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

3. Sviluppa la sezione dell’educazione nel tuo curriculum da fotografo

 

Che titolo di studio serve per diventare fotografi?

 

Beh, diciamo che a nessuno importa più di tanto che Robert Capa abbia dovuto interrompere gli studi prima della Guerra.

 

Certo, se aspiri a diventare un grande fotografo sicuramente avrai bisogno di una preparazione tecnica adeguata, ma oltre a questo non è richiesto alcun titolo di studio, anche se una buona preparazione scolastica non potrà che giovare al tuo CV.  Tra l'altro l'educazione è fondamentale anche per dettagli in una lettera di presentazione per stage.

 

Ad ogni modo, che tu abbia la terza media o un dottorato, in questa sezione dovrai sempre includere:

  • Titolo di studio
  • Data
  • Luogo
  • Ateneo frequentato

 

Se lo desideri, puoi anche inserire il voto finale, soprattutto se è positivo; meglio invece soprassedere se non hai ottenuto valutazioni particolarmente brillanti.

 

Ecco allora un esempio per attivare l’autofocus per il tuo CV:

 

Esempio di sezione educazione nel curriculum artistico da fotografo

GIUSTO

Laurea triennale in Fotografia e Moda

Accademia delle Belle Arti di Modena

2005-2008

 

Valutazione finale: 110/110

Se sei già nel settore da tempo, potrebbe pure bastare così. Ma se non hai un titolo di studio inerente alla fotografia? O se hai appena completato gli studi e non hai ancora avuto grandi occasioni di metterti in mostra a livello lavorativo?

 

In questo caso, potrai dare un tocco diverso agli anni spesi tra i banchi aggiungendo anche:

  • Titolo della tesi
  • Conferenze e seminari ai quali hai partecipato
  • Pubblicazioni
  • Il voto di laurea nel CV
  • Scambi universitari
  • Premi
  • Mostre

 

Ecco allora un altro esempio:

 

Esempio di sezione educazione nel curriculum artistico da fotografo senza esperienza

GIUSTO

Diploma di Liceo Classico

Liceo Classico Bernini, Pavia

2016-2021

 

Valutazione finale: 92/100

 

Presentazione di tesi fotografica dal titolo “Il ‘900 a colori: immagini che hanno fatto la storia”

 

  • Corso pomeridiano di fotografia (25 ore), Pavia, 2020.
  • Pubblicazione di oltre 200 foto sul giornale scolastico, 2017-2019.

Se non hai un titolo di studio inerente alla fotografia, perché in questo caso non affidarsi all’effetto bokeh e lasciare che il titolo di studio rimanga un po’ più sfocato sullo sfondo a favore delle tue esperienze extrascolastiche?

Il consiglio dell’esperto: il tuo titolo di studio ha rilevanza solo nei primi periodi di lavoro; man mano che acquisisci esperienza i datori di lavoro si concentreranno molto di più sulla tua carriera professionale. Tutti i dettagli potranno essere utili in un colloquio di lavoro.

 

Scopri di più: Istruzione e formazione nel CV

 

4. Aggiungi le tue competenze nel curriculum da fotografo

 

Ti ricordi la tua prima fotografia? L’hai scattata con una vecchia Polaroid e hai atteso con impazienza che venisse stampata soffiandoci sopra con la convinzione che si asciugasse più un fretta.

 

Ora, non è che bisogna tornare indietro ai tempi del dagherrotipo e della camera oscura, ma ne è passata parecchia di acqua sotto i ponti e intanto la tecnologia ha fatto passi da gigante.

 

E ora più che mai è fondamentale dimostrare di possedere moltissime competenze tecniche che ti permettono di svolgere la professione al meglio.

 

Ecco allora una bella scarrellata di diapositive per le tue competenze da fotografo:

 

Competenze per CV da fotografo

 

  • Capacità tecniche avanzate
  • Allestimento di set fotografici
  • Creatività
  • Visione
  • Gestione del tempo
  • Editing e fotoritocco
  • Utilizzo di Photoshop e GIMP
  • Post-produzione
  • Utilizzo di Illustrator e InDesign
  • Capacità comunicative
  • Flessibilità
  • Progettazione in Lightroom
  • Adattabilità
  • Sensibilità artistica
  • Conoscenze di marketing
  • Montaggio e riprese video
  • Panoramiche a 360° con Photovista

 

Come puoi vedere, questo elenco è un insieme di:

 

  • Competenze tecniche, o hard skills, proprie del tuo lavoro di fotografo.
  • Competenze trasversali, o soft skills, che riguardano la tua sfera personale, relazionale e comunicativa e possono derivare da esperienze lontane dalla fotografia.

 

E questi due tipi di abilità devono essere molto ben amalgamati per dare profondità di campo al tuo CV.

 

Come fare però a capire con quale priorità inserire le tue competenze? Non è che puoi inanellare una lista interminabile di qualità dando a ognuna lo stesso peso!

 

A questo proposito, dovrai allora orientare le tue scelte in relazione all’offerta di lavoro alla quale ti stai candidando.

 

Per farlo, segui questi suggerimenti:

  • Vai a leggere con attenzione l’offerta di lavoro e annota le abilità richieste.
  • In parallelo, fai un elenco delle abilità che ritieni di possedere.
  • Confronta i due elenchi: gli elementi in comune sono quelli su cui puntare maggiormente!

 

Ed ecco allora qualche altro esempio concreto per darti un’idea:

 

Esempio di competenze per il tuo CV da fotografo

GIUSTO
  • Utilizzo dispositivi Canon
  • Sviluppo di foto e book fotografici
  • Editing con Pixlr
  • Impostazioni luci continue e flash
  • Utilizzo materiali da ripresa e attrezzature
  • Illuminotecnica e colorimetria

E se non sei ancora troppo esperto, potresti puntare maggiormente sulle competenze trasversali:

GIUSTO
  • Gestione delle scadenze
  • Capacità relazionali
  • Doti comunicative
  • Estro e fantasia
  • Fotografia digitale e analogica
  • Tecniche di caricamento della pellicola

Qualunque siano le abilità in cui eccelli, cerca di guardare questa sezione attraverso il grandangolo, trovando il giusto equilibrio tra hard e soft skills.

Il consiglio dell’esperto: se lo desideri, accanto a ciascuna voce puoi dare una valutazione con termini come “Intermedio” o “Avanzato” oppure inserire una frase che racconti come hai utilizzato queste abilità nel tuo lavoro.

 

Scopri di più: Competenze professionali nel CV

 

5. Aggiungi una sezione extra al tuo curriculum da fotografo

 

A questo punto sei quasi in dirittura d’arrivo, ma puoi ancora dare qualche ritocchino al tuo CV. 

 

Qui avrai la possibilità di spaziare tra molte attività e ottenere un curriculum ricco di colori e in alta definizione, anche senza avere Photoshop a portata di mano.

 

Ecco allora quali categorie puoi andare ad aggiungere in questa sezione del curriculum da fotografo:

  • Certificazioni
  • Corsi di aggiornamento
  • Premi
  • Specializzazioni
  • Pubblicazioni
  • Volontariato
  • Hobby
  • Mostre

 

Se scritti come si deve, questi elementi possono contribuire notevolmente ad abbassare l’F-Stop del tuo CV facendolo brillare di luce propria agli occhi dei selezionatori, come nell’esempio di seguito:

 

Sezione extra: esempio di CV da fotografo

GIUSTO

Certificazioni

 

  • Certificazione QIP, Roma, 2020.
  • Corso di fotografia professionale (120 ore), Roma, 2021.
  • Seminario Tecniche di design (15 ore), Milano, 2021.

 

Pubblicazioni

 

  • Servizio fotografico “Safari e natura”, National Geographic, n.6, Giugno 2020.
SBAGLIATO

Partecipazione a diversi seminari e corsi professionalizzanti e di perfezionamento, oltre alla pubblicazione di foto su riviste italiane e estere.

Anche se non è necessario dilungarsi troppo, neppure essere troppo stringato non porterà i frutti sperati. 

 

In questa sezione è importante allora inserire tutti i dati corretti di modo da permettere al selezionatore di risalire all’attività svolta e, in caso, fare un controllo.

 

Se poi lo desideri, in questa sezione c’è spazio anche per attività extra lavorative, come hobby e volontariato, che possono risultare interessanti agli occhi dei selezionatori.

 

Ecco allora un esempio:

 

Sezione extra: hobby e volontariato nel CV da fotografo

GIUSTO

Attività e hobby

 

  • Fotografo per l’associazione culturale “ArteGiovane” dal 2015.
  • Direttore del corso di fotografia per bambini “Fotografi-amo” dal 2012.
  • Volontario alla casa di riposo di Mantova, dove ogni lunedì proietto foto d’epoca per gli ospiti.
SBAGLIATO
  • Calcio
  • Nuoto
  • Jazz

Questa sezione ha però qualche limite:

  • Non deve portare via spazio a sezioni più importanti.
  • Deve essere inerente al tuo lavoro.
  • Deve lasciar trasparire tratti significativi della tua personalità.

 

Se queste condizioni non sono rispettate, puoi tranquillamente passare oltre: a nessun selezionatore alla ricerca di un fotografo interessa se tu sei un abile giocatore di pallanuoto o se ascolti la musica da camera.

Il consiglio dell’esperto: in questa sezione evita i collegamenti con la politica, la religione e la sessualità per non dare adito a potenziali discriminazioni.

 

Scopri di più: Hobby e passioni nel curriculum

 

6. Metti in mostra le tue qualità nel profilo del tuo curriculum da fotografo

 

E sei arrivato alla fine! Ma prima di mettere il punto definitivo e mandare la foto alle stampe, dovrai ancora inserire un ultimo paragrafo, il profilo. Vuoi inserire delle frasi per curriculum, vero?

 

Questa sezione andrà posta proprio al di sotto dei dati personali per dare una esposizione massima al tuo CV e dovrà contenere in qualche riga i tuoi maggiori successi e le esperienze più significative.

 

Ed ecco cosa devi fare per ottenere un profilo degno di Steve McCurry:

  • Rileggi con attenzione tutto il tuo CV e trova le esperienze e le abilità più significative.
  • Introduci te stesso in 3 o 4 righe.
  • Spiega cosa hai da offrire e quali sono i tuoi obiettivi, sempre con un occhio di riguarda alla tua futura azienda.

 

Ecco allora un esempio per agganciare il selezionatore prima che si chiuda l’otturatore:

 

Esempio di profilo nel curriculum da fotografo

GIUSTO

Creativo fotografo freelance, da 8 anni lavoro per diverse testate giornalistiche nazionali e internazionali. Nel 2020, le mie foto online hanno ricevuto oltre 120.000 visualizzazioni, aumentando il numero di follower nel mio sito personale del 25%. Inoltre, ho pubblicato +20 servizi fotografici su Forbes, l’Economist e Focus. Desidero offrire le mie abilità tecniche e i miei lavori migliori alla rivista People.

SBAGLIATO

Ho collaborato con diverse riviste come fotografo e fotoreporter e sono alla ricerca di una nuova attività stimolante. Sono pronto a nuove sfide e desidero crescere professionalmente e intraprendere una nuova carriera.

Anche in questo caso devi cercare un punto di incontro con la tua futura azienda; ricordati infatti che la ricerca del lavoro si basa su un fattore bidirezionale: l’azienda offre qualcosa a te e tu offri qualcosa a loro.

 

Lo stesso vale anche se non hai ancora maturato molta esperienza lavorativa:

 

Esempio di profilo nel curriculum da fotografo alle prime esperienze

GIUSTO
Giovane neolaureato all’Accademia di Belle Arti con una valutazione di 110/110, mi sono specializzato in fotografia di interni ed esterni e ho avviato una collaborazione con un illustre studio fotografico. Nel 2021 ho realizzato 10 progetti per i nostri clienti e il 95% è stato accettato entro una settimana dalla presentazione, per un ricavo che supera i 40.000 Euro. Desidero offrire le mie competenze allo studio Design365.
SBAGLIATO

Sono appena uscito dall’Accademia e sono desideroso di mettermi in gioco. Ho avuto occasione di lavorare ad alcuni progetti per uno studio di design, ma credo sia arrivato il momento di dare una svolta alla mia carriera: sono un asso con la macchina fotografica in mano, mettetemi alla prova e non deluderò le vostre aspettative.

Anche in questo caso, elemosinare un posto di lavoro o apparire eccessivamente sbruffoni non farà bene alla candidatura. Ancora una volta: più che alle parole vuote, i selezionatori si basano sui fatti.

 

Scopri di più: Profilo del curriculum

 

7. Aggiungi la privacy al tuo curriculum da fotografo

 

Una volta completato il curriculum, ricordati di inserire l’autorizzazione all’utilizzo dei tuoi dati sensibili. 

 

È un po’ come il copyright: di sicuro non ti farebbe piacere se qualcuno utilizzasse le tue foto senza chiedere il permesso. E parlando di copyright: il trattamento dei dati personali nel CV inglese è importante quanto in un CV italiano.

 

Per far sì che il tuo curriculum venga preso in considerazione, ricordati dunque di aggiungere quanto segue:

 

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel CV ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

 

E il gioco è fatto: con un paio di righe, anche la burocrazia è risolta!

 

Scopri di più: Autorizzazione al trattamento dei dati personali

 

8. Allega una lettera di presentazione al tuo curriculum da fotografo

 

Una volta completato il tuo CV, se vuoi essere sicuro che i selezionatori facciano lo zoom sulla tua candidatura ti resterà solo una cosa da fare: andare a scrivere una lettera di presentazione.

 

Questo tipo di documento ti permetterà di raccontare di te e dei tuoi successi in modo più discorsivo rispetto al curriculum, concentrandoti maggiormente sulle tue abilità e su aneddoti che permettano ai selezionatori di mettere a fuoco la tua passione e personalità.

 

A questo proposito però, se desideri che i recruiter si facciano un’idea di te through the lens, dovrai rispettare alcune regole fondamentali:

  • Utilizza un tono formale, ma amichevole e aperto.
  • Formatta curriculum e lettera di presentazione alla stesso modo.
  • Racconta di te e dei tuoi successi con l’intento di attirare l’attenzione dei selezionatori.
  • Dividi il testo in sezioni così da migliorarne la leggibilità.
  • Non contraddire ciò che hai già scritto nel CV.
  • Non superare il limite massimo di tre quarti di pagina.

 

Et voilà! Ora non resta che fare una foto ricordo per il tuo primo giorno di lavoro.

 

Scopri di più: Come scrivere una lettera di presentazione

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

Punti chiave

 

Ecco allora un breve riassunto di questa trattazione su come scrivere il tuo curriculum da fotografo:

  • Aggiusta l’impaginazione per rendere il curriculum più fluido e leggibile.
  • Inserisci le tue esperienze in ordine cronologico inverso partendo dalle più recenti.
  • Aggiungi i tuoi titoli di studio e le eventuali esperienze extrascolastiche.
  • Fai un elenco delle tue migliori competenze tecniche e trasversali.
  • Crea una sezione extra per hobby, volontariato, corsi, certificazioni e seminari.
  • Aggiungi in bella vista un profilo per raccontare di te in maniera brillante.
  • Allega una lettera di presentazione per raccontare di te in modo più discorsivo rispetto al tuo CV.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro da fotografo. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima! Ciao!

Valuta questo articolo: curriculum fotografo
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili