Il mio account
Curriculum vitae da cuoco e aiuto cuoco: un esempio di CV

Curriculum vitae da cuoco e aiuto cuoco: un esempio di CV

Se ami lo sfrigolio del soffritto e non resisti al profumo di una teglia fumante appena sfornata, ecco la guida per il tuo curriculum da cuoco e aiuto cuoco da 3 stelle Michelin!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

Spadellare tutto il giorno non è certo una passeggiata.

 

Da quando vanno forte i reality poi, le cose si sono fatte anche più difficili: schiere di improbabili giudici in stile Masterchef hanno preso d’assalto i ristoranti, postando piatti su Instagram e recensioni implacabili su TripAdvisor.

 

Come quella volta che il carpaccio di tonno è tornato indietro perché “un po’ freddino” o come quando un cliente ha ordinato gli spaghetti allo scoglio senza frutti di mare!

 

Se dopo dieci ore di lavoro affili i coltelli solo per affettare le pietanze, hai decisamente trovato il lavoro per te! Per fare carriera in cucina però, oltre al libro delle ricette avrai bisogno di qualcosa di più: un succulento curriculum vitae da cuoco! 

 

In questa guida imparerai come:

 

  • Scrivere un curriculum vitae da cuoco e aiuto cuoco senza scottature.
  • Prendere i selezionatori per la gola.
  • Ottenere il lavoro dei tuoi sogni in cucina.

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum da cuoco
Modello di curriculum da cuoco

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Ecco degli articoli per migliorare l'efficacia della tua candidatura: 

 

 

E ora, un esempio di CV da cuoco.

 

Esempio di curriculum vitae da cuoco

 

Michele Razzi

Capopartita

Via Ralvetti 35, 60121, Ancona (AN)

+39 123 456 7891

 

Creativo capo partita da 5 anni responsabile dei secondi piatti dell’Hotel Splendid, 4 stelle, che ospita oltre 400 clienti ogni giorno. Cura del dettaglio e creatività hanno permesso di introdurre nuovi piatti a base di pesce sulla carta, con una aumento dei clienti del 20% e una menzione sulla guida Michelin. Sono desideroso di contribuire all’esperienza culinaria dei clienti dell’Hotel Sole e Luna con le mie specialità.

 

Esperienze lavorative

 

Capopartita ai secondi

Hotel Splendid ****, Ancona

Marzo 2016-oggi

  • Responsabile del team dei secondi, composto da 4 persone.
  • Contribuzione all’aumento dei profitti del 10% all’anno dal 2018 con l’introduzione del menù tipico del territorio.
  • Sviluppo di menù vegetariani, vegani e per celiaci.
  • Riduzione degli sprechi di cibo del 40% grazie a ordini mirati.

 

Cuoco

Hotel Martino ***, L’Aquila

Febbraio 2015-Febbraio 2016

  • Passaggio da tirocinante a cuoco di brigata in soli 4 mesi.
  • Impiattamento di 400 piatti ogni giorno.
  • Catering per banchetti e cerimonie di oltre 200 persone.
  • Riorganizzazione e riduzione dei tempi di preparazione della linea del 30%. 

 

Educazione

 

Diploma di cucina

Istituto alberghiero Marchetti, Teramo

2009-2014

 

Competenze

 

  • Impiattamento
  • Creazione di menù
  • Cotture e preparazioni
  • Creatività
  • Leadership
  • Lavoro sotto pressione
  • Rapidità di esecuzione

 

Lingue

 

  • Inglese B1
  • Spagnolo B1

 

Ecco un curriculum appetitoso. Vai avanti a leggere per scoprire cosa bolle in pentola!

 

1. Formatta il tuo curriculum vitae da cuoco a puntino

 

Se il cliente ordinasse “spaghetti al Nerano”, tu gli presenteresti una linguina alla bottarga con la scusa che tanto è sempre pasta? No di certo se non vuoi concludere la tua carriera prima della fine dell’antipasto.

