Il mio account
Curriculum farmacista: competenze ed esempi per il tuo CV

Curriculum farmacista: competenze ed esempi per il tuo CV

Se lavorare in farmacia è il sogno della tua vita, ecco la guida perfetta per scrivere il tuo curriculum da farmacista da assumere dopo i pasti senza nessuna controindicazione!

Paolo Borrini
Paolo Borrini
Esperto di Carriere

Il farmacista è quel mestiere in cui, durante l’università, esiste un apposito corso di traduzione avanzata di scrittura del medico di base.

 

A parte gli scherzi, sappiamo bene che non basta aprire un cassetto e tirare fuori pillole e sciroppi: si tratta invece di formare un solido legame covalente polare tra te i tuoi pazienti.

 

Hai scelto un mestiere nobile e antico al servizio degli altri: da Galeno ad Avicenna, passando per gli studi sulla botanica degli speziali medievali, nel corso dei secoli la figura del farmacista si è evoluta fino diventare quella che oggi noi conosciamo.

 

A differenza dei secoli scorsi però, per poter iniziare la tua carriera, avrai bisogno di un farmaco miracoloso: il tuo curriculum da farmacista!

In questa guida imparerai come:

  • Impostare un curriculum da farmacista efficace senza errori.
  • Dosare competenze e abilità senza bisogno della bilancia analitica.
  • Ottenere in breve tempo il lavoro dei tuoi sogni.

 

Vuoi guadagnare tempo e creare un CV online in 5 minuti? Scegli il nostro builder di curriculum vitae online. E’ facile, rapido, pratico e personalizzabile al 100%. Scegli il modello di curriculum vitae tra 18 template da compilare e scaricare.

 

CREA IL TUO CURRICULUM ONLINE

 

Modello di curriculum perfetto
Modello di curriculum perfetto

Questo modello di CV è stato creato con il nostro builder — Crea un curriculum vitae online qui.

Uno dei nostri utenti, Nicola, ha detto di noi:

 

Creare il mio curriculum in una pagina mantenendo un aspetto professionale è difficile. Il builder di CV di Zety mi ha aiutato molto.

 

Cerchi qualche altra dritta? Dai un'occhiata anche a:

 

 

Esempio di curriculum da farmacista

 

Michela Brusti

Direttrice farmacista

Via De Amicis 23, 47921, Rimini (RI)

michela.brusti@mail.com

+39 345 67 89 101

linkedIn.com/in/miche584

 

Precisa direttrice di farmacia con 10 anni di esperienza in una farmacia privata, servo i nostri clienti con premura e meticolosità, assistendoli nelle oltre 2500 prescrizioni settimanali.

Nell’ultimo anno ho rinegoziato i prezzi dei prodotti per la cura del corpo, generando un risparmio netto di 25.000 Euro.

Ho aumentato le vendite dell’8% e acquisito 10 nuovi clienti nell’ultimo mese.

Vorrei mettere a disposizione le mie competenze farmaceutiche e gestionali per Farmamed.

 

Esperienze lavorative

 

Direttrice farmacista

Farmacia La pillola, Rimini

Settembre 2014-oggi

  • Assistenza cortese e competente agli oltre 150 clienti quotidiani.
  • Servizio in inglese e tedesco per turisti stranieri, con un incremento dei clienti del 25% durante il periodo estivo.
  • Introduzione di prodotti per neonati con aumento delle vendite dell’8%.
  • Ottimizzazione della gestione dei magazzini e riduzione dell’invenduto del 10%, con conseguente risparmio di oltre 30.000 Euro nel 2020.
  • Introduzione del servizio di test per celiachia, che hanno portato 30 nuovi clienti nell’ultimo trimestre.

 

Farmacista

Farmacia Lo sciroppo, Riccione

Marzo 2010-Luglio 2014

  • Preparazione di medicinali in laboratorio e riduzione degli sprechi di prodotto del 95%, grazie a una verifica di dosaggi e principi attivi.
  • Lavoro al banco a contatto con oltre 1000 clienti al mese.
  • Training per 4 nuovi colleghi.
  • Consulenze su integratori e dermocosmesi, con un aumento dei clienti abituali del 10%.

 

Educazione

 

Laurea magistrale in Farmacia

Università di Bologna, Bologna

2005-2010

Voto di laurea 110/100 e lode

 

Competenze

 

  • Preparazione e dispensazione di farmaci
  • Procedure di Farmacopea
  • Prevenzione e profilassi
  • Ascolto e rapporto con i clienti
  • Gestione del team
  • Utilizzo di strumenti di laboratorio

 

Certificazioni

 

  • Iscritta all’Ordine dei Farmacisti della provincia di Rimini, 2010
  • Certificazione “Quality management” UNI ISO 9001:2015, 2018

 

Lingue

 

  • Italiano madrelingua
  • Inglese B1
  • Tedesco B2

 

Una candidatura a regola d’arte, e che valorizzerà il tuo curriculum internazionale! Vediamo allora come fare a costruire un CV come questo!

 

1. Formatta il tuo curriculum da farmacista nel modo giusto

 

Secondo i dati di AlmaLaurea, la maggior parte dei farmacisti trova un impiego a soli 5 mesi dalla laurea, soprattutto nel settore privato.

 

Questo non significa però che tu possa permetterti di inviare la tua candidatura in maniera superficiale, dato che di fronte a una pila di curriculum il selezionatore scarterà quelli meno interessanti nel tempo necessario a ingoiare una aspirina.

 

Vediamo allora quali regole rispettare per dare un'impostazione grafica e il formato giusto al tuo curriculum da farmacista, per evitare di ricorrere all’acido acetilsalicilico per i bruciori “da rifiuto”:

 

  • Scegli l’ordine cronologico inverso: parti dalle esperienze più recenti e vai a ritroso nel tempo.
  • Imposta i margini a 2,5 cm sia a destra che a sinistra e allinea il testo a sinistra.
  • Utilizza il font giusto per il tuo CV: Arial o Verdana 11-12 punti andranno bene.
  • Imposta una interlinea 1,15 così da dare il giusto equilibrio tra parole e spazi vuoti.
  • Inserisci elenchi puntati piuttosto che frasi troppo lunghe e complesse.
  • Cerca di non eccedere il limite di una pagina per il CV. Se hai tanta esperienza, puoi comunque aggiungerne una seconda.

 

Ecco fatto! Ora che abbiamo l’ossatura del tuo CV da farmacista, andiamo a vedere cosa scriverci dentro!

Il consiglio dell’esperto: è buona norma salvare il curriculum in pdf, così da mantenere intatta la formattazione che hai scelto.

2. Inizia dall’esperienza lavorativa sul tuo curriculum da farmacista

 

Questa sezione va curata con attenzione dato che è uno dei pilastri del tuo curriculum da farmacista.

Fai molta attenzione: il segreto è di riuscire a raccontare ai selezionatori tutte le nostre esperienze lavorative precedenti senza ridurle solamente a un noioso elenco interminabile che abbia gli stessi effetti della medicina omeopatica e induca sonnolenza.

 

Ecco le regole da seguire per scegliere cosa inserire nel CV nel modo corretto:

 

  • Parti dalle esperienze recenti e torna indietro nel tempo.
  • Poni l’accento sulle attività più affini all’offerta di lavoro.
  • Per ogni esperienza lavorativa indica nome dell’azienda o datore di lavoro, luogo, periodo di tempo e ruolo.
  • Non ti soffermare troppo sulla descrizione delle tue mansioni, ma focalizzati sui risultati raggiunti.
  • Scegli gli elenchi puntati di 4-6 punti invece di dilungarti troppo nella scrittura.
  • Porta risultati e numeri concreti a sostegno di quanto affermi.

 

Vediamo di seguito un esempio concreto:

 

Esempio di curriculum vitae da farmacista (con esperienza)

GIUSTO
Farmacista Ospedaliero

Ospedale Maggiore di Pistoia

Marzo 2016-oggi

  • Coordinamento con 250 medici di 10 differenti reparti.
  • Gestione degli acquisti dei farmaci e diminuzione dei tempi di attesa del 20% grazie al costante rapporto con i fornitori.
  • Riduzione della spesa di 80.000 Euro nel 2020 grazie al controllo sugli sprechi e all’aderenza ai protocolli.
  • Velocità di stoccaggio di magazzino aumentata del 10% con l’introduzione di nuovi software specifici.
SBAGLIATO

Farmacista Ospedaliero

Ospedale Maggiore di Pistoia

Marzo 2016-oggi

Lavoro da alcuni anni come farmacista ospedaliero con le seguenti mansioni:

  • Coordinamento con i medici.
  • Gestione acquisti.
  • Controllo magazzino.
  • Verifica protocolli.

Come puoi vedere, il candidato è lo stesso, ma c’è un grande divario tra i due esempi: nel caso corretto, il candidato propone numeri chiari e immediatamente valutabili al selezionatore, mentre nel secondo si limita a un puro elenco di mansioni, senza offrire dati spendibili.

 

Vediamo un altro esempio con un candidato di minor esperienza:

 

Esempio di curriculum vitae da farmacista (posizione junior)

GIUSTO

Farmacista

Farmacia De Vecchi, Macerata

Ottobre 2020-oggi

  • Consulenza giornaliera a oltre 200 clienti.
  • Suggerimento di farmaci generici che hanno consentito ai clienti un risparmio medio del 10%.
  • Gestione delle scorte con conseguente riduzione dei tempi di attesa a 1 giorno.
  • Servizio di analisi di massa grassa con bilancia impedenziometrica e misura della pressione arteriosa, con aumento dei clienti abituali del 10%.
SBAGLIATO

Farmacista

Farmacia De Vecchi, Macerata

Ottobre 2020-oggi

Nei primi mesi di lavoro, mi sono occupato del servizio al banco per i clienti e della gestione del magazzino, oltre alla preparazione di prodotti galenici in laboratorio.

Anche in questo caso stiamo parlando della stessa persona: nonostante la breve esperienza, nell’esempio corretto il candidato riesce a dare un valore al proprio lavoro, indicando i maggiori risultati raggiunti, mentre nell’esempio scorretto si limita a una lista di mansioni comuni a ogni farmacista.

 

Quando crei il tuo curriculum online con il builder di Zety, tutto ciò che devi fare è inserire gli elementi del documento come desideri (competenze, esperienze, etc.). Il software ha un correttore ortografico per creare un curriculum perfetto. Crea il tuo CV online qui.

 

Una volta inseriti tutti i tuoi dati, il builder di CV online di Zety valuterà il tuo CV, suggerendoti come modificare il tuo curriculum per migliorarlo ulteriormente.

 

3. Inserisci la sezione dedicata all’educazione sul tuo curriculum da farmacista

 

Non si scappa: per diventare farmacista serve una laurea magistrale in farmacia o in chimiche e tecnologie farmaceutiche e il successivo superamento dell’esame di stato.

 

Senza, le tue speranze di indossare il camice bianco sono ridotte a zero.

 

Nonostante tutti gli altri candidati abbiano maturato le tue stesse esperienze scolastiche, questo non vuol dire che la sezione di istruzione e formazione possa passare in secondo piano. Ancora una volta, il come ti racconti può fare la differenza.

 

Ecco allora le regole di base per impostare questa sezione in modo corretto:

 

  • Inserisci il titolo di studi, l’anno di inizio e di fine del percorso scolastico e l’ateneo che hai frequentato.
  • Sei libero di scegliere se inserire la tua valutazione finale nel CV: certamente un voto molto alto avrà un impatto positivo su chi leggerà il tuo curriculum.
  • Soprattutto se sei fresco di studi, valuta di inserire esperienze extrascolastiche come seminari e workshop, ricerche e progetti.

 

Ecco qui in basso un esempio pratico:

 

Educazione: esempi nel curriculum da farmacista

GIUSTO

Laurea specialistica in farmacia

Università degli studi di Urbino, Urbino

2005-2010

Voto finale: 105/110GIUSTO

Se come accennato in precedenza sei appena uscito dall’università, potresti aggiungere qualcosa in più:

GIUSTO

Laurea specialistica in CTF

Università Statale di Latina, Latina

2015-2020

Voto finale: 108/110

Tesi di laurea: Sintesi di composti indaniliden pirrolinici N-alchilati

  • Scambio studentesco di un semestre all’Università di New York, 2019.
  • Partecipazione seminario “COVID-19, lo studio dell’emergenza” (16 ore), Roma 2020.

 

Se ancora non hai molta esperienza lavorativa, queste esperienze aggiuntive possono dimostrarsi un plus importante, rivelando competenze ulteriori rispetto agli altri candidati.

 

4. Crea una sezione con le tue competenze professionali nel tuo curriculum da farmacista

 

Come suggerito dall’Università di Bologna, a un bravo farmacista non è richiesta solo la conoscenza della materia, ma anche tante altre competenze professionali parallele, come la gestione di un magazzino, la programmazione del lavoro o l’orientamento al cliente.

 

Tutte queste competenze si dividono normalmente in due grandi famiglie:

 

  • Le competenze tecniche, le hard skills, che sono inerenti a uno specifico impiego e vengono apprese grazie allo studio e all’esperienza sul campo.
  • Le competenze trasversali, o soft skills, che riguardano invece la sfera personale, comunicativa e psicologica e non afferiscono a un mestiere preciso, ma sono spendibili in ogni professione.

 

Vediamo allora un elenco di competenze rilevanti per la tua carriera da farmacista:

 

Competenze essenziali per il tuo curriculum da farmacista:

 

  • Conoscenza dei farmaci, abuso ed effetti collaterali.
  • Produzione di preparati galenici.
  • Ricerca e analisi di dati.
  • Capacità gestionali.
  • Autonomia sul lavoro.
  • Lavoro di squadra.
  • Orientamento al cliente.
  • Capacità di vendita.
  • Persuasività.
  • Gestione del magazzino.
  • Accuratezza e precisione.

 

Questi sono alcuni esempi di hard skills e soft skills che daranno una marcia in più al tuo curriculum da farmacista: il tuo obiettivo è ora di trovare quelle in cui ti senti più forte, cercando di intercettare le necessità del futuro datore di lavoro.

 

Ecco un buon metodo per costruire un elenco efficace:

 

  • Pensa a tutte le tue competenze e scrivi un elenco.
  • Leggi con attenzione l’offerta di lavoro per la quale intendi candidarti ed estrapola le competenze richieste.
  • Incrocia la tua lista con l’offerta di lavoro: gli elementi in comune sono quelli su cui puntare forte per fare colpo sui selezionatori.

 

Vediamo adesso qualche esempio concreto per aggiungere un po’ di C9H13NO3 al tuo curriculum da farmacista!

 

Esempio di sezione di competenze per il tuo curriculum di farmacista

GIUSTO
  • Gestione di un esercizio farmaceutico.
  • Conoscenza dei principi attivi dei farmaci.
  • Preparazioni galeniche (capsule, emulsioni, lozioni).
  • Conoscenza SOP e OTC.
  • Conoscenza del software gestionale Sophia.
  • Competenze in erboristeria.

Ecco invece un esempio di competenze per un farmacista con meno esperienza:

GIUSTO
  • Dispensazione di farmaci.
  • Indicazioni terapeutiche.
  • Predisposizione al contatto con i clienti.
  • Precisione e cura del dettaglio.
  • Organizzazione del lavoro.
  • Gestione delle scorte di magazzino.

Anche se hai molta esperienza sul campo, ricordati comunque di includere le tue competenze trasversali, perché sono in grado di raccontare molto della tua personalità e del tuo modo di lavorare.

Il consiglio dell’esperto: quando inserisci questa sezione, valuta sempre le tue competenze in base al principio di affinità con l’offerta di lavoro, tralasciando tutto ciò che non è potenzialmente rilevante.

5. Crea una sezione extra sul tuo curriculum da farmacista

 

Siamo arrivati al momento di sprigionare tutto il tuo potenziale come non riuscirebbe a fare neppure un ciclo di Krebs!

 

Questa sezione sarà dedicata a tutti quei risultati ottenuti da attività che non rientrano specificatamente nelle sezioni precedenti.

 

Stiamo parlando di:

 

 

Questo paragrafo sarà allora dedicato a tutte le tue passioni e ai tuoi interessi per dar modo ai selezionatori di valutare chi sei e quanto puoi offrire alla tua futura azienda. 

 

Anche in questo caso, ricordati di procedere in accordo con il principio della rilevanza, “equilibrando le dosi”: anche amoxicillina e acido clavulanico sono un efficace antibiotico, ma un eccessivo consumo creerà solo batteri resistenti!

 

Procediamo allora con qualche esempio concreto:

 

Sezione extra: esempio per il curriculum da farmacista (con esperienza)

GIUSTO

Certificazioni

  • Abilitazione all’esercizio della professione, Milano, 2018.
  • Iscrizione all’ordine dei farmacisti di Milano, 2018.
  • Corso di perfezionamento in Fitoterapia applicata (80 ore), Brescia, 2020.
  • Corso di alta formazione in Radiofarmacia (10 weekend), Bergamo, 2018.
SBAGLIATO

Ho sostenuto l’esame per l’abilitazione all’esercizio della professione con la conseguente iscrizione all’albo dei farmacisti.

Da quel momento mi sono focalizzato sul alcuni corsi di formazione tra cui fitoterapia applicata e radiofarmacia, che mi hanno permesso di accrescere le mie competenze professionali.

In questo modo, posso offrire ai clienti un servizio ancora più completo, intercettando i loro bisogni e necessità. 

Questa sezione deve essere schematica e di immediata lettura. Nell’esempio corretto, il candidato indica i riferimenti necessari per ogni esperienza; nell’esempio scorretto invece si dilunga eccessivamente in commenti che non aggiungono nulla alle sue competenze.

 

Vediamo il caso di un candidato con poca esperienza, magari con un CV da studente, alla ricerca di un tirocinio:

 

Sezione extra: esempio per il curriculum da farmacista (profilo junior)

GIUSTO

Attività

  • Membro dell’associazione storica e culturale “Monaci, monasteri ed erbe curative” dal 2015.
  • Volontario della Croce Rossa Italiana dal 2018.
  • Membro del club “Piccoli amici della chimica” dedicato ai bambini dai 6 ai 12 anni.
SBAGLIATO

Attività

  • Giocatore di calcio a cinque nella squadra del paese.
  • Divoratore di film e serie TV.
  • Appassionato di videogiochi sparatutto.

Come puoi osservare, nell’esempio corretto il candidato inserisce hobby e attività che ritiene abbiano una attinenza con la posizione lavorativa desiderata, trasmettendo al futuro datore di lavoro passione e dedizione.

 

Nell’esempio scorretto, il candidato elenca hobby che non sono pertinenti con l’offerta: c’è il rischio concreto che il futuro datore di lavoro abbia l’impressione di trovarsi di fronte ad una persona poco professionale.

 

6. Costruisci il tuo profilo sul tuo curriculum da farmacista

 

Questa sezione del tuo curriculum è più imprescindibile di un agitatore magnetico riscaldante per creare miscele omogenee.

 

Senza, il tuo curriculum non sarà amalgamato come si deve, perdendo parte del potenziale.

Stiamo parlando del profilo del CV: un breve compendio di tutte le tue migliori qualità e successi posto in posizione di maggiore visibilità sul tuo CV, appena sotto i tuoi dati personali.

 

Ecco le regole da seguire per scrivere un profilo degno di Tu Youyou:

 

  • Rileggi l’offerta di lavoro con attenzione.
  • Analizza il curriculum che stai scrivendo e cerca i tuoi punti di forza e i maggiori successi ottenuti.
  • Metti insieme 3 o 4 frasi significative che possano raccontare quanto vali.

 

Ancora una volta, basati sul principio di rilevanza ed escludi tutto ciò che non ha attinenza con la proposta di lavoro.

 

Vediamo un esempio:

 

Esempio di profilo nel tuo curriculum per farmacista (con esperienza)

GIUSTO

Attento farmacista da 4 anni, lavoro ogni giorno a contatto di oltre 200 persone.

Sono specializzato in preparazioni galeniche e ho aumentato il numero dei clienti abituali del 20%, ottenendo anche un incremento delle vendite per un importo che supera i 30.000 Euro.

Grazie a una scrupolosa gestione del magazzino, sono riuscito a ridurre gli sprechi del 15%.

Sono entusiasta di offrire le mie competenze di laboratorio e magazzino a una azienda solida e in crescita come la vostra.
SBAGLIATO
Ho molta esperienza in laboratorio e adoro passare il tempo tra provette e miscele. Lavoro anche su prodotti naturali che sono molto richiesti dai clienti. Vorrei cercare una nuova posizione per aumentare le mie competenze e allargare gli orizzonti del sapere.

Nell’esempio corretto, il candidato promuove se stesso facendo leva sui risultati migliori ottenuti nelle esperienze precedenti. Chi scrive appare determinato a ottenere un impiego, dando a chi legge una idea immediata di che cosa è in grado di fare.

 

Lesinare su dati e numeri, come nel secondo esempio, non porta invece ad alcun beneficio, ottenendo quasi un effetto inverso: chi legge non riesce a dare una reale valutazione, perdendo interesse per il candidato.

 

Lo stesso discorso vale per un candidato poco esperto:

 

Esempio di profilo nel tuo curriculum da farmacista (profilo junior)

GIUSTO

Energico commesso farmacista in tirocinio, ho sviluppato grandi capacità di ascolto grazie al contatto con oltre 100 clienti quotidiani. Sono molto ordinato e sono riuscito in poco tempo a completare un nuovo inventario di magazzino, aumentando la velocità di lavoro del 20%.

La gestione razionalizzata delle scorte ha inoltre permesso di fare ordini più mirati, risparmiando oltre 5000 Euro sui prodotti a lunga scadenza. Desidero offrire le mie competenze gestionali e la mia passione alla vostra grande azienda.
SBAGLIATO
Al momento sono in fase di tirocinio in una farmacia privata, dove ho avuto per la prima volta contatti diretti con i clienti. Per la maggior parte del tempo mi sono occupato di fare gli inventari in magazzino. Mi piacerebbe continuare a fare esperienza dopo lo stage.

Ancora una volta, nonostante la breve esperienza, il candidato dell’esempio corretto cerca di mettersi in mostra in modo concreto. Il secondo candidato, per contro, non trasmette alcuna sensazione al selezionatore, che con ogni probabilità proseguirà con la lettura dal curriculum del candidato successivo.

 

7. Aggiungi il trattamento dei dati sensibili sul tuo curriculum da farmacista

 

Ogni volta che invii un curriculum è molto importante che tu dia il tuo consenso per la trattazione dei tuoi dati sensibili. Se non lo fai, in accordo con le leggi italiane, il tuo curriculum potrebbe essere automaticamente escluso dalle selezioni.

 

Sarà sufficiente aggiungere questo testo in fondo al tuo CV da farmacista per la privacy del tuo CV:

 

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel CV ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

In questo modo avrai la sicurezza che il tuo CV venga preso in considerazione!

 

8. Aggiungi una lettera di presentazione al tuo curriculum da farmacista

 

Bene, abbiamo concluso: il tuo curriculum vitae da farmacista è pronto da essere inviato!

 

Ma c’è ancora qualcosa che puoi fare: allegare una lettera di presentazione fuori dal comune.

 

Come sostengono diversi recruiter su LinkedIn, la lettera di presentazione può aumentare del 30% le tue possibilità di ottenere l’impiego, a patto che sia scritta nel modo corretto.

 

Vediamo allora come fare:

 

  • Utilizza la stesse regole di impaginazione del tuo CV.
  • Scegli un tono amichevole, ma sempre formale.
  • Nell'introduzione della lettera di presentazione racconta chi sei e che cosa hai di meglio da offrire, cercando di dare maggior peso alle tue esperienze più rilevanti rispetto all’offerta di lavoro.
  • Non contraddire quanto hai già scritto nel tuo curriculum.
  • Anche se hai molta esperienza, non ti dilungare troppo. Tre quarti di pagina saranno più che sufficienti.
  • Nella chiusura della lettera di prentazione aggiungi con una call to action, una proposta di incontro per poter illustrare quanto saresti utile alla tua futura azienda.

 

Ed eccoci alla fine: si raccomanda l’assunzione anche senza leggere attentamente il foglietto illustrativo!

 

Cosa c’è di meglio di una lettera di presentazione che accompagni il tuo CV? Puoi creare la tua lettera di presentazione online qui, partendo dallo stesso modello utilizzato per fare il curriculum vitae. Ecc come potrebbe essere la tua candidatura:

 

CV e Lettera di presentazione da compilare e scaricare

Scegli tra i tanti modelli di lettere di presentazione e comincia a scrivere la tua.

 

Punti chiave

 

Ricapitoliamo il tutto ancora una volta:

 

  • Imposta l’impaginazione del tuo curriculum.
  • Aggiungi una sezione dedicata al lavoro.
  • Inserisci le tue esperienze scolastiche.
  • Fai leva sulle tue competenze tecniche e trasversali.
  • Aggiungi tutte le tue competenze extra.
  • Scrivi una lettera di presentazione da allegare al tuo CV.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro da farmacista. Visita il nostro sito per trovare altri articoli interessanti su CV e mondo del lavoro. Se ti va, facci sapere cosa pensi di questa guida qui sotto, nella sezione dei commenti! Alla prossima! Ciao!

Valuta questo articolo: curriculum farmacista
Media: 0 ( voti)
Grazie per aver votato.
Paolo Borrini
Paolo Borrini
Paolo Borrini è un giornalista pubblicista con +400 articoli pubblicati. Negli ultimi 10 anni, ha maturato anche esperienze in social media management e copywriting. Per Zety Italia, Paolo si occupa di Curriculum Vitae e lettere di presentazione.
Linkedin

Articoli simili