 

Allo stesso modo, è importante che il tuo curriculum rispetti alcune regole di base di impaginazione, per dare al cliente esattamente quello che vuole. E questa volta avrai a che fare con un cliente davvero ostico: un direttore d’albergo, uno chef o un manager di ristorante.

 

Ecco allora quali regole seguire per impiattare un CV da cuoco a regola d’arte:

 

  • Scegli l’ordine cronologico inverso. Qui si parte dal dolce e si va all’antipasto, inserendo per prime le esperienze più recenti.
  • Utilizza un font chiaro e leggibile, come Arial o Verdana 11 punti. Lascia i caratteri arzigogolati per i tuoi menù gourmet.
  • Imposta i margini a 2,5 cm per lato e allinea il testo a sinistra.
  • Invece di lanciarti in descrizioni troppo lunghe e ardite, utilizza elenchi puntati di più facile lettura.
  • Dividi il curriculum in paragrafi ben distinti per renderlo più armonioso.
  • Salva il curriculum in PDF, come il diciannovesimo dei nostri consigli per un curriculum migliore, per mantenere le formattazioni.

 

Potrai inserire, una volta sviluppata l'intestazione, i dati personali del CV. Fai attenzione ed evita di usare dati sensibili, come la data di nascita nel curriculum. Ora il nostro curriculum può ora prendere forma! Ai fornelli!

Il consiglio dell’esperto: così come un cliente sbuffa davanti a una carta con troppe portate, così anche chi legge il curriculum non andrà oltre alla seconda pagina: sii conciso e non eccedere il limite o il tuo curriculum diventerà eccessivamente lungo.

 

Scopri di più: Formato del CV

 

2. Sforna la tua esperienza lavorativa nel curriculum vitae da cuoco

 

Quando li vedi lì in televisione sembra incredibile, ma anche grandi chef come Cracco e Cannavacciuolo hanno fatto la gavetta dimostrando che con impegno, passione e duro lavoro si può passare dallo sgusciare i gamberi alla copertina di Gambero Rosso.

 

In questa sezione dovrai allora valorizzare le specialità della casa, elencando le tue esperienze lavorative passate per dimostrare di conoscere anche l’angolo più recondito della cucina.

 

Ecco come impostare questa sezione:

 

  • Parti dalle esperienze più recenti che abbiano affinità con la posizione per la quale ti candidi e torna indietro nel tempo.
  • Per ogni posizione lavorativa cita l’azienda per la quale hai lavorato, il luogo, la data e la mansione svolta.
  • Cerca sempre di fornire risultati concreti: per farlo aiutati con gli elenchi puntati; inseriscine da 4 a 6 per ogni esperienza passata.

 

Questi dettagli possono essere inseriti anche in un curriculum vitae europeo. Solo, è più difficile farlo. Eccoti allora un esempio gustoso:

 

Esempio di curriculum vitae per cuoco

GIUSTO

Cuoco addetto ai primi

Hotel Mandolino, Roma

Marzo 2016-oggi

 

  • Preparazione di oltre 20 tipi di primi piatti.
  • Doppio servizio a pranzo e cena per oltre 400 ospiti dell’albergo.
  • Diminuzione dei tempi di attesa dei clienti del 10%.
  • Preparazione cerimonie e banchetti da oltre 200 invitati.
SBAGLIATO

Cuoco addetto ai primi

Hotel Mandolino, Roma

Marzo 2016-oggi

 

  • Preparazione primi.
  • Impiattamento.
  • Servizio ai clienti.
  • Preparazione linea.

 La vedi la differenza eh? E il candidato è lo stesso! È un po’ come scrivere sul menù “spaghetti al pomodoro” oppure un decisamente più invitante “spaghetti al pomodoro ramato fresco e basilico profumato”.

 

La regola vale anche per un candidato con meno esperienza:

 

Esempio di curriculum vitae per aiuto cuoco

GIUSTO

Operatore di cucina

Hotel Parchetto

Giugno 2020-oggi

 

  • Riduzione dei tempi di preparazione della linea del 20%.
  • Preparazione quotidiana del pranzo per oltre 80 dipendenti.
  • Posizionamento del buffet serale, comprensivo di 40 differenti pietanze.
  • Pulizia degli strumenti e ordine della postazione.
SBAGLIATO

Operatore di cucina

Hotel Parchetto

Giugno 2020-oggi

 

  • Ordine e pulizia strumenti.
  • Preparazione primi e secondi.
  • Pulizia postazione.
  • Assistenza al capo partita.

 Anche in questo caso, nonostante i pochi mesi di esperienza, il candidato riesce a valorizzare il proprio lavoro portando esempi e numeri concreti. Nell’esempio scorretto invece il candidato si limita a fare un elenco di mansioni generiche, che non lascia trasparire nessuna potenziale qualità.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

 

3. Aggiungi il piatto forte: l’istruzione nel curriculum vitae da cuoco

 

Se hai conseguito una qualifica, un diploma di istituto alberghiero o una laurea in gastronomia partirai già con il piede giusto in cucina grazie alle competenze acquisite tra i banchi di scuola.

 

È pur vero però che il solo titolo di studio non ti consentirà di saltare a piedi pari la gavetta e qualche patata dovrai pure pelarla, quindi non farti troppi problemi anche se arrivi da un percorso scolastico diverso.

 

Qualunque sia il tuo titolo di studio, l’importante è impostare questa sezione seguendo queste regole di base:

 

  • Inserisci titolo di studio, anno, luogo e istituto nel quale hai studiato.
  • Se la valutazione è alta, aggiungi il voto finale.
  • Se hai appena finito la scuola potresti inserire esperienze extrascolastiche alle quali hai preso parte, come progetti, concorsi o scambi studenteschi.

 

Ecco come ha fatto il nostro candidato:

 

Educazione: esempio nel curriculum vitae da cuoco

GIUSTO

Diploma di servizi per l’enogastronomia

Istituto professionale statale Fardetti, Verbania

2005-2010

 

Voto finale: 100/100

 Se sei ancora alle prime armi, potrai “condire” un po’ questa sezione:

GIUSTO

Laurea triennale in Enogastronomia

Università statale di Milano

2015-2020

 

Voto finale: 106/110

 

Tesi di laurea “La cucina italiana all’estero”.

 

  • Partecipazione al seminario “La gastronomia molecolare”.
  • Organizzazione dei 3 incontri “Io enologo” per gli studenti del primo anno.

Dar valore a questa sezione è un punto essenziale sopratutto se sei alle prime esperienze: se stai scrivendo un curriculum senza esperienza lavorativa ma hai fatto solo qualche stage durante il periodo scolastico potresti comunque aggiungerlo alla sezione precedente.

 

Il consiglio dell’esperto: se non hai concluso gli studi superiori, puoi inserire l’ultimo anno frequentato, le materie in cui eri più forte e ogni eventuale esperienze extrascolastica.

 

Scopri di più: Istruzione e formazione nel CV

 

4. Mostra quanto vali: le competenze professionali nel curriculum vitae da cuoco

 

Olfatto raffinato, gusto sopraffino e tocco dell’artista. Ecco gli ingredienti perfetti per diventare uno cuoco di successo.

 

Se sei Ratatouille.

 

Non fraintendere, queste sono abilità meravigliose, ma da sole non bastano; se vorrai destreggiarti tra funghi flambè, crepes suzette e branzini in crosta dovrai dimostrare di possedere molte altre competenze e capacità.

 

Senza contare che qualcuno potrebbe avere da ridire su un topolino che lavora nella cucina di un ristorante!

 

Ecco qualche esempio di competenze da cuoco “umano”:

 

Competenze essenziali per il CV da cuoco

 

  • Creazione di menù
  • Attenzione alla qualità
  • Rapidità di esecuzione
  • Abilità tecniche
  • Preparazione pietanze
  • Lavoro di squadra
  • Organizzazione e autonomia
  • Conoscenze abbinamenti
  • Creatività
  • Conoscenza allergeni
  • Lavoro sotto pressione
  • Utilizzo strumenti da taglio
  • Food cost
  • Cucina regionale piemontese
  • Cucina molecolare
  • Fritture di carne e pesce

 

Come puoi notare, questa lista contiene molte differenti abilità, che possono essere suddivise in due grandi categorie:

 

  • Le hard skills, o competenze tecniche, che sono specifiche per una determinata professione e che si acquisiscono durante gli studi e la carriera lavorativa.
  • Le soft skills, o competenze trasversali, che sono relative alla sfera umana, organizzativa e competenza comunicativa e possono essere sfruttate per ogni tipo di carriera.

 

Per iniziare, tieni presente che un ristorante di pesce richiederà competenze differenti rispetto a una steak house. E a una osteria. E a una trattoria. E a un bistrot. E a un ristorante stellato. (Ma quanti tipi di ristoranti abbiamo in Italia?)

 

In questo caso ecco allora come puoi fare per centrare il punto ed essere sicuro di puntare sulle tue competenze migliori:

 

  • Leggi con attenzione l’offerta di lavoro alla quale sei interessato e annota le abilità richieste.
  • Scrivi una lista con le tue competenze migliori.
  • Compara le due liste: i punti in comune saranno quelli su cui puntare maggiormente.

 

Ecco allora qualche esempio da farsi venire l’acquolina in bocca:

 

Esempio di competenze da inserire nel curriculum per cuoco

GIUSTO
  • Preparazione bisque e zuppe
  • Lavorazione crostacei e mitili
  • Cottura primi e secondi di pesce
  • Preparazione antipasti di mare
  • Creazione menù a base di pesce
  • Ordini e inventario
  • Gestione del team
  • Velocità e pulizia

 Il discorso non cambia anche se sei alle prime esperienze:

 

Esempio di competenze da inserire nel curriculum per aiuto cuoco

GIUSTO
  • Rapidità
  • Gestione dello stress
  • Curiosità e creatività
  • Organizzazione del lavoro
  • Preparazione delle linea
  • Lavoro di squadra

In questa sezione hai dunque grande libertà e potrai sbizzarrirti con le tue competenze, ma ricordati di essere sempre sincero e obiettivo, per evitare brutte scottature ai fornelli!

Il consiglio dell’esperto: sempre più spesso manager e direttori di ristoranti vanno a vedere i tuoi social media. Questo può darti l’opportunità di esibire le tue doti, ma scegli con cura le foto che pubblichi: divisa pulita e piatti curati, se non vuoi rischiare di mandare tutti in fumo!

 

Scopri di più: Competenze professionali nel CV

 

5. Aggiungi una sezione extra al tuo curriculum vitae da cuoco

 

Questa sezione è il topping che trasforma magicamente la tua torta da fenomenale a “posso averne un’altra fetta?”.

 

Sai bene che ognuno di noi trova sempre un piccolo spazio per il dolce e il tuo curriculum non farà eccezione, dedicando questa sezione alla specialità della casa. Avanti allora, armati di sac à poche e aggiungi il tocco dell’artista!

 

Ecco come decorare la sezione extra con la stessa maestria di Buddy Valastro.

 

Solo una piccola premessa, così come non metteresti mai l’ananas sulla pizza, così anche ciò che aggiungi in questa sezione deve avere una rilevanza con l’offerta di lavoro.

 

Detto questo, c’è spazio per:

 

 

Per darti un’idea, ecco un esempio concreto:

 

Sezione extra: esempio per il curriculum vitae da cuoco

GIUSTO

Certificazioni

 

  • Attestato di assaggiatore d’olio, Scuola di cucina Ghiottone, Firenze, 2020.
  • Certificato della Scuola di arte culinaria Cordon Bleu, 200 ore, Milano, 2018.
  • HACCP di manipolazione diretta, 2020.

 

Riconoscimenti

 

  • Quattro stelle Guida Michelin, 2020.
SBAGLIATO

Nel corso degli anni ho frequentato diversi corsi di aggiornamento per la cucina, per poter offrire ai clienti un ottimo servizio.

 

Nell’ultimo anno, ho partecipato a un corso di assaggiatore di olio per riconoscere le differenze tra gli oli d’oliva vergine e extravergine.

Ricordati sempre che questa sezione deve essere schematica! Anche se sei tentato, non lasciarti andare a digressioni eccessive, ma vai dritto al punto!

 

Ma se ancora non hai molte certificazioni da postare in bella vista? Nessun problema! Ecco un altro caso interessante:

 

Sezione extra: esempio per il curriculum vitae per aiuto cuoco

GIUSTO

Attività e volontariato

 

  • Cuoco volontario alla Caritas di Legnano dal 2016.
  • Apertura del corso gratuito di cucina per bambini dai 6 agli 11 anni dal 2018.

 

Lingue

 

  • Inglese B1, Cambridge PET Certificate, 2020.
SBAGLIATO

Hobby e passioni

 

Amo il calcio, la musica rock e faccio birdwatching.

 Quando si parla di hobby e tempo libero (a onor del vero poco, se lavori in cucina) evita di includere ciò che non è pertinente all’offerta di lavoro; se una attività non aggiunge alcun valore alla tua candidatura puoi tranquillamente passare oltre.

 

Scopri di più: Hobby e passioni nel curriculum

 

6. Parla di te nel tuo profilo sul curriculum vitae da cuoco

 

Arrivati a questo punto, il tuo curriculum dovrebbe ormai aver preso forma.

 

Diciamo che hai aperto il tuo locale, ci hai messo i tavoli e le sedie, hai apparecchiato con cura e adagiato i menù sul centrotavola. Ma come fanno i clienti a sapere che il tuo ristorante è aperto e tu sei pronto a servirli?

 

Ma certo, metti fuori una bella insegna!

 

Allo stesso modo, anche il tuo curriculum ha bisogno di una sezione per poter dire ai selezionatori “Ehi, sono qui, ecco le mie specialità!”.

 

Questa sezione è il profilo, che andrà posto in bella vista tra i tuoi dati personali e l’esperienza lavorativa. Per inserirlo, esiste una ricetta facile e veloce:

 

  • Leggi ancora una volta l’offerta di lavoro alla quale ti stai candidando e cerca le richieste dell’azienda.
  • Rileggi tutto il tuo curriculum ed estrapola le esperienze e le attività più significative della tua carriera.
  • Raccogli tre o quattro frasi significative che abbiano inerenza con l’offerta di lavoro.

 

Ecco allora qualche idea che farebbe sussultare anche Gordon Ramsay (senza lanciare piatti in aria):

 

Esempio di profilo nel tuo curriculum vitae da cuoco

GIUSTO
Creativo capo partita dei primi piatti da 3 anni, sono in grado di offrire piatti gustosi e di qualità agli oltre 70 clienti quotidiani del locale. I miei piatti hanno ottenuto oltre 40 recensioni a 5 stelle su TripAdvisor, aumentando la nostra clientela abituale del 20% nell’ultimo anno. Metto a disposizione le mie abilità tecniche e professionali per una realtà in crescita come il ristorante La valle chiara.
SBAGLIATO
Sono una persona operosa e dinamica e non mi fermo mai. Punto sempre al meglio e desidero che i miei clienti siano soddisfatti. Ho intenzione di espandermi e so che il vostro ristorante è quello giusto per me.

 Ricordati: non devi solo scrivere, devi DIMOSTRARE! Se non citi numeri e risultati nessuno sarà in grado di valutare quanto hai effettivamente da offrire.

 

Lo stesso vale per un aiuto cuoco:

 

Esempio di profilo nel tuo curriculum vitae da aiuto cuoco

GIUSTO

Veloce aiuto cuoco con 6 mesi di esperienza ho iniziato a lavorare in cucina come lavapiatti e, grazie a dedizione e impegno, sono stato promosso aiuto cuoco dopo soli 3 mesi. In questo periodo, ho aumentato la velocità di preparazione delle linee del 30% e aumentato la rapidità delle preparazione, riducendo i tempi di attesa dei nostri clienti di oltre 12 minuti.

 

Vorrei offrire la mia intraprendenza a una realtà in espansione come l’Hotel Riomaggiore.

SBAGLIATO
Ho iniziato a lavorare in cucina da pochi mesi ma, grazie all’affiancamento di cuochi esperti, ho già imparato molto e sono pronto a lavorare in autonomia. Non ho paura di mettermi alla prova e se me ne darete l’occasione non deluderò le vostre aspettative.

Ecco un altro errore: per poter ottenere un impiego bisogna avere qualcosa di concreto da offrire alla tua futura azienda. Nell’esempio scorretto, il candidato si propone con la promessa di dimostrare le proprie qualità, ma di queste qualità non c’è traccia e difficilmente un’azienda potrà prenderlo molto sul serio.

 

Scopri di più: Profilo del curriculum

 

7. Inserisci la liberatoria nel tuo curriculum vitae per cuoco

 

Piccolo promemoria, così come una cucina non può funzionare se non ha l’HACCP in ordine, così anche il tuo curriculum rischia di vedere la saracinesca abbassata se non aggiungi una liberatoria per l’utilizzo dei tuoi dati sensibili.

 

Per essere sicuro che il tuo curriculum venga preso in considerazione, aggiungi allora questa dicitura con le informazioni necessarie per il tuo datore di lavoro:

 

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel CV ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

 

Ecco fatto, ora puoi andare a indossare il grembiule!

 

Scopri di più: Autorizzazione al trattamento dei dati personali

 

8. Allega una lettera di presentazione al tuo curriculum vitae da cuoco

 

C’è ancora una cosa da fare per assicurarti ulteriore visibilità: scrivere una bella lettera di presentazione da allegare al tuo CV da cuoco!

 

Ora starai pensando: sono un cuoco, mica uno scrittore! E però, secondo i recruiter del settore turistico, una lettera di presentazione fa balzare il tuo curriculum in cima alla lista, dando loro l’opportunità di conoscerti più a fondo.

 

Ecco allora alcuni punti chiave da rispettare per la stesura della tua lettera di presentazione:

 

  • Mantieni un tono amichevole ma professionale, dato che si tratta di una lettera formale.
  • Racconta di te in un limite massimo di tre quarti di pagina.
  • Inserisci le esperienze che hanno maggior rilevanza, stando ben attendo a non contraddire quanto hai già scritto sul tuo curriculum.
  • Tralascia ciò che non è compatibile con l’offerta di lavoro alla quale ti stai candidando.
  • Chiudi con un invito a vedersi di persona per un colloquio, la cosiddetta call to action.

Avanti sbrigati a inviare la tua candidatura, non vorrai fare tardi al tuo primo servizio!

 

Scopri di più: Come scrivere una lettera di presentazione

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

 

Punti chiave

 

Vediamo ancora una volta la ricetta semplice per avere un curriculum da cuoco da leccarsi i baffi:

 

  • Impagina il CV in maniera corretta e scegli un carattere leggibile.
  • Aggiungi le tue esperienze professionali.
  • Inserisci una sezione dedicata ai tuoi titoli di studio.
  • Stila la tua lista di competenze, sia tecniche che trasversali.
  • Aggiungi una sezione bonus.
  • Inserisci un profilo vincente appena sotto i tuoi dati personali.
  • Allega una lettera di presentazione efficace.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro da cuoco. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima! Ciao!

Valuta questo articolo: curriculum vitae cuoco
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili